cacciamo i Sallusti e i nazi-islamisti da casa nostra – 165

Alessandro Sallusti, il direttore del Giornale, scrive un articolo di fondo di propaganda filo-islamista.

si intitola Cacciamo l’islam da casa nostra e serve a titillare i lettori poco riflessivi e a fare cassetta.

pero` proviamo a prenderlo sul serio, visto tra l’altro che ha molte affinita` con le sparate di Trump, che purtroppo oggi appare come il male minore nelle prossime elezioni americane di novembre, se si da` per scontata la sconfitta di Sanders nel Partito Democratico.

pensiamo seriamente a deportare un milione e mezzo di musulmani in Italia, o 6 milioni (sembra) negli Stati Uniti (numero sinistramente identico a quello degli ebrei ammazzati nei campi di sterminio), e a rispedirli a casa?

ammesso che siano arrivati qui da qualche parte e non siano nati qui, e compresi gli sparuti convertiti italiani che non sapremmo dove mandare.

su, presto: prepariamo le navi, gli aerei, le spedizioni di terra.

sara` una bella spesa e tocchera` aumentare le tasse (ci volessero solo 500 euro a testa, sarebbero 75o milioni di euro di spesa…).

e poi prepariamoci a fare la guerra alle madrepatrie che non volessero riprenderseli.

. . .

Devono stare a casa loro, devono tornare a casa loro.

Non è razzismo, è legittima difesa.

identificare una persona unicamente in base alla sua appartenenza culturale e` proprio razzismo, in senso lato: il nuovo razzismo che ha lasciato perdere le farneticazioni hitleriane sulla razza, ma si basa oggi in maniera piu` consapevole sulle culture e sulle religioni che ne sono una parte essenziale: mi piacerebbe potere scherzare e chiamarlo culturismo, ma restiamo pure al termine razzismo: un razzismo senza razza.

certamente un islamico ha delle basi culturali islamiche, cosi` come un italiano ha come punto di riferimento questo tipo di cultura.

ma come noi per orientarci in merito a qualcuno diciamo che e` italiano, non diciamo che e` cristiano o cattolico, l’uso indistinto del termine islam dipende unicamente dalla ignoranza sulle sue differenze interne: quale islam? quello sunnita? quello sciita? quello dei sufi?

e poi un islamico sunnita indonesiano e` culturalmente identico ad un islamico sunnita dell’Arabia Saudita?

quindi chiameremo un abitante di Giakarta indonesiano, forse anche giavanese, oppure islamico?

tutti aspetti essenziali, che le persone grossolane non sono forse neppure in grado di capire.

. . .

ma poi c’e` un punto ancora piu` importante: un islamico nato e cresciuto in Belgio o in Francia e` un islamico oppure e` un francese di religione islamica?

la maggior parte dei nazi-islamisti che operano terrorismo in Europa sono cittadini europei…

quindi, secondo i vari Sallusti, l’Europa deve stravolgere la propria identita`, la propria cultura, la laicita` e i principi di tolleranza religiosa nati dalla immane tragedia delle guerre di religione del Cinquecento e del Seicento, e tornare alla guerra civile religiosa al proprio interno.

tutto in nome della lotta al nazi-islamismo.

interessante: dobbiamo diventare tutti islamisti, solo col nome di cristiani o di cattolici, per combattere l’islam.

. . .

ma, dice Sallusti, l’islam e il suo Allah sono incompatibili con la nostra civiltàIl problema è questo, le altre sono chiacchiere.

questo e` vero, diro` sorprendendo forse qualche mio lettore, se vengono presi alla lettera; ripubblicando, come sto facendo in un blog a parte, i miei post di dieci anni fa, verifico che sto dicendolo da dieci anni: diciamo meglio che incompatibile con la nostra civilta` e` la lettura tradizionale dell’islam e che se nell’islam non avviene qualcosa di simile all’introduzione della lettura allegorica dei testi sacri avvenuta in Occidente durante il medioevo, questa contraddizione non si risolve.

. . .

allora come si risolve il problema, a mio modo di vedere?

tutto sta nel rendere evidenti, forti e vincolanti i nostri valori esistenziali e i nostri modi di vita per tutti coloro che vivono da noi; ma notate bene che per farlo dobbiamo svincolarli dalla loro eventuale origine religiosa.

la parita` delle donne con gli uomini nel campo sociale va definita come indiscutibile.

il rifiuto delle discriminazioni sessuali nella vita privata delle persone, anche.

la liberta` di opinione e quindi anche di opzione religiosa deve essere assoluta.

va rigorosamente vietata la circoncisione su minori sia di sesso femminile che maschile.

il burka completo non deve essere ammesso.

il profugo e l’immigrato che vengono accolti nel nostro mondo devono sottoscrivere un impegno a rispettare i nostri valori costituzionali.

gli imam e i predicatori per primi devono dichiarare pubblicamente fedelta` e rispetto alle costituzioni locali e a questi valori.

la causa della discutibile faciloneria con cui e` stata gestita negli anni l’immigrazione sta nella profonda indifferenza per la democrazia della finanza che aveva bisogno di lavoratori freschi di fronte al declino demografico dell’Europa.

solo a partire da un amore profondo per i valori della democrazia, cioe` per i valori europei ed occidentali, si puo` cercare di affrontare la questione.

. . .

si parta dunque da una grande e universale campagna perche` CIASCUN cittadino europeo dichiari la propria fedelta` alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e alla prima parte della Costituzione; il problema delle espulsioni riguardera` solamente coloro che si rifiuteranno di sottoscriverla.

poi, per il resto, diamo una bella sforbiciata, per il momento e in via transitoria, al garantismo degli avvocati.

i fiancheggiatori del terrorismo non vanno espulsi, vanno messi in campi di prigionia fino alla fine della guerra.

e le porte di un campo di detenzione vanno aperte anche per i semplici sospetti di terrorismo (durante la seconda guerra mondiale, bastava essere italiani per essere imprigionati in Francia, come ha ben saputo un mio zio immigrato li`).

. . .

la guerra non va fatta con le mani legate dietro la schiena.

ma fare la guerra anche a coloro che non sono nemici e` il modo piu` sicuro per perderla.

. . .

Sallusti e i razzisti come lui (o se preferite, i “culturisti” come lui) sono tendenzialmente fascisti e anche senza saperlo sono i migliori alleati di nazi-islamisti, che prima sono nazisti e solo secondariamente fascisti (cosi` come i franchisti e altri catto-fascisti prima erano fascisti e solo secondariamente cattolici).

Perché quella dichiarata dall’islam all’Occidente è una guerra.

Sallusti e` un idiota pericoloso: solo nella sua mente allucinata esiste una guerra dichiarata dall’islam, che oltretutto non ha neppure un centro organizzato.

Basta con le balle dei «cani sciolti», dell’islam moderato, del dialogo possibile.

effettivamente sul terzo punto sono d’accordo con Sallusti: nessun dialogo e` possibile con gli isterici come lui.

Hanno le mani sporche di sangue dei nostri figli e non sono sazi. 

ma le pagine su cui scrive Sallusti sono sporche del suo odio e lui non e` sazio.

non ce l’ha solo con l’islam, Sallusti:

Basta con preti e vescovi, sindaci, presidi e insegnanti che negano il problema e calpestano la Costituzione che è stata fatta per difendere noi, con magistrati che legalizzano l’illegalità. Basta con l’accoglienza «valore assoluto», basta con politici purtroppo non solo di sinistra – che tentennano. Stiamo salvando, nutrendo e allevando i nostri nemici.

gia`, ma purtroppo i nostri nemici, la quinta colonna che lavora per i nazi-islamisti, sono le menti attossicate alla Sallusti.

. . .

introduciamo davvero l’obbligo di una pubblica dichiarazione di fedelta` ai principi base della democrazia.

forse sara` la volta che assieme ai fanatici islamisti ci liberiamo anche dei Sallusti vari che avvelenano i pozzi e ci sparano alle spalle mentre combattiamo il nazismo islamista, che nel profondo loro amano e condividono a tal punto che vorrebbero renderci identici a loro.

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...