dimentiCarlo? Zerocalcare e l’economia dell’odio – 362

Zerocalcare oscurato su Facebook.

lui, naturalmente,

non i fascisti che lo insultavano in rete.

. . .

il fascismo, l’odio, esistevano anche cinquant’anni fa.

ma erano molto meno visibili.

la rete li moltiplica e li potenzia.

(mi sono segnato qualche settimana fa la storia del computer capace di apprendere:

inviato in espolorazione nel continente virtuale dei socialmedia,

ne e` tornato in poche ore razzista e filo-nazista).

. . .

fino a qui ci siamo tutti, vero?

adesso un altro piccolo passo avanti…

perche` la rete moltiplica l’odio?

perche` l’odio rende

e l’amore e il ragionamento rendono molto meno.

sfruttare economicamente l’odio:

e` neo-liberismo anche questo.

il neo-liberismo degli istinti liberi. 

. . .

manca soltanto un nuovo filosofo,

possibilmente inglese,

che ci spieghi come dall’odio libero,

non solo dall’egoismo libero di chi lavora per guadagnare denaro e potere,

nasce un mondo migliore.

. . .

odio ed egoismo liberi:

il migliore dei mondi possibili.

Annunci

30 thoughts on “dimentiCarlo? Zerocalcare e l’economia dell’odio – 362

  1. @ Raphael Pallavicini

    mettiamo le cose in chiaro:

    1. se tu mi dici che non volevi chiedere la censura criticando il mio post che criticava la censura di zerocalcare operata da facebook, io ti credo.

    vedi commento in fondo di oggi ore 14:10

    2. tu dici che associo spesso e volentieri leghisti a fascisti come se fossero di fatto la stessa cosa.

    qui non mi pare di averlo fatto, intanto.

    poi, quando comparve Bossi all’orizzonte politico, piu` di trent’anni fa, io, certamente democratico e di sinistra, me ne andai con la famigliola a sentirlo a una delle prime Pontida, per farmi un’idea personale e, dopo averlo ascoltato, conclusi che non era fascista, come si diceva.

    alcuni dei suoi temi mi interessavano – eravamo ancora prima di Mani Pulite, figurati…

    credo di non avere sbagliato nel distinguerlo dai fascisti, anche se poi si e` alleato con loro e personalmente si e` rivelato un grossolano imbroglione.

    cosi` ritengo tuttora che leghisti e fascisti siano due fenomeni politici diversi, anche se Salvini ha diminuito le distanze.

    assimilo leghisti e fascisti su un piano soltanto, quello del razzismo, perche` in questo sono effettivamente indistinguibili, a me pare.

    dici che sono in malafede?

    poco gentile da parte tua.

    Mi piace

  2. A me sembra che le vignette di zerocalcare spesso e volentieri siano piene d’odio. Verso i poliziotti, verso chi non si ribella, verso chiunque non è come lui. È nei fatti un “fascista rosso”. Già perché la violenza contro l’avversario politico – o il poliziotto – lui la invoca apertamente. Se son fascisti quelli neri, lui è un fascista rosso. Nonostante tutta la vena satirica che ha.

    Mi piace

      1. No, assolutamente. Stò dicendo che invoca gli stessi metodi di quelli che lui classifica come “fascisti”. Che poi siano fascisti sia lui che quelli che gli han fatto chiudere la pagina non ci piove.
        Dato che sia zerocalcare che la destra nera sono per la violenza nei confronti dell’avversario politico ai miei occhi diventano entrambi esecrabili

        Mi piace

            1. sei sicuro di non soffrire di ironi-stenia?

              e` una forma acuta di mancaza di senso dell’umorismo.

              colpisce in maniera massiccia ed evidente i fanatici di ogni risma.

              coloro che ne sono affetti sono incapaci di afferrare il senso positivo di una aggressivita` che si fa verbale e diventa sarcasmo,

              anziche` passare alle vie di fatto,

              alle quali loro sono portati come forma di reazione esclusiva.

              naturalmente, quindi, reagiscono ad una aggressione soltanto simbolica e fondata sul paradosso, con forme di aggressione diretta.

              anche a me certe vignette di destra danno fastidio

              (mi viene in mente in passato Jacovitti, ma tu saprai indicarmi certamente degli autori piu` aggiornati;

              anzi, faccio uno sforzo e ne indico uno io: l’ultimo Vincino).

              ma non mi sogno minimamente di pensare neppure che vadano censurate.

              ti ricordo l’art. 21 della Costituzione,

              dalla quale evidentemente sei fuori:

              Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
              La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
              Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili. (…)

              le vignette che mi hai indicato possono essere piu` o meno apprezzabili,

              ma pensare di censurarle e` semplicemente criminale.

              in ogni caso Facebook non ha il diritto di farlo,

              Facebook e` fuori dalla Costituzione e sta creando un universo giuridico parallelo dove i diritti costituzionali sono cancellati.

              e da sempre facebook protegge i fascisti e censura i loro avversari politici.

              comunque Facebook, in quanto servizio di pubblicazione, per rimuovere un contenuto dalla sue pagine dovrebbe unicamente rivolgersi all’autorita` giudiziaria.

              lascio poi da parte la vera e propria aberrazione di giustificare la censura di una cosa diversa scritta oggi da qualcuno con quello che ha scritto anni fa.

              siamo alla censura a vita, secondo te.

              semplice variante della soppressione fisica dell’avversario politico

              o di chi esprime opinioni diverse dalle tue.

              Mi piace

              1. La costituzione stabilisce che tutti hanno diritto di manifestare la propria opinione etc. etc. ma non impone che io debba mettere a disposizione la mia casa, il mio blog, il mio giornale per permettere loro di manifestarla. FB piaccia o no è una ditta privata, e per di più americana, non un servizio pubblico quindi, in punta di diritto, ha tutto il diritto di censurare e segare chiunque non li vada a genio, soprattutto se la persona usa uno spazio gratuito e non un servizio commerciale a pagamento.
                Nulla e nessuno impedisce a zerocalcare di pubblicare i suoi contenuti su altri siti, di aprire un suo sito, di comunicare in altri posti e modi, quindi l’accusa di fascismo verso FB mi sembra gratuita.
                Occhio che ad invocare la Costituzione in una situazione poco attinente si rischia di far apparire un diritto “il diritto ad esprimere la propria opinione” come un capriccio “rivoglio la pagina FB uhè uhè”.

                Mi piace

                1. ma hai perfettamente ragione!

                  ho messo una frase di troppo…

                  Facebook e` un’impresa privata.

                  da sempre filo-fascista e filo-razzista.

                  ha il diritto legale di fare quel che vuole e di espellere chi vuole dalla propria piattaforma.

                  basta saperlo e non farla passare per qualcosa di civile, democratico, aperto a tutti e politically correct!

                  questo non dovrebbe impedire, anzi favorire, che si dica che Facebook agisce, per quanto la riguarda e per quel che legalmente puo`, in modo contrario ai valori costituzionali di liberta` di espressione.

                  grazie del commento.

                  Mi piace

              2. Già che ci siamo, perché non citare Vauro? “Il leghista non è un umano”.
                Ancora una volta togliere lo status di umano all’avversario per non liberare da scrupoli morali chi finirà per ammazzarlo.
                Guarda caso lo stesso metodo che ritrovi decine di volte nel corano.
                Comincio a capire perché nazismo e sinistra estrema vanno così d’accordo con islam.

                Mi piace

                1. ma, scusa, l’hai vista di persona la vignetta di Vauro?

                  http://www.ilgiornale.it/news/politica/vauro-vignetta-che-infama-salvini-leghista-non-umamo-1287038.html

                  dice esattamente il contrario di quello che gli fai dire tu, assieme al Giornale che la riporta, cambiandone totalmente il significato.

                  oppure c’e` qualche altro testo diverso da questo?

                  molto paradossale e divertente, ma in nessun punto nega davvero che Salvini sia un essere umano, dai.

                  dice che, a volte, pensando che lo e`, ci si vergogna a dovergli riconoscere questa natura, questo si`…

                  Mi piace

                    1. ma qui torniamo all’irono-stenia! 🙂 🙂 🙂

                      secondo te c’e` al mondo una qualche persona sensata (a parte te… 😦 ) che puo` pensare che davvero Salvini dica o anche solo pensi le battute che Vauro gli mette in bocca?

                      ma dai!!!

                      Mi piace

                    1. ok, l’ho vista anche la seconda volta,

                      grazie di avermela rimandata… 🙂

                      ma non mi pare molto diversa dalle imitazioni ironiche che fa Crozza di questo e di quello, scusa…

                      Mi piace

                    2. Ho smesso di guardare la televisione da un paio d’anni. Anche prima Crozza l’ho solo visto di striscio. Il più delle volte lo rivedo su YouTube… trasmissioni sue credo di non averne mai viste.

                      Mi piace

            1. scusa, ma soffro di idiosincrasia per i fumetti.

              sono una forma di espressione che non mi e` proprio congeniale e faccio fatica a seguirli.

              quindi non entro nel merito perche` non ho nessuna voglia di cavarmi gli occhi per cercare non so bene che cosa, che ti disturba.

              qualunque cosa abbia scritto Zerocalcare, ne ha il diritto costituzionale, se non e` un appello diretto alla violenza.

              e in questo caso spetta alla magistratura intervenire.

              ma io non credo che si dovesse o si potesse ordinare a Dostoevskij di smettere di scrivere perche` aveva pubblicato Delitto e castigo.

              neppure la Russia zarista oso` farlo.

              ricordo che Dostoevskij peraltro era stato perfino arrestato e condannato a morte come terrorista e sfuggi` alla impiccagione per un soffio.

              la grazia che trasformava la condanna in lavori forzati a vita gli venne comunicata soltanto quando era gia` sul patibolo.

              Mi piace

                1. confermo l’ironi-stenia.

                  credi davvero a quello che hai scritto qui sopra?

                  in questo caso sei preoccupante, letteralmente.

                  adesso prendimi pure alla lettera e dammi del razzista:

                  secondo me il problema è genetico: ti manca il gene dela lingua arrotolata… 🙂

                  ad ogni buon conto ti preciso che quella di qui sopra è una semplice battuta e una forma di ironia.

                  ma, se ti manca quel gene, difficilmente puoi capire che cosa vuol dire…

                  Mi piace

                  1. Io apprezzo l’ironia. Tutti gli altri suoi lavori sono ironici. Quella non è ironia. Non è neanche satira. Quella è la manifestazione del suo pensiero. Lui pensa oppure insegna che ammazzare chi non la pensa come te sia giusto. Pensa oppure insegna che ammazzare infanti per la sola colpa di essere figli del tuo nemico politico si può fare col sorriso sulle labbra. Sostituisci “fascista” con “kafir” e “antifa” con “Daesh” ed ottieni la stessa cosa. Son passati decenni ma – da ambo le parti – i cattivi maestri continuano a spuntare come funghi.
                    Esattamente come il corano che considera bestie non umane i kafir – cioè io e te – così zerocalcare instilla l’idea che se non sei dalla sua parte allora sei un rifiuto, non sei umano.
                    Io non lo censurerò ma posso stigmatizzarlo e disprezzarlo. E questo faccio.
                    Perché tu ci vedi l’ironia ma hai anche esperienza. Non mi stupirei di scoprire che tra i giovani lettori di zerocalcare ci sia più d’uno che metta in pratica quelle vignette.
                    Ed ancora una volta voi che vi ritenete la parte giusta ed intelligente sostenete che il problema non sono i predicatori d’odio come zerocalcare ma quelli che fanno notare che costoro seminano odio.
                    Dici che non capisco. Allora facciamo così: immagina quella vignetta al contrario, col fascista che ammazza il figlio in fasce di un frequentatore di centro sociale.
                    Sforzati di farlo!
                    Ma fallo per davvero!
                    Una vignetta in cui si invita il fascista ad ammazzare il comunista in fasce farebbe scattare istantaneamente la legge Mancino.
                    Se davvero non riesci a vedere il pericolo di seminare nelle menti idee del genere allora non sarò io ad avere la coscienza i morti delle violente venture ma tu.
                    La pace – quella vera – ci sarà solo quando gente come zerocalcare andrà in giro a dire che quella sua vignetta è stato un colossale errore. Ma non sarò certo io ad obbligarlo.

                    Mi piace

                    1. parte 1 del tuo commento:
                      secondo te zerocalcare nella vignetta che mi hai mandato non e` ironico; secondo me, palesemente, si`; legittima differenza di valutazioni; ammettiamo che ciascuno di noi due possa difendere la sua opinione senza invocare che qualcuno tappi la bocca all’altro?: direi di si` e sono anche sicuro che siamo d’accordo su questo.

                      parte 1bis del tuo commento:
                      ma ci sono in giro degli imbecilli che non capiscono l’ironia e potrebbero prendere alla lettera la vignetta.
                      e allora che cosa facciamo, scusa? proibiamo la Modesta proposta di Swift, 1729?
                      «un metodo onesto, facile e poco costoso» di trasformare il problema della sovrappopolazione tra i cattolici irlandesi nella sua stessa soluzione: ingrassare i bambini denutriti e darli da mangiare ai ricchi proprietari terrieri anglo-irlandesi. I figli dei poveri potrebbero essere venduti in un mercato della carne all’età di un anno per combattere la sovrappopolazione e la disoccupazione.

                      vietiamo la satira per legge?

                      massacriamo gli scrittori satirici come fanno i nazi-islamisti?

                      oppure proviamo a spiegare agli stolidi che si tratta di satira?

                      parte 2 del tuo commento:
                      dovrebbe scattare la legge Mancino.

                      lascio ai giudici di decidere se farlo; l’istigazione alla violenza, anche politica, non ha colore.

                      ma i giudici italiani mi paiono di manica piuttosto larga, visto che hanno assolto perfino Erri De Luca dopo le sue istigazioni al sabotaggio…

                      conclusione: sono troppo ottomista, troppo indulgente, troppo miope?

                      legato ad altri momenti?

                      ma nella mia vita ho sempre pensato che chi andava a cercare lo scontro fisico con i fascisti o con i leghisti era soltanto un imbecille, abbastanza frustrato di suo…

                      dici che giudico il mondo in modo troppo favorevole?

                      puo` darsi che venga un momento storico nel quale neppure l’ironia potra` piu` essere tollerata; dopotutto il fascismo e` gia` esistito.

                      per ora continuo a usifruire della mia liberta` di esprimermi e di criticare chi inneggia alla censura dei dissidenti rispetto a lui.

                      Cina, Putin, Erdogan, islamisti di ogni tendenza: ne abbiamo gia` anche troppo di assolutisti in giro…

                      Mi piace

                    2. Apprezzo molto questo tuo commento con una lampante eccezione: tu associ spesso e volentieri leghisti a fascisti come se fossero di fatto la stessa cosa.
                      Dimentichi sempre che mai ad una manifestazione della lega ci sono state violenze causate dai leghisti. Anche nei fatti di via Bellerio con la polizia mandata dal giudice Papalia i leghisti son quelli che le hanno prese dai poliziotti. Vedi Maroni.
                      Il tuo accostamento è strumentale e sembra in malafede.
                      Inoltre tu continui a lasciare intendere che io approvi la censura. IO SONO CONTRARIO ALLA CENSURA e l’ho provato nei fatti riproponendo spesso e volentieri materiale censurato da altri. Ma ritengo altrettanto doveroso segnalare le cose sbagliate e malvagie che vedo. E quelle vignette di zerocalcare – non tutta la sua produzione – sono malvagie.

                      Mi piace

              1. Un inciso. Io sono talmente censore che ho ricopiato le sue vignette. Sono il contrario della censura. Io sono paladino della dea Tutte è combatto il demone della rete evanescente ovunque anche quando è mascherato da censura. Ma quando una cosa è sbagliata o malvagia devo dirlo, non posso tacere

                Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...