matrimonio islandese e matrimoni no – 439

nei giorni scorsi mia figlia, con marito, bimba di due anni e bimbina in arrivo, al sesto mese, e` andata a un matrimonio in Islanda.

si sposa una persona che lavorava con me a Brisbane, mi ha detto.

ho pensato al paio di colleghe australiane che sono venute a trovarla in questi anni dopo che lei e` rientrata in Italia.

sapevo anche che erano invitati, lei e Marco, a preparare una bella pastasciuttona all’italiana per gli invitati, la sera prima della cerimonia,

ma niente di piu`.

ma ieri abbiamo fatto una gita in Val Vigezzo, e  mentre risalivamo una valletta laterale fino ad una cascata nel bosco purtroppo irraggiungibile, sono finito anche su questo discorso.

ho cominciato a chiedere dalla pastasciutta.

e` andata benissimo.

una carbonara: spaghetti Barilla, trovati a Reykjavik, ma pancetta affumicata e formaggio portati dall’Italia.

un successone: ha cucinato Marco, naturalmente.

anche la cerimonia, racconta, e` stata bellissima:

appena Marco finisce di riordinarle, mi mandera` qualche foto.

la luce islandese e` perfetta per le foto, commenta Marco, perche` il sole e` basso, quando c’e`.

e` finito col diventare lui il fotografo ufficiale delle nozze, dato che quello professionale ha soltanto girato un video.

un prato, sullo sfondo del mare.

allora era una cerimonia laica?, domando dubbioso.

no no, religiosa.

bello, dico io, l’altare contro il mare.

ma no, papa`, nessun altare; stavano tutti in piedi nel prato…

c’erano i genitori, gli amici e i due sposi.

e il prete che ha fatto anche la sua predica.

e lei, la sposa, come era vestita, aveva l’abito bianco tradizionale?

lei? ma lo sposo era un uomo!

d’accordo, Marta, ci credo anche io che la tua collega abbia sposato un uomo.

ma dico, lei, la tua collega, come era vestita?

ma papa`, chi ti ha detto che si sposava una mia collega?

ma, non so: non me l’hai detto tu?

e allora chi era la ragazza che si e` sposata in Islanda?

papi, non c’era nessuna ragazza, gli sposi erano due uomini!

in Islanda anche due persone dello stesso sesso possono sposarsi…

ah, va bene, non e` che la cosa mi scandalizza, sai:

ma allora che cosa ci faceva il prete li`?

e` che Peter e` molto cattolico:

sai ha avuto una grossa crisi quando ha scoperto di essere omosessuale qualche anno fa,

poi e` riuscito ad accettarsi e a mettere d’accordo la sua fede con la sua sessualita`.

e ci teneva moltissimo a sposarsi religiosamente.

non dirmi che e` cattolico, Marta:

non dirmi che un prete cattolico ha officiato un matrimonio gay.

e poi non dirmi che ci sono cattolici in Islanda.

ma lui non e` islandese,

e` cattolico perche` la sua famiglia e` di Hong Kong.

stai dicendomi che e` cinese?

no, lui e` australiano, e` nato in Australia,

ma i suoi genitori sono cinesi di Hong Kong.

un lampo e mi viene in mente quel piccolo murale visto ad Hong Kong due anni fa nel mio viaggio intorno al mondo,

con due uomini che si baciano e una scritta: mom hate it, mamma non puo` sopportarlo.

qui invece, al matrimonio gay c’erano anche mamma e papa’, cinesi…

e non mancava neppure il prete…

e` che loro volevano proprio far benedire il loro matrimonio;

poi non sono sicura che il prete fosse cattolico,

forse era anglicano.

non so bene come la pensa la chiesa anglicana sul marimonio omosessuale, Marta.

neanche io.

o forse c’e` una qualche chiesa protestante islandese che ammette il matrimonio religioso omosessuale.

l’Islanda ha approvato il matrimonio omosessuale sei anni fa:

voto unanime del parlamento…

c’e` anche una associazione che organizza questi matrimoni gay, sai? aggiunge Marta,

si chiama Pink Iceland, ha un suo sito.

https://www.facebook.com/pinkiceland

12768405_1086589128060205_498374170966549651_o

e adesso io leggo in internet anche che l’Islanda e` una delle mete preferite dei matrimoni gay.

o povero ingenuotto: avrei dovuto mangiare la foglia subito.

e io che pensavo ad una ricercatrice australiana che si sposava un vichingo!

e invece il tuo amico e` un cinese cattolico con i genitori di Hong Kong, nato in Australia, che ha sposato un uomo non so di dove, in Islanda, con un matrimonio in chiesa,

ma senza la chiesa vera e propria attorno, senza neppure l’altare, solo le praterie ed il mare…

… e il prete…

ma ti rendi conto che sembra tutta una bufala…

. . .

papa`, sabato prossimo sono invitata a un altro matrimonio, nella Bassa, ma questo si` che e` davvero strano…

strano?

e io mi domando: che cosa ci sara` adesso?

si sposa la ragazza di Simone, sai l’amico di Rocco.

si`, lo conosco bene, il figlio di quel mio insegnante che oggi ha l’Alzheimer,

ed era anche alunno nel mio liceo:

e` venuto due settimane fa per la grigliata nel prato su a casa mia con altri amici di Rocco…

be’, meno male che si sposano, allora: bimbi in arrivo?

ma lei non sposa Simone, lo ha piantato un mese fa…

ma dai, e come mai?

lei e` gelosa in modo patologico e ha messo il naso nel suo telefonino…

ahha, sembra la storia di quel film.

appunto, e ci ha trovato che lui faceva whatsapp ambigue con una sua ex,

che lo aveva piantato prima che si mettesse con lei.

e cosi` lo ha piantato anche quest’altra…

esatto: e si e` messa con un altro.

e adesso lo sposa dopo meno di un mese?

mi sembra la storia di mia nonna…

ma non lo sposa davvero!

e` un matrimonio finto!

come, finto?

perche` l’altro era vero?

papa`, non ti facevo cosi` retrogrado…

(questa non me l’aspettavo proprio, nella vita…)

ma si`, e` una cerimonia tra amici per festeggiare che vanno a convivere,

ma non e` un matrimonio ufficiale. . .

neanche il pranzo di nozze e` un vero pranzo di nozze:

ogni invitato deve portarsi il cibo da casa.

e poi si mangia tutti assieme nel prato.

oh bello, il prato non poteva mancare neppure qui 🙂

e niente prete, niente sindaco, solo un bacio davanti agli amici.

mi accorgo adesso che sono dimenticato di chiedere se anche Simone e` invitato.

. . .

ma la storia di tua nonna?

oh, mi stavo dimenticando, tocca a me raccontarla, adesso.

mia nonna viveva a Torino, siamo a inizio Novecento, ed era fidanzata da dieci anni con uno che non si decideva a sposarla.

si era fidanzata a soli 16 anni…

poi un giorno venne a sapere che lui sposava un’altra.

fu un colpo terribile, lascio` Torino e si rifugio` da alcuni parenti in Veneto.

(mia nonna era rimasta orfana da piccola, per il suicidio della madre

– ma questa storia l’ho gia` raccontata un’altra volta).

ma non si perse d’animo:

nel giro di due settimane in quel paesino di forse 200 abitanti trovo` mio nonno, che aveva quasi trent’anni,

e decise di sposarlo.

dopo un mese ci furono le nozze:

si sposo` prima del fidanzato traditore.

che nessuno potesse dire che era stato lui a mollarla…

e furono felici? domanda Marta, fu un matrimonio ben riuscito?

ebbero quattro figli, tutti maschi,

piu` riuscito di cosi`!

del resto non so altro, che lui era uno spilungone altissimo e magro

e lei piccolina come te…

e che lui era anche molto geloso

e quando beveva le rinfacciava gli amanti

(veri o falsi che fossero)

e la inseguiva col coltello per casa per fargliela pagare

e anche in cortile

– cosi` almeno mi raccontava mia madre.

ma forse era geloso soltanto del fidanzato che l’aveva mollato.

anche lui come l’ex ragazza di Simone.

certo che quello e` stato almeno un matrimonio sul serio…

Annunci

2 thoughts on “matrimonio islandese e matrimoni no – 439

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...