acqua? – 225

Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

tempi passati quelli del Cantico delle creature di Francesco d’Asissi.

soprattutto in Umbria, che ha l’acqua piu` inquinata d’Italia…

. . .

a dirlo e` un nuovo rapporto dell’ISPRA sulle acque in Italia.

pesticidi nel 64% delle acque italiane.

ha trovato la presenza di 224 sostanze; nel rapporto precedente, del 2012, erano 175.

e qui devo fare copia e incolla sparso dall’articolo della Stampa che mi ispira questo post:

Allarme pesticidi: Il rapporto dell’Ispra: in 4 anni un aumento del 20%. Al Sud dati ancora parziali

http://www.lastampa.it/2016/05/09/scienza/ambiente/inchiesta/allarme-pesticidi-sono-presenti-nel-delle-acqua-superficiali-V7xehEvH27hIcij1wyzATJ/pagina.html

. . .

La contaminazione in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna riguarda il 70% dei punti delle acque superficiali interessati; si arriva addirittura al 90% in Toscana e 95% in Umbria.

Gli erbicidi sono ancora i più presenti, soprattutto a causa dell’utilizzo diretto sul suolo, spesso concomitante con i periodi di maggiore piovosità di inizio primavera, che li portano rapidamente nei corpi idrici superficiali e sotterranei.

Ma sono in aumento anche i rilevamenti di fungicidi e insetticidi.

Le acque superficiali “ospitano” pesticidi nel 63,9% dei 1.284 punti di monitoraggio controllati (nel 2012 la percentuale era del 56,9%).

274 punti di monitoraggio di superficie, il 21,3%, hanno concentrazioni superiori ai limiti di qualità ambientali.

I punti che superano i livelli d’allarme per l’ambiente sono 170 (il 6,9% del totale).

Il glifosato e il metabolita AMPA sono presenti rispettivamente nel 39,7% e nel 70,9% dei punti di monitoraggio delle acque superficiali, ma sono cercati solo in Lombardia e Toscana.

il glifosato: sospettato di essere cancerogeno…

. . .

I pesticidi, quindi, non sono diffusi solo nelle acque di superficie ma anche nelle falde profonde, naturalmente protette da strati geologici poco permeabili. 

Nelle acque sotterranee sono risultati contaminati il 31,7% dei 2.463 punti (nel 2012 erano il 31%).

Nelle acque sotterranee, la diffusione dei pesticidi è particolarmente grave in Lombardia, con il 50% dei punti interessati, in Friuli col 68,6% e in Sicilia col 76%. 

. . .

Sia nelle acque superficiali che in quelle sotterranee, poi, è diffusa la presenza degli insetticidi più utilizzati a livello mondiale, i principali responsabili della perdita di biodiversità e della moria di api.

Più che in passato, sono state trovate miscele di sostanze nelle acque, contenenti anche decine di componenti diversi, fino ad arrivare ad individuarne 48 diverse in un solo campione.

La tossicità di una miscela – dice il rapporto dell’ISPRA – è “sempre più alta di quella dei singoli componenti”,

Va tenuto adeguatamente conto che “l’uomo e gli altri organismi sono spesso esposti a ‘cocktail’ di sostanze chimiche, di cui a priori non si conosce la composizione”, per poter valutare davvero la portata del problema.

. . .

comunque, tranquilli: quando verra` finalmente approvato il TTIP (il Trattato per il Commercio e gli investimenti trans-atlantici), che ora e` segretamente in discussione a porte chiuse, il problema sara` risolto.

passeremo infatti dalla impostazione giuridica europea sull’uso delle sostanze chimiche a quella americana.

in Europa sinora ogni nuova sostanza e` considerata pericolosa fino a quando non e`dimostrato che e` innocua.

negli USA invece ogni nuova sostanza e` innocua fino a che non viene dimostrato che e` pericolosa…

effetti dello storico ottimismo americano…

e le miscele piu` pericolose delle singole sostanze che le compongono, come dice il rapporto ISPRA?

. . .

per risolvere il problema bastera` estendere a tutta Italia il modello Calabria e Molise.

li` non  ci sono punti di controllo,

e nel Sud in genere ce ne sono molti di meno…

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...