chi importa la meningite inventata? -14

meningite? che allarme, che ansie in giro; tutti i giorni qualcosa sui media.

e tutti a controllare che non compaiano le fatidiche macchie rosse agli arti.

download-7

il presidente della Campania, De Luca annuncia:

Abbiamo deciso la distribuzione gratuita del vaccino quadrivalente che copre anche il ceppo di meningite più aggressivo fino ai 18 anni. 

bell’investimento, eh?

siccome i conti non mi tornano, vado a documentarmi sul sito Liberi dalla meningite, del Comitato Nazionale contro la meningite.

. . .

a livello mondiale, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno al mondo si verificano 500mila casi di meningite meningococcica, di cui circa 50mila mortali.

giusto per avere un termine di confronto, il numero di morti annuali nel mondo per il fumo e` di sei milioni.

(attendiamo invano le campagne allarmistiche della stampa che ci dicano ogni giorni quanti sono morti per avere fumato troppe sigarette).

. . .

Nei paesi occidentali la meningite batterica si verifica in circa 3 persone su 100.000 ogni anno.

in Italia ogni anno oltre 1.000 persone circa contraggono la meningite.

poiche` siamo poco meno dell’1% della popolazione mondiale, e` un dato confortante: se fossimo nella media mondiale, i casi dovrebbero essere circa 4.000 in un anno.

ma siamo anche alla meta` circa della media dell’Europa occidentale.

la mortalita` mondiale si aggira attorno al 10%.

dando per scontato che questa, e non una piu` bassa, sia anche la percentuale italiana, ci dovremmo aspettare 100 morti l’anno, cioe` uno ogni circa tre giorni.

in queste condizioni, come vedete, e` molto facile impiantare una campagna di stampa allarmistica, citando due morti la settimana, per far credere che sia in atto chissa` quale nuova epidemia.

non e` vero.

. . .

un post sulla pagina facebook di Forza Nuova, “Meningite. Tutti sappiamo da dove arriva. Basta accoglienza killer”, afferma che “le continue invasioni provenienti dall’Africa portano con sé, oltre alle sciagure terroristiche e sociali, gravi malattie che mettono in serio pericolo la salute pubblica”.

il post ha già ottenuto 6mila like e oltre 9mila condivisioni.

sarebbe bello, peraltro, che il numero degli imbecilli in Italia fosse cosi` limitato.

. . .

non e` vero nulla naturalmente, diversi esperti hanno gia` smentito il collegamento fra immigrazione e meningite.

secondo l’Istituto Superiore di Sanità nel nostro paese ci sono tra i 5 e i 10 milioni di portatori sani di meningococco.

ditemi voi se e` piu` probabile essere contagiati da un italiano o da un immigrato!

. . .

tuttavia questa bufala razzista continua a circolare e non e` servito chiedere a Facebook di cancellarla.

come gia` verificato tante altre volte, il razzismo non contrasta con gli Standard della comunità di Facebook, che ha deciso di continuare a lucrarci su.

in attesa che Zuckerberg si candidi a presidente USA contro Trump la prossima volta, in nome della lotta al razzismo e grazie ai soldi che ha accumulato diffondendolo.

. . .

con gli standard di Facebook contrasta in compenso la statua nuda del Nettuno di Bologna in piazza Maggiore, che e` stata censurata.

sembra una barzelletta, non e` vero?

sara` il caso di continuare a utilizzare questo strumento (Facebook) e a fargli fare soldi?

. . .

I casi di meningite italiani sono riconducibili al meningococco di tipo B e C; il primo e` particolarmente aggressivo e colpisce per l’80% dei casi tra i bambini.

In Africa e` diffuso soprattutto il meningococco di tipo A; le epidemie sono associate soprattutto ai gruppi A e C del meningococco, per le quali esiste una vera e propria fascia di meningite radicata – chiamata “cintura della meningite” – in cui la stagione secca favorisce la diffusione della malattia.

Proprio in quest’area si è verificata nel 1996 la più grave epidemia di meningite mai registrata con circa 250.000 casi e 25.000 morti.

ma da noi si sono verificati finora soltanto casi di infezione riconducibili ai ceppi B e C.

Il meningococco non lo “importiamo” dall’Africa, ma è già presente in Italia.

Un’altra epidemia di meningite causata, invece, dal meningococco di tipo W135, si è originata invece a partire dal 2000: i pellegrini di ritorno dalla Mecca hanno diffuso questo tipo di batterio dapprima in Africa e in seguito in tutto il mondo; in Turchia, ad esempio il sierogruppo W135 ha epidemiologicamente sostituito il sierogruppo C.

tuttavia al momento in Italia non ci sono segnalazioni della presenza di questo ceppo.

. . .

be’, certo non immaginavo che Allah il Misericordioso volesse colpire proprio i propri fedeli al pellegrinaggio alla Mecca.

pero` non dubito che da qualche parte del mondo islamico ci sia qualche imam che predica che la meningite la portano i turisti occidentali.

Annunci

4 thoughts on “chi importa la meningite inventata? -14

    1. detto sottovoce, credo che c’entri un poco.

      nel senso che certamente da qualche parte si e` deciso di dare una scossa agli irresponsabili che non vaccinano i propri figli, mettendogli un po’ di paura abbastanza a casaccio.

      poi, nel caso del Veneto che citi tu o della Campania che cito io, non so quanto quei vaccini siano davvero necessari oppure quanti siano un regalo alle aziende farmaceutiche.

      formarsi un’idea precisa sta diventando sempre piu` difficile in troppi campi.

      Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...