l’Eco delle sue parole – 103

Umberto Eco:

La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore.

Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità.

I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività.

Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel.

È l’invasione degli imbecilli.  

. . .

nel dubbio di essere fra questi, non disturbiamo con le nostre l’Eco delle sue parole, visto che non potremo piu` ascoltarne di nuove da una delle menti piu` acute e profonde che l’Italia abbia avuto.

. . .

anche delle piu` scomode per gli amanti di ogni tipo di ottuso pregiudizio.

ma – si sa, anche se molti preferirebbero non saperlo – le due cose vanno volentieri assieme.

una mente originale disturba i pregiudizi dominanti; forse a volte ne crea degli altri.

. . .

ma voi siete apocalittici o integrati?

credete che il riso sia l’arma piu` efficace contro il fanatismo?

sapete riconoscere le paranoie del complottismo?

credete che la gaffe (in cui Bongiorno eccelle, a detta dei critici e del pubblico)  nasce proprio quando si è sinceri per sbaglio e per sconsideratezza, e che, quanto più è mediocre, l’uomo mediocre è maldestro? – ma, aggiungo io, ricordate anche Berlusconi, il Mike Bongiorno della politica, venuto molti anni dopo questo saggio?

e, giusto a  proposito della mediocrita`, condividete questa sua idea?:

Nel campo dei fenomeni quantitativi, la media rappresenta appunto un termine di mezzo, e per chi non vi si è ancora uniformato, essa rappresenta un traguardo.

Invece, nel campo dei fenomeni qualitativi, il livellamento alla media corrisponde al livellamento a zero.

Un uomo che possieda tutte le virtù morali e intellettuali in grado medio si trova immediatamente a un livello minimale di evoluzione.

Nutrire passioni in grado medio e aver una media prudenza significa essere un povero campione di umanità. 

 


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.