la routine, e la promulgazione delle leggi – la deforma-Costituzione renzina, artt. 73 e 74 – 274

ed ora due articoli con modifiche poco significative, e quasi di routine…

images (1)

. . .

Costituzione art. 73

.1. Le leggi sono promulgate dal Presidente della Repubblica entro un mese dall’approvazione.

.2. Se le Camere, ciascuna a maggioranza assoluta dei propri componenti, ne dichiarano l’urgenza, la legge è promulgata nel termine da essa stabilito.

.3. Le leggi sono pubblicate subito dopo la promulgazione ed entrano in vigore il quindicesimo giorno successivo alla loro pubblicazione, salvo che le leggi stesse stabiliscano un termine diverso.

. . .

Costituzione art. 73 riforma Berlusconi (in neretto le modifiche o le aggiunte)

.1. immutato

.2. Se le Camere, ciascuna a maggioranza assoluta dei propri componenti, e secondo le rispettive competenze ai sensi dell’articolo 70, ne dichiarano l’urgenza, la legge è promulgata nel termine da essa stabilito.

.3. immutato

. . .

Ed ora vediamo che cosa succede con Renzi:

Costituzione art. 73 riforma Renzi (in neretto le modifiche o le aggiunte)

.1. immutato

.2. Le leggi che disciplinano l’elezione dei membri della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica possono essere sottoposte, prima della loro promulgazione, al giudizio preventivo di legittimità costituzionale da parte della Corte costituzionale su ricorso motivato presentato da almeno un quarto dei componenti della Camera dei deputati o almeno un terzo dei componenti del Senato della Repubblica, entro dieci giorni dall’approvazione della legge, prima dei quali la legge non può essere promulgata. La Corte costituzionale si pronuncia entro il termine di trenta giorni e, fino ad allora, resta sospeso il termine per la promulgazione della legge. In caso di dichiarazione di illegittimità costituzionale, la legge non può essere promulgata.

.3. (= 2.) Se la Camera dei deputati, a maggioranza assoluta dei suoi componenti, ne dichiara l’urgenza, la legge è promulgata nel termine da essa stabilito.

.4. (= 3.) immutato.

. . .

In questo caso il giudizio sul comma 2 aggiunto da Renzi non puo` essere che assolutamente positivo, senza riserve.

a volere essere proprio pignoli, si puo` osservare che non e` previsto il caso, abbastanza comune, di una dichiarazione di illegittimita` costituzionale parziale.

ma dovrebbe andar da se` che in un caso simile la legge verra` promulgata senza le parti dichiarate incostituzionali.

sempre per amore di sottigliezza, osservo anche che non capisco bene perche` queata procedura sia limitata alle sole leggi elettorali e non a tutte le leggi in genere, ma in particolare a quelle di modifica della Costituzione, che devono essere coerenti, come tutte le altre, con i principi generali della Costituzione.

. . .

Comunque il giudizio rimane positivo, nonostante i limiti.

E siccome ritengo che questo giudizio positivo possa essere diffuso, allora mi domando perche` questo articolo non e` stato approvato separatamente, con una legge distinta, che sicuramente non sarebbe stata sottoposta a referendum.

L’articolo non risulta cosi` connesso al resto della riforma da non poterne prescindere.

. . .    . . .     . . .

Costituzione art. 74

.1. Il Presidente della Repubblica, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere una nuova deliberazione.

.2. Se le Camere approvano nuovamente la legge, questa deve essere promulgata.

. . .

Costituzione art. 73 riforma Berlusconi (in neretto le modifiche o le aggiunte)

.1. immutato

.2. Se le Camere, secondo le rispettive competenze ai sensi dell’articolo 70, approvano nuovamente la legge, questa deve essere promulgata.

. . .

Ed ora vediamo che cosa succede con Renzi:

Costituzione art. 73 riforma Renzi (in neretto le modifiche o le aggiunte)

.1. immutato

.2. Qualora la richiesta riguardi la legge di conversione di un decreto adottato a norma dell’articolo 77, il termine per la conversione in legge è differito di trenta giorni.

.3. Se la legge è nuovamente approvata, questa deve essere promulgata.

Nel comma 2, aggiunto, una integrazione di routine, che integra opportunamente una piccola carenza della Costituzione attuale.

 

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...