come i lupi cambiano i fiumi – 37

ecco un video straordinario, che mi ha mandato mio figlio:

. . .

sara` stato il vento, che a me fa un effetto rigenerante, soprattutto se freddo, cioe` un poco altoatesino, ma ieri e` stata una giornata di stupida assurda immotivata felicita`, che nulla riusciva a scalfire.

avere deciso di venire ad abitare su queste montagne e` stata una cattiva azione contro il blog, anche se io qui pensavo di ritrovare una concentrazione un poco tedesca per curarlo meglio.

ma come si fa a scrivere qualcosa di serio quando basta uscire di casa quasi per ritrovarsi in mezzo a quel che mostra il mio montaggio video?

sulle note – al momento soltanto interiori – di un flauto di Debussy, sono andato a farmi un camminatina nel pomeriggio che era diventato quasi primaverile:

col rumore del picchio, il belato delle pecore, la vista lontana del lago di Garda e di Sirmione, le basse montagne della valle screziate di neve.

la meta non c’era, ma mi sono fermato alle case di Paullo,

ma bisognerebbe dirle in questo dialetto quasi tedesco, con la stessa u” che hanno loro e senza finale italianizzato.

sembrano abbandonate d’inverno, ma i cani che abbaiano indicano che ci sono ancora dei padroni…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

. . .

i cani…

camminando in questa zona totalmente disabitata d’inverno, che si affaccia su valli sperdute che per qualche decina di chilometri verso est sono simili, e appartengono al Parco Regionale dell’Alto Garda, pensavo a quello che ho sentito di recente:

anche da queste parti si stanno ripresentando i lupi…

immaginavo che me ne sarei potuto trovare uno davanti ad una svolta del sentiero.

e invece l’unico lupo in circolazione, ero io: un lupo grigio.

Annunci

6 thoughts on “come i lupi cambiano i fiumi – 37

  1. La colonna sonora s’interrompe con un muggito di mucche 1.38 –1.56.
    Ci sarà una stalla e forse pure del latte?
    Interessante per un futuro programma di corsi compreso nella vacanza da
    proporre nel tuo nuovo complesso.
    No caseificio come produzione ma solo per imparare.
    Collegato ad altri mestieri artigianali .

    Mi piace

    1. veramente, sentendole dal vivo a me sono sembrate pecore o piuttosto capre; forse proprio quelle di cui ho parlato in un post precedente:
      https://corpus15.wordpress.com/2016/12/27/i-vegani-e-il-passaggio-delle-capre-590/

      e` stato quel pastore a parlare di ritorno dei lupi nella zona:

      Gli atti predatori di lupi, volpi, faine sono all’ordine del giorno. Lupi e orsi sono in grado di percorrere 50 km al giorno: è un attimo doverci fare i conti. I risarcimenti? Una barzelletta. Lasciamo perdere.

      solo qualche giorno fa ho raccontato che un volpe ha catturato una gallina ad un vicino, sotto gli occhi di un altro, di giorno, a non piu` di 100 metri da casa mia…

      credo che anche una delle mie due galline, che dopo lunghe incertezze avevano optato per la liberta`, scavalcando il recinto improvvisato del loro pollaio, abbia fatto la stessa fine: solo una e` tornata a casa dopo una notte girovaga…

      Mi piace

      1. di volpi ce ne sono anche in pianura alle periferie delle città, ha stupito anche a me sta cosa.

        ne ho vista una giusto un mesetto fa che mi ha attraversato la strada, all’ingresso di un paese di 10 mila abitanti poco fuori treviso. era a 20 metri davanti a me, inconfondibile.
        informandomi, è saltato fuori che ce ne sono diverse nelle campagne del trevigiano: una contadina da cui andiamo a comprare frutta e verdura si è trovata un giorno con due dozzine di galline sgozzate, ed un conoscente dei miei genitori che va a caccia ne ha viste diverse, da quanto ho capito le cacciano pure.

        trovo ora lurkando su google:
        http://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2016/05/28/news/volpi-pericolose-per-la-salute-riaprire-la-caccia-controllata-1.13555464

        Mi piace

        1. intanto l’esperienza di un incontro diretto con una volpe la trovo bellissima: io ricordo ancora un avvistamento di forse piu` di trent’anni fa sulle montagne dell’Alto Garda. 😉

          l’articolo che mi hai linkato lo guardo con un po’ di sospetto, dato che riporta le posizioni del presidente provinciale di “Libera Caccia”: non sono contrario alla caccia in se stessa e per principio, ma chiedere che essa sia del tutto “libera” mi pare ben poco responsabile.

          di solito, parlando di volpi, si pensa soltanto alle vittime nei pollai, ma la funzione delle volpi e` ben piu` vasta, e hanno anche alcuni aspetti benefici sull’agricoltura, dato che sopprimono i roditori che possono danneggiare i raccolti.

          la diffusione della rabbia attraverso le volpi?

          chi parla cosi` sembra poco informato o poco aggiornato…

          http://www.fuchsratgeber.ch/i/g2.html

          Alla fine degli anni `70 del secolo scorso le prime volpi vengono vaccinate con delle esche contro questa temuta malattia. Questa strategia si è rilevata molto efficace, tanto che, già a partire dagli anni `90, in molte regioni la rabbia è completamente scomparsa dalle popolazioni di volpi.

          quindi la lotta alla rabbia nelle volpi non si fa affatto cacciandole, come mostrano le esperienze negative raccontate in questo articolo.

          probabilmente servirebbe un nuovo video sugli effetti ecologici della presenza delle volpi.

          con questo non voglio negare che qua e la` possano riprodursi troppo…

          occorrerebbero rimedi, diversi dalla “libera caccia”.

          quali? i lupi, ad esempio, cacciano le volpi…

          e se anche il vero rimedio alla diffusione eccessiva delle volpi stesse nei lupi?

          eccoci tornati al filmato. 🙂

          Mi piace

    1. gira gia` da un paio d’anni, ma a me e` arrivato adesso.

      quanto al mio, e` un puro divertimento del momento: non vale neppure la pena di parlarne. 🙂

      l”unica cosa che mi piace di mio e` la foto: ma uscita del tutto a caso… 😉

      Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...