nausea democratica – 463

rieccoli, si riapre il Parlamento e loro si rimettono a parlare del potere.

legge elettorale, Costituzione: da quanto tempo e per quanto?

quando Renzi ci parlava di rottamazione non aveva precisato a quelli che l’hanno votato alle primarie che intendeva rottamare la Costituzione e ripristinare il porcellum in un’edizione rivista e peggiorata.

e ora dovremmo rimetterci a discutere di queste cose?

io ho la nausea.

cepnxkcw8aadlqr

. . .

la Corte Costituzionale ha rinviato il giudizio sulla dissennata legge elettorale Renzi?

ovvio:

Renzi aveva detto tempo fa che il referendum si sarebbe tenuto il 2 ottobre

e la Corte aveva fissato la seduta al 4.

ora il referendum e` rinviato,

e la Corte rinvia pure.

niente dietrologie, per favore: 

la legge elettorale di Renzi riguarda solo la Camera.

era cosi` sicuro che avrebbe vinto il referendum…

ma se al referendum vincono i NO, la legge elettorale di Renzi va cassata a priori,

perche` riguarda una Camera soltanto.

mi sembra logico che la Corte prima di decidere voglia avere chiaro questo punto.

. . .

comunque vadano le cose al referendum, quindi, i prossimi mesi del Parlamento saranno occupati ancora dal fare una NUOVA legge elettorale,

o per il Senato soltanto

(sia che vinca il NO, per un Senato elettivo;

sia che vinca il si`, per un Senato di nominati dalle Regioni)

o per entrambe le Camere.

mentre il paese affonda di nuovo dopo il fallimenti degli effimeri palliativi di Renzi.

. . .

intanto i Cinque Stelle hanno fatto una proposta di legge elettorale onesta e perfino un poco autolesionista, dal punto di vista delle logiche di potere.

intanto i giornalisti si lambiccano il cervello con le loro dietrologie,

ma forse non e` poi cosi` strana l’idea che non ci debba essere un premio di maggioranza in parlamento

per rendere maggioranza una minoranza piccola a piacere,

ma un sistema proporzionale in circoscrizioni piccole,

e dunque capaci di costringere all’aggregazione.

con il diritto del popolo di scegliersi davvero i loro rappresentanti su questo piano.

ma Renzi invece fa una ripugnante manfrina degna del peggiore andreottismo.

. . .

intanto Renzi ha sfasciato il diritto del lavoro e cancellato di fatto il lavoro a tempo indeterminato.

ha dato colpi durissimi alla scuola

e ora si prepara a demolire gli esami di stato finali della scuola superiore riducendoli ad una farsa:

eliminazione della terza prova, commissioni forse tutte di interni, presidente unico a livello di istituto, che non controlla piu` niente.

demagogia del tutti promossi e dei voti alti al sud, fuori ogni controllo.

e poco importa se lo sfascio della nostra scuola e` uno dei fattori centrali della nostra crisi.

intanto decollano i 500 euro contro il terrorismo:

un bonus per i 18enni per andare gratis a cinema e concerti,

ma non per comperarsi un pc, per esempio…

Renzi ha abborracciato una legge sulle unioni civili pesantemente discriminatoria,

e piu` ancora per le convivenze eterosessuali che per quelle omo-.

ha di fatto rese non elettive le province,

dando sempre per scontato di vincere il referendum.

ma se vincesse il NO al referendum l’operazione diventa dubbia.

ha messo il canone TV in bolletta elettrica,

ma la televisione di stato e`diventata un suo megafono personale

e pagare per obbligo per sorbirsi la sua propaganda e` peggio che fascismo.

improvvisazione, superficialita`, menzogne sistematiche.

e sullo sfondo la massoneria,

a cui era organicamente collegato il padre della Boschi.

. . .

ascoltate Freccero, membro del Consiglio di amministrazione Rai, in un’intervista:

È autoritario, accentratore, governa con i suoi quattro amici e le lobby.

Al tempo del fascismo gli italiani avevano affidato la gestione del Paese a un uomo forte, che però aveva i suoi interessi nel Paese stesso; oggi si vuole rafforzare un esecutivo che è espressione di interessi in conflitto con i nostri, come le banche e le multinazionali.

il destino dell’Italia non può essere deciso dalle banche o dalla JP Morgan che ha chiesto esplicitamente una riforma delle costituzioni dei Paesi dell’Europa meridionale.

in RAI l’editto bulgaro di Berlusconi, in confronto era un atto poetico.

per mandare a casa Renzi mi alleo anche con la destra.

In questo momento la differenza non è tra destra e sinistra, ma tra pensiero unico, diktat del governo, e opposizione.

da sottoscrivere.

Annunci

6 thoughts on “nausea democratica – 463

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...