una mia previsione sbagliata – 241

una sola?

non sfottete.

diciamo una sola, per oggi.

. . .

era piu` o meno novembre, mi pare, quando scrivevo che Renzi non avrebbe passato la primavera,

Cassandra a rovescio, ho seminato false speranze, anziche` fondate preoccupazioni.

ma l’estate astronomica e` gia` quasi arrivata e Renzi e` ancora al suo posto.

non certo solido come qualche tempo fa, ma ancora in sella al renzino,

o meglio in sella il Renzino, se mi passate la battuta stupida.

. . .

le mie speranze erano riposte su una bocciatura dall’Unione Europea della legge di stabilita` 2016, che era del tutto logico aspettarsi.

Draghi e` stato impietoso recentemente nei riguardi della politica economica di Renzi, con giudizi strettamente tecnici da presidente della Banca Centrale Europea;

il presidente della Bundesbank Weidman e` perfino venuto fino a Roma di persona a cantargliele chiare…

ed e` il piu` probabile successore di Draghi, fra l’altro.

insomma, in ambito economico, Renzi viene trattato come merita, da somaro.

ma l’Unione Europea, alla fine, ha preferito lasciargli ancora un po` la corda sul collo.

gli ha bocciato non la finanziaria 2016, ma quella 2017 che Renzi aveva in mente.

mossa prettamente politica:

l’Europa decide di continuare a rischiare i suoi soldi con l’incompetente al governo,

pur di provare a tener lontana l’Italia da Grillo e Salvini…

insomma, Renzi lo sta salvando Grillo, in poche parole;

ma nessuno glielo dica…

. . .

Renzi all’Europa ha promesso di si`, per tirare a campare.

ma tanto qualunque cosa dica non puo` essere presa sul serio.

di fronte a lui, Berlusconi era un maestro della menzogna coerente;

Renzi mente continuamente, ma a vanvera.

ma niente paura,

il popolo che si e` sciroppato Berlusconi per quasi vent’anni,

credete che abbia difficolta` a digerire Renzi per altrettanti,

dipendesse solo da lui?

. . .

del resto sul piano interno Renzi ha firmato col referendum costituzionale prossimo venturo la sua assicurazione sulla vita.

mossa tattica abile, indubbiamente.

la catastrofe che subira` alle amministrative avrebbe segnato la morte politica di qualunque presidente del consiglio.

ma per volonta` sua siamo gia nel pieno della campagna per il referendum costituzionale,

chi e il pazzo che puo pensare di cambiare cavallo, anzi renzino, in un momento simile?`

tutto puo` ancora succedere,

ma la devastazione della Costituzione e`un obiettivo troppo importante per i mandanti di Renzi per metterlo a rischio.

anche se i dubbi crescono sulla sua tenuta, impossibile provocare una crisi.

al momento.

. . .

se sapessero solo rispondere come consigliava Pertini: a brigante brigante e mezzo,

l’opposizione a Renzi, per vincere il referendum sulla Costituzione, dovrebbe almeno tentare l’impresa di parlare per ora soltanto delle ammnistrative,

e lasciarlo a ciarlare da solo, rompendo le scatole al pubblico.

un Renzi adeguatamente indebolito dalle elezioni comunali sarebbe anche molto meno credibile al referendum.

ma tu vallo a spiegare…

. . .

quindi, per le mie facili previsioni sulla caduta di Renzi, eccomi col capo cosparso di cenere.

nessuno si sarebbe ricordato della mia previsione troppo ottimista, ma io preferisco dirla e fare i conti con me stesso.

. . .

cosi` temo di essere stato altrettanto ottimista sul referendum costituzionale.

qui sfugge a tutti i poco abili strateghi del no che la tattica di Renzi e del suo consulente americano e` una sola: portare la gente a votare.

il risultato non avra` proprio niente a che fare con i contenuti, su cui tutti ci rompiamo la testa.

basta qualche slogan idiota a spazzare via i contenuti studiati dai competenti.

il risultato dipende soltanto dal tasso di partecipazione.

se votano pochi, votano gli informati.

se sono in tanti a votare, il voto conforme prevale.

. . .

per questo si inizia la campagna sei mesi prima

perche` bisogna convincere la palude teledipendente che al referendum si gioca chissa` che,

e che e` di gran moda correre a votare.

intanto i sondaggi – anche se non valgono una cippa – dicono che il numero dei contrari cresce.

infatti, via via che la gente si informa, le possibilita` di votare quella schifezza scendono.

ma nello stesso tempo i si` si rafforzano e appaiono oggi in chiara maggioranza.

mentre due settimane fa erano quasi pari ai no.

dove sta il segreto?

nel portare a votare piu` gente possibile.

piu` gente vota, piu` votera` gente acritica, quella che segue l’onda.

la vedo male…

 


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.