ricattato da una dottoressa – 26

ok, lo ammetto: non so resistere a tutti i ricatti.

eppure i ricatti sono piu` deboli delle tentazioni…

(stai citando Oscar? ebbene si`).

. . .

eccoti, mio ricatto:

se tu sei dietro un camice bianco e hai in mano delle foto recondite dei miei visceri, non troppo diversi da quelli di un suino…

e, senza dirlo apertamente, mi fai capire che potrei avere circa tre mesi di vita…

e poi neghi sorridendo,

e sei anche una bella ragazza – da un altro punto di vista -,

fino a un attimo prima pericolosamente distesa sul mio addome nudo a palparlo – ahime` per scopi rigorosamente clinici -,

e dici che ti pare improbabile, ma e` meglio togliere ogni dubbio…

download-17

e se fai venire anche un collega maschio, barbuto e brizzolato, che conferma sia il dubbio sia l’improbabilita`, ma comunque…

che cos’altro ti aspetti se non di trovarmi puntuale in fila alle 8 di mattina agli ambulatori?

eccomi a pagare 53 euro di ticket,

anzi no 48 di ticket e 5 di extraticket perche` l’impegnativa contiene esami mutuabili e no…

e il delirio burocratico italiano impedisce di calcolarli separati se stanno su un foglio solo.

in fila a farmi togliere il sangue per provare a dimostrare di essere sano, come no?

dimostrarlo a te, che ne dubiti, e anche a me stesso che non ne ho dubitato mai.

. . .

e la presunzione di innocenza?

non esiste un diritto costituzionale alla salute?

cioe` – faccio il sardonico – ad essere considerati sani fino a prova contraria…

invece dobbiamo pagare noi la nostra tassa al potere dei medici per togliere a loro quello scrupolino chissa` quanto fondato,

e che a noi non sfiora neppure un angolino del cervello.

. . .

pero` sembra che sia un dovere evitare di morire…

come no? mi accodo anche io.

in nome di che cosa?

dell’assicurazione sulla vita, che non sembri carpita?

del prossimo roundthe world?

di famiglia ed amici che dicono ancora di volerci tra loro per un po’?

. . .

la liberta` comincerebbe da qui: dal sentirsi paghi della propria salute soggettiva.

e invece mi piego anche io.

cosi` domani potro` dire se un potere estraneo mi smentisce, invece,

e mi dichiara moribondo.

Annunci

4 thoughts on “ricattato da una dottoressa – 26

  1. ah ah ah, sembra un racconto erotico, lei che cerca già di possedere i tuoi visceri e poi di cederti al suo collega….che scenetta!
    Comunque capisco bene come ti sei sentito, vista l’umanità di certi medici…

    Mi piace

    1. ma certo che e` un racconto erotico, e soltanto tu potevi capirlo, amleta!

      che cos’altro e` l’erotismo se non l’espressione piu` bella dell’attaccamento alla vita?

      comunque la dottoressa (un po’ meno il dottore) era gentilissima e adorabile, anche umanamente; forse nel raccontino non l’ho messo in evidenza abbastanza…

      Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...