E la spesa pubblica? Bene, grazie…

Hic Rhodus

Il vertice europeo di Bratislava è stato definito deludente dal nostro Primo Ministro Matteo Renzi, che ha rimarcato la sua distanza dal duo Merkel-Hollande in una conferenza stampa tenuta da solo. La verità è che, pressato dalla scadenza referendaria, Renzi sta tentando di “strappare” alla sorveglianza dell’UE l’autorizzazione a chiudere il bilancio del 2016 con un deficit ben più alto di quello programmato, per poter finanziare spese come i bonus per i diciottenni, quelli per i pensionamenti anticipati, quelli per i lavoratori autonomi, i tagli all’Ires per le imprese, l’aumento delle pensioni minime, e magari il prolungamento degli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato. Non passa settimana senza che Renzi dichiari che le spese per lo scopo X o Y dovrebbero “restar fuori dal patto di stabilità”, fregandosene allegramente degli impegni presi già più volte dall’Italia nell’ambito del Fiscal Compact e già “interpretati con flessibilità”, o…

View original post 586 altre parole


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.