sanguisughe e populisti – 208

dati Oxfam: nel 2015 i 62 esseri umani piu` ricchi del pianeta possedevano la stessa ricchezza di 3 miliardi e 600 milioni di esseri umani, la meta` piu` povera della popolazione.

. . .

non bastasse questo dato a sconvolgerci (chi e` disponibile a farlo), negli ultimi 5 anni la ricchezza di quei 62 iper-iper-plutocrati e` cresciuta del 44% e quella della meta` piu` povera e` diminuita del 41%.

uno scambio quasi eguale: i 62 si sono evidentemente arricchiti, grazie alla cosiddetta crisi, sulle spalle di quei 3.600.000.000 di poveri.

ma non basta: un ulteriore 3% lo hanno eroso alla ricchezza della classe media, che viene progressivamente spinta sempre di piu` verso la proletarizzazione.

sanguisughe.

. . .

dati semplici e chiari che spiegano con evidenza e immediatezza quello che sta succedendo e rendono comprensibile e perfino positiva la nascita in tutto il mondo di partiti populisti, che intendono, cioe`, difendere il popolo dalla spoliazione in corso.

o almeno, far credere che lo fanno.

download (3)

. . .

ovviamente in queste condizioni parlare di uguaglianza sostanziale di diritti fra gli esseri umani, cioe` di democrazia, e` una pura mistificazione.

di gran lunga prima della democrazia viene la riduzione delle diseguaglianze, soprattutto dove e` cosi` spropositata, come ora.

senza una tendenziale uguaglianza non e` neppure possibile garantire a tutti una vita almeno dignitosa socialmente.

quindi l’eguaglianza viene prima della democrazia: ne e` una premessa.

dato che evidentemente non puo` esserne una conseguenza.

Annunci

2 thoughts on “sanguisughe e populisti – 208

  1. dati semplici e chiari che spiegano con evidenza e immediatezza quello che sta succedendo e rendono comprensibile e perfino positiva la nascita in tutto il mondo di partiti populisti, che intendono, cioe`, difendere il popolo dalla spoliazione in corso.

    il mio sospetto, anzi la mia convinzione è che i movimenti populistici siano suscitati e manovrati dal ceto ricco per delegittimare forze ed ideologie che cercano di ovviare al problema della disuguaglianza. Non per niente sono spesso capeggiate da leader molto ricchi.

    Mi piace

    1. hai ragione, Raimondo.

      ma c’e` una frase subito dopo: o almeno, far credere che lo fanno.

      il mio qui sopra e` un giudizio strettamente limitato al bisogno di populismo che c’e` nel mondo e non un giudizio concreto sui singoli movimenti populisti.

      credo che leader molto ricchi che si mettono alla testa di movimenti populisti fasulli siano oggi la parte piu` intelligente dell’elite plutocratica, quella che si rende conto della inevitabilita` del populismo in queste condizioni, e dunque cerca di cavalcarlo e di deviarlo, insomma di tenerlo sotto controllo.

      non a caso questi movimenti populisti di destra sono anche razzisti, cioe` cercano di attribuire ai poveracci del mondo la causa dell’impoverimento delle classi medie.

      al contrario i dati di sopra mostrano che proprio i miserabili soprattutto del terzo mondo sono le vittime principali dell’attuale processo di concentrazione progressiva della ricchezza.

      personalmente credo che serva oggi un populismo chiaramente connotato a sinistra (Sanders o Corbyn, per dire, oppure Podemos o Syriza), come alternativa ai partiti democratici tradizionali che sono diventati non solo fiancheggiatori, ma persino braccio esecutivo di questa oligarchia finanziaria globale.

      e tuttavia (a parer mio e col rischio di sbagliare) vedo oggi piu` facile allearsi almeno con alcune istanze dei populisti di destra che con i sostenitori del sistema.

      per dirla in immagine, forse mi ritrovo fra quel 25% di elettori di Sanders in America che, secondo i sondaggi, nel caso non sia lui il candidato, considerano meno dannosa l’elezione di Trump che quella della Clinton.

      e con questo ho buttato la maschera, e probabilmente ti ho scandalizzato ancora di piu`. 🙂

      Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...