Archibugi contro Erri De Luca – 363

ecco Francesca Archibugi,

grande autrice cinematografica,

che scrive un tweet carinissimo e molto poetico su Carlo Giuliani:

Carlo Giuliani oggi ha 38 anni.

Lavoro, figli, giornate belle e brutte come tutti.

Ride del ragazzino con l’estintore.

Non è più estremista.

. . .
.
la cosa non va proprio giu` al trucido Erri De Luca:
.

L’accostamento del verbo ‘ridere’ a questa vicenda è un oltraggio alla sua morte e al lutto di molti.

Carlo Giuliani non è morto mentre maneggiava un estintore.

E’ stato ucciso da un carabiniere in servizio di ordine pubblico che gli ha sparato a distanza ravvicinata con la sua pistola d’ordinanza calibro nove.

E’ stato poi calpestato dal Defender guidato da un altro carabiniere.

. . .

credo che a De Luca non vada giu` perche` Francesca ha delineato un percorso morale che allontana dalla violenza politica.

quello che molti percorrono allontanandosi dall’estremismo dei giudizi e dei comportamenti tipicamente adolescenziale.

qualche uomo maturo cresciuto male non supera questa fase.

ma piu` comunemente finge soltanto di non superarlo.

perche` continua a sguazzarci dentro semplicemente per avere successo.

e De Luca protesta perche` gli si sta togliendo il suo pubblico pagante.

. . .

purtroppo, quando Carlo Giuliani e` stato ucciso nel modo in cui De Luca ricorda, aveva effettivamente un estintore in mano.

come si puo` negarlo?

un gesto concitato in un contesto di inaccettabile violenza di stato contro dei manifestanti in generale pacifici.

occorre ricordare invece che Carlo era lontano una decina di metri dalla camionetta da cui Placanica gli ha sparato.

non rappresentava in quel momento un pericolo per nessuno.

la famosa foto che sembra indicare il contrario appiattisce le distanze perche` fu fatta col teleobiettivo.

e Placanica era un uomo disturbato, allontanato dai carabinieri per questo.

. . .

io non credo che De Luca ignori il valore delle metafore.

lui che si e` salvato in tribunale sostenendo che i suoi incitamenti al sabotaggio non andavano presi alla lettera.

erano soltanto una posizione politica espressa in forma letteraria,

e non un invito criminale a farsi giustizia da se`,

cioe` ad imporre con la violenza le proprie idee.

come io invece penso che fossero.

. . .

su quel covo organizzato di fascisti, fascistoidi e frustrati di ogni risma che e` diventato il web italiano,

il quel ribollire rancorso e disgustoso di imprecazioni, insulti, e altre forme di vomito,

in quelle bacheche virtuali che hanno preso il posto delle scritte oscene sui cessi pubblici e delle stazioni,

Archibugi risponde con un’eleganza perfino sprecata in questo mondo burino,

e con una citazione:

Sarebbe diventato il padre amoroso e comprensivo di se stesso, del giovane che era stato, se glielo avessero permesso.

I demoni, Dostojevskj

ma i demoni di Dostoevskij sono ancora tra noi.

. . .

molto per inciso, e come prosecuzione del dibattito sul mio post di ieri,

questo e` proprio il percorso che ha fatto anche Zerocalcare

(o, se a qualcuno interessasse,

anche mio figlio, che era del tutto pacificamente a Genova nel 20o1

e rimase svoncolto da quel che vide).

. . .

cito Zerocalcare, che sta scrivendo cose molto sagge:

Siccome mi hanno sospeso la pagina fan per il post sull’iniziativa di Genova nell’anniversario del G8 del 2001 di domani,

e la riapertura passava per la sua rimozione

vale la pena spendere due righe,

anche perché dopo che avevo fatto la lagna in un fumetto un paio di settimane fa, stavolta un sacco di gente ha scritto cose molto carine e supportanti

ed è utile chiarire questa roba.

Ieri ho postato la locandina dell’iniziativa che si terrà a Genova il 20 luglio.

Non contiene oltre che nessuna offesa, neanche nessun riferimento a presunti eroismi, giudizi, attacchi, una cosa proprio low profile.

il post ha scatenato una serie di commenti immondi:

gioia per il buco in testa a Carlo Giuliani

altri, venuti su quella pagina apposta,

che di sicuro non sono le mie categorie principali di lettori:

nazisti e/o poliziotti

(ex o attuali o simpatizzanti o sindacatini o associazioni).

Evidentemente Genova non è finita,

c’è chi lo dice da tempo,

lo dico pure io

ma ammetto di averlo usato più come uno slogan che altro.

Ci sta ancora una persona in galera a 15 anni di distanza dai fatti

(e altre sottoposte a misure e restrizioni)

mentre altri venivano promossi e facevano carriera.

E’ la controparte e pezzi dei suoi apparati

che continuano a fare una guerra accanita

e che sulla narrazione di quelle giornate non vogliono mollare di un centimetro.

Sono 15 anni che litighiamo su quello che è successo a Genova

e forse vale la pena di continuare a farlo.

Annunci

One thought on “Archibugi contro Erri De Luca – 363

  1. uso il commento per annotarmi e rendere noto a chi dovesse leggerlo, ma non lo conosce, quello, recentissimo, che ha postato Platanica, l’assassino di Carlo Giuliani, sulla sua pagina Facebook:

    “Non sai quanto danni mi hanno fatto,
    mi fanno deridere dalla gente per suicidarmi,
    hanno rovinato la mia famiglia, il mio matrimonio,
    dopo che quella stronza della mia ex parlava di nascosto con la senatrice,
    e sono stati loro a farmi passare per pedofilo,
    e me lo volevano pure fare amputare,
    per cortesia prendete provvedimenti,
    o mi armo.
    Ho già chi mi può rifornire,
    mi prendo i nomi e le date di nascita dei 25 no global che mi hanno attaccato,
    non so che guerra sono capace di fare”.

    provvedimenti, invoca Placanica; qualcuno sara` in grado di prenderne?

    non e` gia` abbastanza chiaro che e` socialmente pericoloso?

    Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...