la regola della mano nella dieta e la dottoressa supplente – 300

 ieri vado dal mio medico di base, tra una passeggiata e l’altra.

– ma, a proposito, eccone un’altra, di qualche giorno fa, in video.

– ci trovo, al suo posto, una dottoressa supplente, giovane, carina ed entusiasta.

(purtroppo sposata).

. . .

avevo raccolto tutto il mio coraggio

perche` volevo dirgli che ho provato qualche tempo fa una prima pillola, ordinata dallo specialista,

e mi sono sentito poco bene per l’intera giornata.

non ho proprio intenzione di cominciare neppure la terapia di due medicinali al giorno…

insomma, la vita del malatino cronico non fa per me.

volevo che mi desse una specie di consenso o almeno di non dissenso,

ma mi sarebbe bastato anche un non divieto assoluto.

ma per fortuna c’e` lei, e tutto risulta piu` facile.

. . .

le riferisco dei risultati degli ultimi controlli fatti: sono nella norma!

e senza medicinali.

effettivamente, mi fa lei, Lei e` un borderline: non si puo` dire che sia propriamente un malato.

bravaaaa!!!

e tra me sogghigno: anche mentalmente, che ti credi? 🙂

e se con un mese di dieta e` rientrato nella norma, io continuerei cosi`;

naturalmente si controlli ogni tanto…

la bacerei…

(potendo, l’avrei baciata lo stesso, anche se mi avesse dato torto,

ma con meno entusiasmo…).

. . .

ma eccola che continua, le piace parlare, evidentemente.

e a me piace ascoltarla.

noi italiani abbiamo la fortuna della dieta mediterranea; e` perfetta,

l’unico problema e` che abusiamo del cibo.

basta seguire la regola della mano, la conosce?

e mostra la mano graziosa.

carboidrati, riso, pasta? un pugno.

per i maschi, due, perche` hanno un altro metabolismo.

proteine? una mano aperta (sempre due per i maschi): la bistecca deve essere grande cosi`

e i grassi? un pollice in tutto, come un cucchiaino.

. . .

guardo meravigliato per tanta semplicita`.

e scrivo questo post per trasmetterla anche a voi.

le racconto che sto molto meglio, dopo avere perso i miei 6-7 chili.

che vivere sempre con un languorino addosso non e` male, se ci si abitua.

del resto in India e altrove per molti e` assolutamente normale.

che ogni tanto devo cedere ed abbuffarmi, pero`.

e lei mi da` sempre ragione.

. . .

com’e` che siamo andati a finire a parlare del Giappone?

ah, si`… lei mi ha detto, come lo specialista, di camminare molto.

(pioggia continua permettendo, quest’anno, ho commentato tra me).

e io ho cominciato a dirle che viaggio molto,

e che in viaggio cammino molto, mangio poco e dimagrisco.

ed ecco: lei mi ha detto che e` stata in Giappone, appunto, e che le e` piaciuto moltissimo..

anche a me, anche a me.

. . .

insomma, ci sono due regole per una dieta che aiuti a stare bene:

la regola della mano

– e io ho anche la mano piccola

– e viaggiare molto.

ora non posso, per problemi di soldi e di casa da ristrutturare, ma per i settant’anni vorrei fare il mio secondo round the world, le dico.

ma in India, a gennaio, forse un viaggio potrei permettermelo.

e lei mi fa: bravo!

. . .

come e` brava la mia dottoressa supplente!!!

mi ha fatto sentire un poco in India e un poco in Giappone:

guardavo ancora una volta una geisha graziosa e gentile.

e credo che questa sia la terza regola per farci sentire in salute.

Annunci

2 thoughts on “la regola della mano nella dieta e la dottoressa supplente – 300

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...