considerazioni contro natura, la natura bigotta del popolo italiano – 120

Renzi da` il La e la stampa lo segue obbediente.

ma lui dice bugie e la stampa non lo controlla.

scriverlo qui non serve a nulla: la rete funziona solo quando fra da grancassa agli altri media, non quando rema contro.

ma almeno ci sia data la soddisfazione di smentire qualche menzogna parlando fra noi.

. . .

“Io sono straorgoglioso, so che tra di voi ci sono opinioni diverse.

Tuttavia è vero che per essere idealisti bisogna sognare l’impossibile, ma poi bisogna portare a casa il possibile.

L’alternativa” al maxiemendamento” era la melina.

Se noi avessimo fatto zero a zero sui diritti anche in questa legislatura, ci sarebbe stato da vergognarsi”.

in realta` Renzi doveva essere semplicemente coerente con se stesso e non porre la fiducia, come aveva sempre negato di voler fare, su un testo al ribasso, visto che la maggioranza per un testo piu` avanzato assieme ai Cinque Stelle c’era.

i Cinque Stelle non possono essere indicati come responsabili delle difficolta` di Renzi e del Partito Democratico solo perche` hanno dato ai loro senatori la stessa liberta` di coscienza sull’adozione del figliastro che Renzi aveva lasciato fin dall’inizio ai suoi senatori su tutta la legge, per giunta.

ma perfino ammesso che non ci fosse stata questa maggioranza alla prova dei fatti, nella peggiore delle ipotesi il risultato non sarebbe stato peggiore dell’attuale.

Renzi ci deve spiegare perche` avere approvato un testo predefinito che certamente ha privato gli omosessuali del pieno riconoscimento loro dovuto come persone e` una scelta migliore che andare a verificare su quel punto l’opinione del Senato e, nella peggiore delle ipotesi, attestarsi comunque sullo stesso risultato ottenuto oggi.

. . .

lo ricorda Luigi Manconi, in un illuminante intervento qui :

http://www.huffingtonpost.it/luigi-manconi/il-perche-del-mio-no-al-ddl-cirinna_b_9324516.html?utm_hp_ref=italy

nel luglio scorso l’Italia e` stata condannata dalla Corte Europea per i diritti umani o CEDU (che non ha niente a che fare con l’Unione Europea) su ricorso di tre coppie omosessuali, che da anni vivono insieme in una relazione stabile, e ha dovuto pagare loro un risarcimento di 5mila euro per danni morali.

La decisione e` stata presa all’unanimita` dai giudici di quel tribunale perche` l’Italia ha violato il diritto al rispetto della vita privata e familiare  (articolo 8 della convenzione europea dei diritti umani), dato che “la tutela legale attualmente disponibile” nel nostro Paese “per le coppie omosessuali non solo fallisce nel provvedere ai bisogni chiave di due persone impegnate in una relazione stabile, ma non è nemmeno sufficientemente affidabile”.

ARTICOLO 14 Divieto di discriminazione

Il godimento dei diritti e delle libertà riconosciuti nella presente Convenzione deve essere assicurato senza nessuna discriminazione, in particolare quelle fondate sul sesso, la razza, il colore, la lingua, la religione, le opinioni politiche o quelle di altro genere, l’origine nazionale o sociale, l’appartenenza a una minoranza nazionale, la ricchezza, la nascita od ogni altra condizione.

ARTICOLO 8 Diritto al rispetto della vita privata e familiare

1. Ogni persona ha diritto al rispetto della propria vita privata e familiare.

ARTICOLO 12 Diritto al matrimonio

A partire dall’età minima per contrarre matrimonio, l’uomo e la donna hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia secondo le leggi nazionali che regolano l’esercizio di tale diritto.

notare bene che il diritto di sposarsi viene attribuito ad ogni uomo e ad ogni donna, ma non e`  specificato che, per formare una famiglia, debbano scegliersi reciprocamente per sessi diversi.

. . .

Si deve aggiungere che le spiegazioni relative alla Carta dei diritti fondamentali, elaborate sotto l’autorità del praesidium della Convenzione che l’aveva redatta (e che, pur non avendo status di legge, rappresentano un indubbio strumento di interpretazione), con riferimento al detto art. 9 chiariscono (tra l’altro) che «L’articolo non vieta né impone la concessione dello status matrimoniale a unioni tra persone dello stesso sesso».

questo passaggio e` preso dalla Sentenza n. 138/2010  della Corte Costituzionale, che allo stesso modo afferma che anche la citata normativa non impone la piena equiparazione alle unioni omosessuali delle regole previste per le unioni matrimoniali tra uomo e donna.

Ancora una volta, con il rinvio alle leggi nazionali, si ha la conferma che la materia è affidata alla discrezionalità del Parlamento.

il contrario esatto di quanto detto praticamente ovunque in questi giorni convulsi e perfino dal Presidente della Repubblica, che pure ne faceva parte.

quindi non e` vietata al Parlamento italiano la piena equiparazione di coppie etero- ed omosessuali nell’accesso al matrimonio, se la maggioranza la approva.

quindi la scelta di riconoscere le relazioni omosessuali stabili che lo richiedono era in qualche modo obbligata, anche se la Conferenza Episcopale Italiana intervenne per dire che le priorita` erano altre.

. . .

l’osservazione oggettiva dei fatti porta a dire, invece, che Renzi non ha voluto sfidare la Conferenza Episcopale Italiana, cioe` l’ala cattolica del suo stesso partito che e` direttamente controllata dai vescovi.

ha cercato un alibi qualunque per smentire tutto quello che aveva detto e fatto fino a quel momento e l’ha trovato nella decisione improvvida di Casaleggio di non fare sfidare la chiesa cattolica neppure dal Movimento Cinque Stelle, lasciando ai suoi senatori la liberta` di voto sull’adozione dell’orfano.

. . .

ma se la chiesa cattolica e` capace in Italia di far venerare come santo perfino un Padre Pio o far fallire il referendum contro una legge sulla procreazione assistita, poi demolita dalle sentenze della Corte Costituzionale, che cosa volete che ci voglia a far credere al popolino che si informa soltanto attraverso la televisione che si voleva far passare la legge che consentiva ai gay di adottare dei bambini o di affittare degli uteri?

dietro ogni omosessuale, come e` noto, si nasconde un potenziale pedofilo, infatti…

molto meglio spedire gli orfani negli istituti, dove i pedofili veri non mancano (se non ci pensa la magistratura a salvarli, affidandoli al compagno o alla compagna superstiti del genitore naturale con il quale sono vissuti, come avrebbe fatto la legge Cirinna`, se approvata nella versione orginaria).

occorre che noi intellettuali radicali e orfani di Umberto Eco guardiamo le cose come stanno: e` il paese che e` quello che e`, e che si merita Renzi e Padre Pio, nonche` l’astuto Bergoglio, al quale e` riuscito molto meglio qui che in Argentina di fermare la storia.

. . .

cosi`, senza sdegno globale, si puo` sentire il ministro degli Interni di questo stesso governo, decisivo nel far votare questa legge, dichiarare:

“Abbiamo impedito una rivoluzione contro-natura e antropologica”.

impedita e` stata una rivoluzione che per la prima volta in Italia avesse visto prevalere la logica e il buonsenso contro l’appello ad una antropologia criminale: quella che considera contro natura alcuni esseri umani in carne ed ossa e li offende a sangue.

quanto alle rivoluzioni antropologiche ne abbiamo molte alle spalle, ma molti non se ne sono ancora accorti.

Annunci

7 thoughts on “considerazioni contro natura, la natura bigotta del popolo italiano – 120

  1. https://flic.kr/p/EtVYfE
    Come la cornacchia che ho fotografato oggi guardo dall’alto questo nostro Paese sconsolato e sconsolante!
    Alla fine del 2015 Obama ha reso obbligatorio in tutti gli Stati il riconoscimento dei matrimoni gay.
    Avendo lavorato negli Stati Uniti la Social Security ogni mese mi invia una quota parte della mia pensione dunque gennaio senza se e senza ma era accluso un modello nel quale veniva chiesto di comunicare la composizione del nucleo familiare e qualora fosse omosessuale di inserire i nominativi degli aventi diritto all’assistenza mettendosi loro stessi a disposizione di chiarimenti sulle modalità di ottenimento .
    Tanto quanto ho snobbato 35 anni fa l’America altrettanto oggi mi sento stretta in questa Italia retrograda è fasulla!
    Questo è il restyling della italietta democristiana che per un momento pensavamo di esserci lasciati alle spalle.
    Scusa se dal tuo bellissimo articolo io tratto solo un piccolo passaggio personale .
    Buona domenica!

    Mi piace

    1. buona domenica a te, sperando che sia meno grigia piovosa e deprimente di quella di queste prealpi…

      grazie mille dell’apprezzamento (di cui si sente il bisogno ogni tanto, a continuare a predicare al vento – che appunto soffia qui fuori 🙂 )

      la tua testimonianza e` utilissima, invece.

      dico solo che l’italietta democristiana era un idillio rispetto all’attuale e riusci` ad approvare divorzio ed aborto.

      oggi siamo messi molto molto peggio.

      – ma scusa se adesso divago anche io: vedo che sei riuscita a inserire una foto nel tuo commento: come si fa? io non ci sono mai riuscito…

      Mi piace

        1. Far legna x il fuoco
          Ho sbagliato prendendo l’immagine della testata del mio blog ed ho allegato il mio link
          Questa è Sally qualche giorno fa A Monte Livata!
          la seconda finestrella su cui incollare è quella del commento
          Brutto tempo a Roma da ieri anzi adesso va di moda dire e predire cicloni è allerta!

          Mi piace

          1. bella la foto! e simpaticissima la Sally.

            ah, ecco, mi hai spiegato tutto: io ho sempre provato a incollare una foto direttamente, prendendola dal pc.

            invece bisogna prima caricarla in rete…

            perfetto! e come si fa a caricarla in rete? 😉

            e, soprattutto: dove?

            – non c’e` niente da fare: le spiegazioni informatiche sono tutte cosi`: fatte esclusivamente per gli esperti…

            Liked by 1 persona

            1. Io utilizzo un servizio di raccolta fotografica FLICKR che è personale e che ti da facoltà di rendere pubbliche o private le foto che carichi dal pc o dal cellulare! Lo uso da molti anni ed ha una capienza ottima è gratuita!
              A tua disposizione! Buon pranzo!

              Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...