Breakthrough Starshot: l’Alpha e l’omega, Hawking e Zuckerberg- 205

Breakthrough Starshot (colpi di sfondamento alle stelle?) e` il nome ben poco simpatico del progetto per una nuova era di esplorazioni spaziali, presentato l’altro giorno da Stephen Hawking e finanziato da Mark Zuckerberg, il padrone di Facebook, e dal miliardario filantropo di Silicon Valley Yuri Milner.

pensate un po’,  due iper-plutocrati che amano l’umanita`, due ossimori viventi, due contraddizioni in termini che fingono di essere reali.

e che hanno un potere tale da potersi organizzare da soli i futuri viaggi spaziali, come se oramai fossero degli stati, anzi piu` che degli stati.

. . .

si tratta di spedire entro vent’anni una navicella spaziale molto speciale sulla stella piu` vicina al Sole, Alpha Centauri, a 4 anni di luce di distanza, 40.000 miliardi di km.

un “nanocraft” del peso di un foglio di carta guidato da una vela non più grande di un aquilone alla velocità di 60 mila chilometri al secondo.

che poi impieghera` altri vent’anni a raggiungere la stella.

per osservarla da vicino, in qualche modo.

. . .

per farlo, serve soltanto un raggio laser che lo spinga, da 100 miliardi di watt.

semplice, no?

basta impiegare la stessa energia che serve per alimentare un miliardo di lampadine da 100 watt!

e conta niente il costo ecologico della produzione di una energia simile in un pianeta al collasso energetico e climatico.

. . .

la cosa piu` sconcertante di questi vaneggiamenti presi sul serio e` la filosofia implicita sottostante.

la stessa per la quale gli stessi finanziatori hanno stanziato l’anno scorso 100 milioni di dollari per la ricerca di altre forme di vita nel cosmo.

La Terra – ha detto Hawking – è un luogo meraviglioso, “ma potrebbe non durare per sempre.

Prima o poi dovremo guardare altrove e Breakthrough Starshot è l’inizio del viaggio”.  

fermiamoli prima che sia troppo tardi: questi pazzi sono capaci di distruggere il pianeta per dare un’occhiata altrove.

e sono talmente convinti che l’universo rigurgiti di pianeti gemelli, per ora invisibili, che gli inetressa poco distruggere questo, tanto troveranno prima o poi qualche corridoio spaziale per scappare altrove, loro, dopo averci annientati tutti.

image

. . .

ma, se Hawking assomiglia sempre di piu` al dottor Stranamore di Kubrick, che dire di Zuckerberg?

Zuckerberg sembra la versione ottimistica americana delle utopie alla Casaleggio.

sono informatici che cercano di convincerci che il mondo irreale della rete e` migliore di quello reale.

utopie devastanti che dilagano nell’assenza di senso critico.

“Ci vuole coraggio oggi – ha detto Zuckerberg – per scegliere la speranza al posto della paura.

Se lo fate, qualcuno vi definirà ingenui ma ogni passo avanti nel progresso è stato consentito da questa speranza e da questo ottimismo”.

. . .

l’obiettivo, intanto, e` che tutti i 7 miliardi di esseri umani del pianeta si colleghino alla sua Facebook.

“Dare a ciascuno il potere di condividere con tutti gli altri”.

il potere di condividere al posto del potere di decidere, che rimane ben tutelato nella mani sue e degli altri iper-plutocrati.

e` prevista anche la condivisione delle ricchezze?

non si sa, non si sa mai.

. . .

Da Bill Gates a Steve Jobs, da Larry Page a Elon Musk, molti pionieri dell’innovazione tecnologica hanno anche proposto un credo ideologico libertario, ambientalista, inclusivo, multietnico.

tutta fuffa fasulla, la tipica brodaglia democratica dei partiti che si definiscono tali e sono oggi diventati soltanto la mano esecutiva del sistema iper-plutocratico.

ideologia fondata su uno stato permanente di menzogna organica, insuperabile, che nasconde la sostanza della concentrazione del potere, della guerra all’islam e alla Russia, a chiunque sia estraneo al pensiero totale, della emarginazione dei disperati.

questi stanno distruggendo il mondo, ma noi dobbiamo essere convinti che l’autodistruzione e` bella, positiva e trabocca di buoni sentimenti.

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...