la vera democrazia e` l’oligarchia (secondo Scalfari oligarca) – 475

qualcuno dovrebbe spiegarmi perche` la stampa si sente in dovere di spiegarmi (!!!) chi ha “vinto” il dibattito fra Renzi e Zagrebelsky.

sono in grado di capire da solo:

da un lato ci stava un insigne studioso, a tratti stupefatto e sconcertato dalla faccia tosta altrui,

e dall’altro un venditore di pentole e di ponti di Messina  che rigirava continuamente le carte in tavola sfuggendo come un’anguilla da ogni argomento tecnico.

ma vi rendete conto oppure no che Renzi e` arrivato a dire che bisogna cambiare la Costituzione, altrimenti i cinesi continueranno a mandare le loro merci al porto di Rotterdam?

un magliaro, un imbonitore senza sostanza.

ma la nostra stampa e` diseducatrice ed alimenta l’ignoranza e il conformismo;

e se tutti i giornali dicono che Renzi e` uscito bene dal dibattito, coloro che gia` avevano questa impressione di pelle grazie alla sua faccia tosta si sentiranno confortati nelle loro impressioni un pochino beote,

e penseranno che chi dice il contrario se la tira soltanto.

. . .

pero` ancora piu` sconcertanti sono gli argomenti di questa campagna,

quando non si riducono a fantomatici sondaggi.

va be`, la maggior parte si accontenta di constatare che Renzi ha la parola (ma non i concetti) pronti.

ma poi arriva anche quel gran luminare di Scalfari a indorare la pillola e a raccontarcela su, in un modo che ha dell’incredibile.

manco me lo sentissi, l’altroieri ho scritto un post sulla crisi mondiale della democrazia.

ma Scalfari non la vede proprio questa crisi.

. . .

il principale errore di Zagrebelsky, secondo lui, e` di pensare che l’oligarchia sarebbe l’opposto della democrazia.

forse voi pensate che questo concetto sia semplicemente ovvio, ma per Scalfari non e` affatto cosi`.

anzi: l’oligarchia è la sola forma di democrazia, altre non ce ne sono, secondo Scalfari.

lo spieghera` anche ad Erodoto, per dire,

che si chiedeva se la migliore forma di governo fosse la monarchia, l’oligarchia OPPURE la democrazia.

. . .

ma pensa un po’ con quanta facilita` si possono cancellare 2.500 anni di storia con un tratto di penna.

a questo punto sembra che Scalfari stesso abbia un sussulto e ci ripensi:

salvo la cosiddetta democrazia diretta, aggiunge.

perche` cosiddetta?

quella che si esprime attraverso il referendum.

precisa Scalfari.

. . .

completamente ignorante di storia antica, ignora che la democrazia e` nata appunto in Grecia e a Roma come democrazia diretta.

le decisioni erano prese direttamente dalle assemblee popolari.

mi pare che ignori anche i soviet, dove le cose funzionavano in modo simile; o i consigli operai gramsciani.

ma la veduta storica di Scalfari e` molto piu` corta: 

La voleva un tempo Marco Pannella, oggi la vorrebbero i 5 Stelle di Beppe Grillo.

e Rousseau?

un altro populista?

in ogni caso, meglio precisare:

Pessimo sistema è la democrazia diretta.

peccato soltano che funzioni cosi` bene in Svizzera…

. . .

peccato che la democrazia sia nata proprio da qui, come democrazia diretta.

e che ci si rassegni alla democrazia rappresentativa soltanto per l’impossibilita` pratica di gestire assemblee popolari immense.

soggiunge l’oligarca Scalfari:

Il primo errore è stato la contrapposizione tra oligarchia e democrazia,

Forse Zagrebelsky non sa bene che cosa significa e come si è manifestata nel passato prossimo e anche in quello remoto.

e allora glielo spiega lui, con i suoi raffazzonati ricordi liceali;

ma dobbiamo definirle meglio, usando l’espressione piu` rispettosa che ci viene in mente: con la sua serie incredibile di castronerie.

ecco la sua carrellata storia, si fa per dire…

. . .

Pericle (…) era l’esponente di quella oligarchia che fu ad Atene il punto più elevato di buon governo.

infatti, come dice wikipedia, Pericle sostenne la democrazia (nell’accezione aristotelica) a tal punto che i critici contemporanei lo definiscono un populista, soprattutto a seguito dell’introduzione di un salario per coloro che ricoprivano gli incarichi politici e ai rematori della flotta.

e, continua Scalfari, Platone voleva al vertice della vita politica i filosofi.

infatti, come noto anche ai sassi, era ferocemente antidemocratico.

poi sentite il quadretto scalfariano, degno di un cartone di Heidi:

I filosofi vivevano addirittura separati dal resto della cittadinanza; discutevano tra loro con diversi pareri di quale fosse il modo per assicurare il benessere alla popolazione; i loro pareri erano naturalmente diversi e le discussioni duravano a lungo e ricominciavano quando nuovi eventi accadevano, ma ogni volta, trovato l’accordo, facevano applicare alla Repubblica i loro comandamenti.

ma quando mai?

i comandamenti, addirittura!

e adesso, sta’ a vedere che anche Mose` era un democraticissimo oligarca…

A Sparta non ci fu mai un’oligarchia ma una dittatura militare.

roba da ributtare al posto l’alunno svogliato che dicesse una simile sciocchezza.

Veniamo ai Comuni. Avevano scacciato i nobili dalle loro case cittadine. L’oligarchia era formata dalle Arti maggiori e poi si allargò alle Arti minori. Spesso i pareri delle varie Arti differivano tra loro e il popolo della piazza diceva l’ultima parola, ma il governo restava in mano al ceto produttivo delle Arti e quella era la democratica oligarchia.

chissa` se qualcuno ha mai spiegato a Scalfari che le arti medievali erano delle associazioni di mestieri e che nei Comuni di allora il potere di quella che lui chiama oligarchia era esercitato dunque dagli artigiani, cioe` dai lavoratori manuali,
e chi non lavorava manualmente era addirittura escluso dalla vita politica.

quanto ai comunisti italiani del dopoguerra, secondo Scalfari seguivano le decisioni dell’oligarchia con il famoso slogan “ha da venì Baffone”.

insomma, cosi` conclude Scalfari:

Caro Zagrebelsky, oligarchia e democrazia sono la stessa cosa.

. . .

e Renzi non e` abbastanza oligarchico, purtroppo.

giuro, Scalfari dice cosi`.

e per questo, secondo lui, Zagrebelsky ha perso il confronto con Renzi (dice lui).

anche se tra i due, senza dubbio, il filosofo era Zagrebelsky.

. . .

bene, ora tutto e` chiarissimo mi pare.

se qualcuno non e` d’accordo con Scalfari,

se qualcuno pensa che oligarchia e democrazia NON siano la stessa cosa,

se qualcuno crede nella democrazia come qualcosa di diverso dall’oligarchia,

allora dica di NO. 

. . .

ma forse non e` il caso di infierire; forse ho soltanto perso il mio tempo.

ecco una lista di interventi che potevano farmi risparmiare il mio.

http://formiche.net/2016/10/02/ecco-come-scalfari-ha-rottamato-zagrebelsky-su-costituzione-referendum-e-renzi/

http://www.nuovatlantide.org/scalfari-popolo-sovrano/

http://bezzifer.over-blog.it/2016/10/scalfari-ha-rottamato-zagrebelsky-su-costituzione-referendum-e-renzi.html?utm_source=flux&utm_medium=flux-rss&utm_campaign=politics

(ahha, ma qui siamo soltanto di fronte a iun caso di plagio…)

Annunci

9 thoughts on “la vera democrazia e` l’oligarchia (secondo Scalfari oligarca) – 475

      1. Spesso non è colpa nostra, ma dell’invadenza del “correttore” ,
        altre volte della differenza di velocità fra la nostra digitazione e e la reazione del tasto che abbiamo battuto….

        Mi piace

        1. no comment: i kiei, ho digitato… 🙂 🙂 🙂

          secondo me anche gli anni si fanno sentire…

          il fatto e` che io digito molto in fretta e senza guardare i tasti, e poi, con altrettanta fretta, mi fido di quello che ho scritto…

          e rileggo solo quando ricevo una risposta…

          Liked by 1 persona

      1. Cit. Amos Oz “il buon lettore non si pone fra la storia e lo scrittore, ma fra la storia e se stesso. “Domanda a te stesso. Delle cose tue”
        cit. Corpus/Bortocal “Un blog lo fa chi lo commenta”
        🙂

        Mi piace

        1. esattissimo.

          diciamo anche, parafrasando Oz, che neppure il buon blogger si pone tra il post e il lettore.

          cioe` deve avere l’umilta` di accettare che un post che gli pare banale abbia per il lettore dei pregi che lui non sapeva vedere.

          e naturalmente anche viceversa… 🙂

          siamo nelle mani del pubblico, ed e` giusto cosi`.

          comunque, benvenuta nel tuo blog! 😉

          Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...