occhiali a 3D – 116

la vicenda che contrappone tribunale americano ed Apple, secondo me, segna una svolta: questi grandi centri informatici oramai si sentono talmente forti da sfidare i poteri tradizionali, ed effettivamente oramai se lo possono permettere.

stanno liberandosi della realta`, figurati se non possono liberarsi anche dei governi della realta`.

una foto veramente agghiacciante concretizza in immagine questa trasformazione, del resto suicidaria.

Zuckerberg, unico senza paraocchi, passa in rassegna il suo esercito di zombie.

12719113_10102665120179591_3471165635858509622_o-kyx-u13758060443ylt-656x492corriere-web-sezioni_416x312 (1)

la mia morale e` che l’effetto serra sta per far sparire gli uomini dalla faccia della terra.

ma per fortuna se ne accorgeranno soltanto quei pochi che non indosseranno gli occhiali a 3D.

gli unici che continueranno a vedere il mondo a quattro dimensioni.

Annunci

4 thoughts on “occhiali a 3D – 116

  1. continuano i commenti a un altro post, ma riferibili anche a questo, che riproduco anche qui:

    mcc43 25 FEBBRAIO 2016 ALLE 22:37

    – ps. la foto è quella che hai messo nel nuovo post vero? perchè dal link che mi dai qui non posso vederla …

    Dice ” CARO LETTORE, HAI ESAURITO I 20 ARTICOLI AL MESE DI Corriere Della Sera CHE PUOI LEGGERE GRATUITAMENTE

    Per continuare entra in C+ Sottoscrivi C+ per avere: ”

    I quotidiani online hanno detto addio alla gratuità 🙂

    Mi piace

    1. bortoround 26 FEBBRAIO 2016 ALLE 7:40

      si`, la foto era quella, ho scritto il post perche` era l’unico modo che avevo a disposizione per pubblicarla.

      per ora a pagamento sono le edizioni online del Manifesto (precursore della scelta, e che non leggo proprio per questo), in parte del Foglio per l’80% degli articoli e ora anche del Corriere, che mi ha perso come lettore abituale online.

      saremo stati anche viziati, ma continuo a pensare che dovrebbero essere i giornali a pagare chi si sorbisce la loro propaganda, come risarcimento, e non viceversa…

      quindi, da parte mia, boicottaggio anche del Corriere, che pero` non credo che fara` tendenza (anche se su Repubblica la strada di una pubblicazione parziale l’hanno provata, ma mi pare l’abbiano anche abbandonata).

      i quotidiani tedeschi non stanno facendo scelte simili: forse sono piu` letti, forse sono piu` organizzati?

      comunque a me pare un segno di grave debolezza e sempre la vedo come una parte del disegno di dividere l’umanita` in due gruppi, fornendo alla fascia bassa servizi dequalificati.

      se vuoi, siamo tornati al punto di cui sopra: solo il consumatore di un certo livello e` un cittadino con pienezza di diritti, diritti meramente cosumistici per altro e non certo decisionali.

      Mi piace

  2. siccome questo post e` nato da uno scambio di commenti su un altro post di questo blog, riporto qui anche la coda di quei commenti che riguarda il tema affrontato qui.

    mcc43 25 FEBBRAIO 2016 ALLE 22:37
    la diatriba nasce dal fatto che Apple ha inventato la crittografia quindi la polizia accede a qualcosa che non può leggere …
    ma sulla vicenda in sè la penso come questo commentatore di Repubblica:
    “Tutta una manovra di protezione dell’immagine!
    Sono sicura che i dati siano gia’ stati decriptati, letti tutti i messaggi, email, viste le foto e ascoltata la musica…la Apple deve solo fare un po’ di storie per mostrarsi degna della fiducia dei propri clienti.
    Se avessero detto: “Ragazzi, abbiamo aiutato la FBI a sbloccare il telefono di un criminale!”, v’immaginate quanti iPhone finirebbero giu’ per il WC?
    Invece cosi’, chi non vorrebbe un telefonino (anzi melafonino) di una compagnia che sfida il governo dei grandi USA?!””
    Spero che sia così, altrimenti hai ragione: sono talmente sfacciati nella loro raggiunta potenza che si permettono di farsi super-stato.
    Se il governo giocherà duro, con sanzioni o ritiro di licenze o notti in cella per l’amministratore delegato… beh sarà il giorno in cui applaudirò gli Stati Uniti…

    Mi piace

    1. bortoround 26 FEBBRAIO 2016 ALLE 7:40

      l’opinione di quella commentatrice di Repubblica (a cui aderisci anche tu) secondo me e` troppo “italiana”: nel mondo anglosassone i tribunali sono presi sul serio e non sarebbe lecito a nessuno prenderli in giro.

      aggiungi che ci sono in ballo ricorsi e controricorsi di avvocati costosissimi, e prese di posizione praticamente universali, che non si spiegherebbero con una messainscena.

      credo invece che dobbiamo davvero rpendere atto che oramai queste potenze economiche si sono GIA` fatte super-stato e l’accordo commerciale del Pacifico e quello prossimo venturo dell”Atlantico (se la Germania non riuscira` a resistere) sono il segnale non visto del passaggio a una nuova forma di organizzazione del potere, totalmente subordinata all’economia.

      chi invoca un governo mondiale non si rende conto che questo esiste gia`, e` il governo degli iper-plutocrati e sta cancellando la democrazia, ridotta a teatrino delle marionette per le cose che non contano (come le unioni civili omosessuali, per fare un esempio).

      Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...