il dopo-Renzi nella sfera di cristallo – 310

Sconfitta netta e senza attenuanti a Roma e Torino contro le candidate M5s.

dal commento ufficiale del Partito Democratico alle elezioni amministrative

effettivamente: 32,8% a Roma, 45,4% nella roccaforte di Torino; e hanno voluto dimenticare Napoli: 33,2%.

sul 50% dei votanti…

Vittoria chiara e forte a Milano e Bologna contro i candidati delle destre.

si consolano cosi`.

chiara e forte vittoria a Milano col 51,7%?

ed essere contenti di prendere a Bologna il 54,6% contro la Lega?

contenti loro…

. . .

il dato chiaro e` quello che gia` si sapeva.

che dove Renzi deve confrontarsi con le destre quasi sempre vince di un soffio (ma a Trieste ha perso anche contro la destra, col 47,4% dei voti…)

viene travolto da percentuali bulgare (67,2%, 61,8%), dove si confronta con altri schieramenti politici nuovi, 5 stelle o il populismo arancione di De Magistris a Napoli.

ora sara` divertente vederli correre ai rimedi e cambiare la legge elettorale che hanno appena fatto?

no, a quella pensera` la Corte Costituzionale immagino…

. . .

attenzione, pero`, agli entusiasmi facili: l’Italia non e` le sue grandi citta`; la vera Italia e` la provincia dispersa.

qui il renzismo non e` sotto il 20% dei consensi reali, come a Roma o a Napoli.

e tuttavia il quadro generale resta molto negativo per Renzi.

. . .

la fine del renzismo e` cominciata col referendum sulle trivelle,

gia`: vinto sulla carta, per via delle astensioni, ma perso in termini politici reali.

perche` chi ha pigliato il 31% dei voti contro Renzi in un paese dove si astiene quasi meta` dell’elettorato, avra` anche perso il referendum dal punto di vista pratico, ma ha vinto politicamente.`

e soprattutto il referendum sulle trivelle ha aperto gli occhi su un leader al servizio dei poteri forti.

la scommessa di Renzi era di battere il grillismo con un populismo diverso, ma improvvisato e posticcio.

non ha funzionato e Renzi e` finito.

sono bastati due anni, eh?

(che vi avevo detto?)

. . .

la fine del renzismo potra` essere rinviata o comincera` subito?

quanto coraggio avranno adesso nel liberarsi di lui?

poco, immagino.

e se pensiamo che toccherebbe a quel cuordileone di Mattarella prendere la situazione in mano…

forse aspetteranno ottobre e il referendum?

ma allora si perdono la deforma-Costituzione per strada!

. . .

dalla confusa opposizione interna non mi aspetto nulla di buono:

il genio politico D’Alema ha scelto proprio il momento giusto, ieri, per far sapere di avere votato l’assurdo Giachetti.

e comunque insistere su Renzi per chi lo ha messo al potere e` suicida.

Renzi e` un’auto con le quattro gomme a terra: non va piu` da nessuna parte.

da un lato sembra difficile liberarsi di lui prima di ottobre (ma vedremo Verdini e Alfano che cosa faranno).

dall’altro lato tenerlo in piedi ancora significa andare a una sconfitta annunciata ad ottobre sul referendum costituzionale…

pero` la sua riforma attira parecchi anche dei suoi avversari di facciata.

. . .

Renzi oramai e` diventato un impiccio e un problema.

si`, dal loro punto di vista, la scelta migliore, sarebbe che:

– Renzi cada subito,

– ci sia un nuovo governo di unita` nazionale (senza 5 stelle, ovviamente, dato che loro non sono nazionali),

– si faccia subito una nuova legge elettorale senza premio di maggioranza,

e si provi a far passare la deforma-Costituzione lo stesso.

oppure che la si lasci del tutto al suo destino, tanto non serve piu`.

. . .

la soluzione che serpeggia, secondo me, e` un governo tecnico che ci liberi di Renzi subito.

per cambiare la legge elettorale e rendere le coalizioni inevitabili.

quelle fra destra e sinistra tradizionali, ovviamente, e contro i 5 stelle.

e assieme provare a far passare la deforma-Costituzione senza di lui.

sarebbe piu` facile riuscirci.

. . .

sbagliero`, ma questo mi sembra lo scenario piu` probabile:

Renzi, quindi, che rimane soltanto segretario del Partito se-dicente Democratico.

a garanzia del fatto che questo rimanga un baluardo dei poteri forti.

e Boeri o chi per lui al governo.

poi provare a vincere comunque il referendum sulla Costituzione.

. . .

mi accorgo che guardare nella sfera di cristallo e` pero` diventato difficile…

il cristallo e` fragile.

e quella di Renzi e` una sfera di cristallo che e` andata in pezzi.

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...