Erdogan e la democrazia che non torna – 355

qualcosa non torna.

dunque, chi si ribella a un dittatore e` un golpista?

certo – si risponde – se il dittatore ha l’appoggio della maggioranza.

e a dirlo sono i governi democratici, dall’alto delle loro maggioranze.

(non sempre tali, del resto).

. . .

ma le dittature hanno sempre, o quasi sempre, l’appoggio della maggioranza!

e` l’arte specifica della dittatura quella di conquistare la maggioranza dei consensi con la forza.

o con altri sistemi che ne sono l’equivalente.

Hitler e Mussolini non andarono al potere vincendo regolari elezioni?

pensate che esisterebbe il suffragio universale se non si fosse sicuri di far votare il popolo come si vuole?

aspettate di vedere che il popolo si ribella anche sul piano elettorale

e ve la raccomando la vostra democrazia parlamentare!

. . .

non e` il consenso della maggioranza che fa la differenza fra democrazia e dittatura.

e` il rispetto della minoranza o delle minoranze che distingue una democrazia dall’odiosa manifestazione della forza del potere.

e quando la minoranza e` oppressa non ha tutto il diritto di ribellarsi?

sucsate il sessantottismo: ribellarsi e` giusto.

cop

. . .

ma allora questi nostri governanti che si dicono democratici?

e poi condannano chi si ribella ad una dittatura democratica come quella di Erdogan che opprime gli oppositori?

avrebbero condannato anche chi si ribellava ad Hitler o a Mussolini?

se c’era bisogno di un’altra prova per sapere che le nostre democrazie sono dittature mascherate, ecco l’avete avuta…

. . .

altro conto e` dire che, dove la dittatura ha il solido e convinto appoggio della maggior parte del popolo, ribellarsi con forme violente e` soltanto una forma di suicidio che la rafforza.

provare a ribellarsi a una dittatura, anche in forma violenta, ha un senso soltanto quando la dittatura sta gia` cadendo da se`.

bel paradosso.

ma non vedete una voglia eccessiva di suicidio in giro?


6 risposte a "Erdogan e la democrazia che non torna – 355"

    1. il caos dei fatti e delle notizie impedisce una piena valutazione.

      una cosa certa da tempo, peraltro, e` che Erdogan e` uno squilibrato.

      ed infelice il popolo che si mette nelle mani di uno squilibrato…

      "Mi piace"

      1. considerato che i militari avevano caccia sotto il loro controllo è assurdo che Erdogan sia riuscito a fare quel volo indisturbato come pare da flightradar. Sorge il dubbio che se lo sia fatto da solo il colpo di stato.

        "Mi piace"

        1. questa tesi si sta allargando, ma io la considererei con molta prudenza.

          quello che citi, per ora e` soltanto un labile indizio, anzi forse meno che un indizio.

          credo che ci sia bisogno di piu` elementi per convincersi di questa tesi.

          ad ascoltare chi l’ha lanciata, questo colpo di stato fallito sarebbe dunque l’equivalente dell’incendio del Reichstag, attribuito ai comunisti, che servi` a Hitler nel febbraio 1933 come passaggio chiave per l’instaurazione della dittatura, attraverso un decreto che aboliva molti dei diritti politici della Costituzione di Weimar.

          ritengo Erdogan perfettamente capace in teoria di una mossa del genere.

          ma, al momento, lo scenario complessivo di questa tesi complottista mi pare abbastanza poco credibile.

          mi pare molto piu` semplice e plausibile pensare che l’aviazione non abbia partecipato attivamente al golpe o addirittura lo abbia contrastato almeno in parte, come dimostrerebbe anche l’episodio di un elicottero degli insorti centrato ad Ankara da un missile di un F-16.

          "Mi piace"

          1. l’aviazione ha partecipato in parte, ma l’aereo era facilmente identificabile siccome aveva tutti i sistemi di posizionamento attivi. Lo hanno scortato? chi?

            e poi perché bisognava togliere la luce alla base Nato per arrestare un generale? per braccarlo al buio quando andava in bagno?

            "Mi piace"

            1. e` facile rispondere sul secondo punto: Erdogan riteneva, a torto o a ragione, che gli USA potessero essere implicati in questo tentativo di golpe; nonmanca neppure qualche notizia su un piccolo casuale appoggio, in effetti; e dunque ha ordinato, oppure qualcuno lo ha fatto spontaneamente, ma quasi interpretando il suo pensiero, che fosse bene neiutralizzare la base americana…

              per il primo punto, invece, la confusione e l’approssimazione di questo golpe sono una spiegazione sufficiente.

              potrebbe anche essere che Erdogan fosse anche gia` stato messo in preallarme da qualcuno che era stato sondato preventivamente dai golpisti e che aveva fatto credere loro di appoggiarli?

              sono ipotesi molto difficili da dimostrare e dunque forse e` meglio lasciarle cadere per non farsi prendere dal cmplottismo universale.

              la sostanza della questione e` che i sostenitori di Erdogan sono scesi in piazza e hanno fatto fallire il golpe.

              la sostanza della questione e` che al momento Erdogan gode ancora di un importante appoggio popolare.

              a differenza di Morsi in Egitto, contro il quale invece il golpe e` riuscito, e proprio per questo stesso motivo: che l’opposizione a lui era oceanica.

              Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.