10 risposte a "settant’anni di repubblica italiana – 259"

    1. non so se intendo bene l’esordio.

      ho letto poco fa un post su un sito cattolico integralista che rilancia la bufala accertata come tale dei brogli elettorali nel referendum del 1946 con argomenti assolutamente inconsistenti e puramente suggestivi per i suggestionabili.

      basta pensare che alle elezioni per la Costituente svoltesi contemporaneamente al referendum i partiti repubblicani presero l’80% dei voti, per capire la inconsistenza del tema.

      quanto all’argomento che doveva esserci la maggioranza dei votanti e non solo quella dei voti validi per poter accettare la scelta, e` ininfluente, dato che ci fu anche quel tipo di maggioranza, pur se minore, e nasce dalla confusione con i referendum attuali.

      quello infatti non era un referendum abrogativo.

      pensare poi che la Corte di Cassazione, di composizione e storia ben nota, si sia prestata ad avallare dei brogli e` abbastanza ridicolo.

      quindi non furono i brogli a salvarci dalla scellerata dinastia dei Savoia (e neppure Scalfari, che ha recentemente raccontato di avere votato per la monarchia), ma l’Italia della Resistenza nel Centro-Nord, dove la repubblica vinse.

      il sud del voto ampiamente controllato dalla mafia voto` infatti per la monarchia.

      Piace a 1 persona

        1. occorre ricordare il complesso rapporto stabilito in quegli anni tra mafia e governo americano, il separatismo siciliano, il bandito Giuliano…

          vi era un blocco sociale conservatore, che allora fu monarchico.

          del resto nel sud il voto e` sempre stato controllato strettamente dal potere locale, fin dai tempi di Giolitti, quando fu introdotto il suffragio universale.

          Piace a 1 persona

    1. ma Firenze fu capitale del regno d’Italia dal 1865 al 1870, sotto i Savoia.

      pare che sia tornata ad esserlo 150 dopo, di fatto, sotto Renzi…

      speriamo che duri un po` di meno… 🙂

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.