se i blogger sono instabili – 611

un’esperienza decennale da blogger mi porterebbe alla constatazione che i blogger tendono ad avere una evoluzione personale molto piu` accentuata delle altre persone.

in altri termini, mi e’ capitato abbastanza di frequente di stringere amicizia con qualche blogger e di accorgermi poi di avere a che fare con una persona molto diversa da quella che avevo conosciuto all’inizio, a volte nel giro persino di un paio d’anni soltanto.

naturalmente puo’ essere soltanto una falsa impressione, che dipende dal fatto che il blogger e’ una personalita’ virtuale, che ci si presenta non nella pienezza delle manifestazioni di una persona con la quale entriamo in contatto nella realta’ fisica.

dunque noi completiamo i frammenti che ci fornisce la rete con integrazioni fantastiche del tutto arbitrarie; e l’approfondimento della conoscenza anche solo virtuale le polverizza rapidamente, mettendoci di fronte ad una personalita` diversa, che non e’ cambiata, come sembra a noi, ma che noi non avevamo pienamente riconosciuto all’inizio.

. . .

per questo, con molti e molte blogger con i o con le quali avevo stabilito relazioni virtuali significative, ho sentito il bisogno anche di una conoscenza diretta.

veramente illuminante: conferma o disconferma, comunque mi pareva che una amicizia nata come virtuale, che si fosse confermata anche dopo una conoscenza diretta, fosse destinata ad essere solida.

ma non e’ stato cosi’.

alcune personalita’ sono davvero cambiate nel tempo, a me pare.

(ovviamente senza tenere conto della possibilita` che sia cambiato io, invece, senza rendermene conto).

. . .

la seconda spiegazione possibile e’ dunque che davvero i blogger siano personalita’ con una evoluzione piu’ forte del normale.

sarebbe anche comprensibile, considerando l’intensita` degli stimoli ai quali sottopone un dialogo aperto nel blog.

e forse occorre essere piuttosto instabili, cioe` creativi con se stessi, per aprire un blog.

quanto meno la percentuale di coloro che col blog intendono mettersi in discussione e’ certamente maggiore fra i blogger che nella gente comune.

anche se fare il blogger non garantisce affatto di per se stesso di avere una mente aperta, anzi…

. . .

e cosi’ i blogger sono instabili e cambiano rapidamente natura, sviluppando aspetti che erano marginali nel loro modo di porsi, magari sgradevoli, e cancellando i lati del loro carattere virtuale che ci avevano affascinato di piu’.

ma piu’ raramente, per fortuna, succede anche il contrario…

. . .

ma i blogger sono instabili anche perche` la societa’ e’ diventata straordinariamente instabile.

lasciatemelo dire alla luce dei miei 67 anni di vita, considerando che una volta si diceva che l’esperienza serve a qualcosa.

io non ricordo periodi di trasformazione cosi’ tumultuosa del modo comune di pensare delle persone come questo.

neppure e’ paragonabile al Sessantotto, perche’ li’ ci fu una generazione nuova, portatrice di modi di vedere il mondo radicalmente innovativi e soggettivamente rivoluzionari, che si confrontava con una generazione precedente che non modifico’ certo rapidamente i suoi modi di pensare per il fatto che fossero contestati.

oggi invece i modi di pensare sono diventati straordinariamente fluidi; le persone cambiano anche radicalmente atteggiamenti di fronte a problemi nuovi o semplicemente sono condotte a farlo da una propaganda straordinariamente intensa, che sembra avere acquistato il controllo a distanza della maggior parte delle menti.

cosi’ la fluidita` dei valori diventa anche la instabilita` dei caratteri e delle personalita’, considerando che queste sono caratterizzate anche dai sistemi di valore in cui credono.

. . .

insomma i blogger funzionano come i canarini in miniera, che avvertono gli effetti negativi dei gas nocivi per primi.

il disordine e’ grande sotto il cielo, e anche nei cuori, ma non aveva ragione Mao: la situazione non e’ eccellente, quando il disordine diventa troppo forte e coinvolge oltre agli uomini la natura stessa.

credo che, se il futuro sara’ peggiore del presente, come tutto fa pensare, vedremo ancora molte rapide e incredibili trasformazioni.

persino nelle persone reali che ci sono piu’ care, non soltanto nelle amicizie virtuali che scorrono, un poco evanescenti, nella rete.

Annunci

8 thoughts on “se i blogger sono instabili – 611

  1. Di me una cosa è certa leggo con attenzione quello che leggo ma raramente organizzo una risposta capillare!
    Bloggo da oltre 14 anni “e lo fo per piacer mio!” dunque nessuna regola
    Soprattutto nessuna competizione!
    Se rileggo i miei primissimi scritti certamente c’è stata una evoluzione ma le linee di principio non sono mutate sicuramente approfondite e talune con i tempi cambiati come tu hai sottolineato sono stat dismesse.
    Delusioni? Dicotomia tra il virtuale e il reale?
    Raramente ho incontrato blogger con i quali sono entrata in grande sintonia ma quando l’ho fatto non ho avuto nessuna delusione ed infatti con quattro di loro ci si frequenta del blog.
    Rispetto alla alla delusione nel non veder corrispondere o convergere le nostre aspettative mi viene da paragonare la delusione pressoché immancabile quando qualche incauto regista fa la trasposizione di un romanzo che noi abbiamo amato e costruito visivamente secondo la nostra sensibilità completamente diversa .
    Naturalmente può capitare di scontrarsi con personalità truffaldine ma questo negli anni è facile da capire così come negli anni si impara a leggere nelle pieghe delle parole il più obiettivamente possibile.
    Mi ci hai trascinata per i capelli caro Mauro eora devi leggermi fino in fondo povero te .
    Buonanotte o buongiorno
    Sherasiracconta
    Ps nn rileggo!

    Mi piace

    1. sono un lettore piuttosto attento anche io, semmai selettivo: chi non mi interessa lo abbandono per sempre; quindi ti ho letta con piacere in questo commento un po’ piu’ lungo del solito.

      credo che sia abbastanza facile trovare una coerenza nelle generazioni piu’ datate (scusami il termine e piu’ ancora il concetto); le delusioni di cui parlo, per incredibili trasmutazioni o incoerenze mi sono venute piuttosto dalla generazione che proprio mi sta indigesta, quella tra i 30 e i 40 anni, forse dovremmo chiamarli i figli del terrorismo.

      per il resto hai sviluppato considerazioni molto sagge, da condividere, e mi e’ piaciuto il paragone fra romanzo e trasposizione cinematografica: il romanzo sarebbe la realta’? e il blog il film?

      buonanotte a te.

      Mi piace

        1. ah, ora ho capito!

          quindi la realta’ oramai e’ soltanto un elemento di disturbo, secondo te…

          una manomissione del blog, che e’ la vera realta’…

          (ma forse sto tirando i tuoi concetti per i capelli; tu volevi fare soltanto un paragone, per rendere l’idea…)

          Mi piace

          1. No semplicemente la realtà che ci si presenta in carne ed ossa è altro da ciò che noi ci siamo creati forse ingenuamente tra le parole e le sensazioni che quelle parole ci hanno ispirato
            Un po’ come succede in amore dove spesso proiettiamo i nostri desideri o cerchiamo di colmare i nostri limiti e quando inevitabilmente -poiché l altro/a è un altro da noi – non vi è corresponsione arriva la delusione : “nn sei come ti ho creduto, sei diverso/a”!
            Tuttavia non si può generalizzare!

            Mi piace

            1. proprio cosi`…

              il blog ha gli stessi meccanismi dell’innamoramento; dieci anni fa, dopo poche settimane, scrissi un post: Innamorato.

              confessavo di essermi innamorato del blog (mio figlio si incavolo’ moltissimo).

              tra poco lo pubblichero’ di nuovo, nel decennale (ma innamorato del blog non lo sono piu’; oramai e’ un rapporto matrimoniale strascicato, da post crisi del settimo anno… 🙂 ).

              Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...