votare per gli anti-costituzionali? – 38

Sarai impegnato a commentare la sentenza della consulta.

da una mail ricevuta oggi.

no, perche`?

non sono affatto un commentatore autorevole; scrivo soltanto quando devo chiarire le idee a me stesso, contando su una discussione tra persone civili che non sempre prende quota.

e qui ho gia` detto per tempo quel che era chiaro a tutti:

la legge elettorale voluta da Renzi era incostituzionale;

bastava leggere con attenzione la precedente sentenza della Corte Costituzionale sulla legge elettorale voluta da Berlusconi per capirlo.

Renzi ha riscritto una legge simile, e questa nuova versione, qua e la` peggiorata, doveva necessariamente essere bocciata.

la sentenza non mi ha meravigliato…

. . .

pare che le Corti Costituzionali di tutto il mondo abbiano l’obbligo della coerenza tra una sentenza e l’altra.

mi meraviglia soltanto che i capilista bloccati siano riusciti a sfuggire alla dichiarazione di incostituzionalita`,

e mi pareva che nella sentenza precedente qualche affermazione facesse pensare il contrario.

ma occorrera` aspettare il testo completo della sentenza per capire meglio.

e in ogni caso la Corte ha l’ultima e definitiva parola, e ci si deve basare su quel che dice nelle scelte successive.

elementare Watson, no?

altrimenti si fa lavorare a vuoto il parlamento per tre anni, come e` capitato a Renzi.

. . .

piuttosto io dovrei scrivere d’altro, semmai.

dovrei chiedermi come mai chi ha cercato di manomettere la Costituzione ed e` stato bocciato dal popolo (Renzi) e aveva anche imposto una legge elettorale ugualmente anti-costituzionale (sempre Renzi), ha ancora il coraggio di presentarsi candidato alle elezioni.

dopo averci “minacciato” che se non votavamo come voleva lui si ritirava dalla politica…

in un paese normale Renzi sarebbe espulso dalla vita politica a furor di popolo.

o penserebbe a farlo il suo partito per non colare a picco con lui.

in un paese normale non sono in alcun modo votabili tutti coloro che hanno cercato di andare contro la Costituzione su punti essenziali.

invece, ecco che Renzi l’incosciente smania invece per andare a votare.

ma che si accomodi pure che ci liberiamo una terza volta di lui.

e sperare che basti la terza volta a togliercelo dalle palle…

. . .

da commentare ci sarebbe piuttosto l’unica vera sorpresa:

la Corte Costituzionale, con un gesto inaudito, ha sottolineato che la legge elettorale che risulta dalla sua sentenza e` applicabile subito.

questo dovrebbe tagliare la testa ad ogni discussione.

la Corte ribadisce, nel suo linguaggio, quel che stava gia` scritto nella sentenza del 2014:

questo parlamento eletto con una legge anticostituzionale, deve  essere sostituito AL PIU` PRESTO da un parlamento legittimo.

nessuna altra considerazione di piccola tattica manovriera e` piu` importante di questa.

. . .

pensare che questo parlamento non ha fatto neppure la verifica dei poteri dei suoi membri, ne` prima della sentenza ne` dopo!

facendola dopo, avrebbe dovuto restituire all’opposizione i deputati attribuiti illegalmente al Partito Democratico (spudoratamente si auto-definisce cosi`).

la minoranza di questo partito non ha votato questa legge elettorale,

ma non e` neppure votabile:

ignora totalmente il problema democratico rappresentato dalla sua stessa consistenza illegittima alla Camera, come minoranza di un partito sovra-rappresentato.  

e insiste per non andare a votare…

. . .

ma siamo nelle mani di una incredibile combriccola di imbecilli.

eccoli ora ad arrabattarsi per omogeneizzare il sistema elettorale di Camera e Senato…

ma qualcuno gliel’ha spiegato che, per farlo, occorre cambiare la Costituzione?

sta scritta nella Costituzione la differenza tra i sistemi elettorali della Camera (a base nazionale) e del Senato (a base regionale).

un premio di maggioranza nazionale al Senato sarebbe anti-costituzionale.

lo aveva gia` cercato Berlusconi, ma venne bloccato da Ciampi per l’evidente incostituzionalita`.

e questa e` una garanzia della tenuta democratica del nostro sistema…

possibile che questi, che sarebbero politici di professione, non se lo ricordino neppure?

. . .

e invece eccoli di nuovo in conciliaboli insopportabili, questi partiti che fanno riferimento soltanto a se stessi, per vedere come inventarsi una nuova legge elettorale incostituzionale…

disgustoso.

la faranno e la manderanno alla Corte, per vedersela bocciata di nuovo?

oppure ci faranno votare con la loro ultima trovata incostituzionale per qualche altro giro di parlamento, prima che sappiamo di nuovo che il Parlamento era fuorilegge?

Parlamento fuorilegge, Parlamento di fuorilegge…

. . .

elenco dei partiti politici che hanno votato la legge incostituzionale di Berlusconi:

Forza Italia, Lega ed esponenti vari della destra che si raccoglie oggi in Fratelli d’Italia

elenco dei partiti politici che hanno votato la legge incostituzionale di Renzi:

Partito Democratico

e poi ci sono gli autentici mostri:

quelli che hanno votato per una legge elettorale contro Costituzione prima con Berlusconi e poi con Renzi cambiando casacca nel frattempo!!!!

. . .

a nessuna di queste forze politiche, che hanno attentato alla Costituzione, dovrebbe essere permesso di ripresentarsi alle elezioni…

dovrebbero essere vietati per attentato alla Costituzione, per ricostituzione del partito fascista.

. . .

rimane la sinistra, se riuscite a scovarla.

oppure i Cinque Stelle di Grillo.

gli unici in teoria votabili, se non ci fossero migliaia di buoni motivi per tenersene lontani…

e se Grillo, proprietario del suo partito personale, non fosse fuori della Costituzione ancora piu` degli altri, se fosse possibile.

download-9

Annunci

One thought on “votare per gli anti-costituzionali? – 38

  1. non sono del tutto isolato.

    cose simili dice Giorgio Cremaschi, mia vecchia conoscenza.

    me lo riporto qui per promemoria, togliendo di mezzo soltanto le solite insopportabili sparate anti-Europa di routine.

    Giorgio Cremaschi Militante nei movimenti sociali e coordinatore del Forum Diritti Lavoro

    Solo il voto subito ferma la deriva di un sistema illegittimo
    Pubblicato: 27/01/2017 15:41

    Della sentenza della Corte Costituzionale che boccia l’Italicum non mi colpisce tanto la contorta architettura del dispositivo, atta a renderne meno traumatico possibile l’impatto sul sistema politico, ma il pronunciamento in quanto tale. Che è di una gravità inaudita per un paese che voglia restare una democrazia.

    Per la seconda volta di seguito, la legge elettorale votata dal Parlamento della Repubblica viene dichiarata incostituzionale. E, si badi bene, questo pronunciamento della Consulta non avviene a seguito di una iniziativa delle forze politiche o per qualche pentimento istituzionale, ma per l’azione puntuale e tenace di un manipolo di valorosi giuristi democratici. Sono loro che con il Porcellum prima, con l’Italicum ora, sono andati dal giudice avviando il percorso che ha portato alla dichiarazione di incostituzionalità delle leggi elettorali.

    Nelle istituzioni invece silenzio e complicità. Tre presidenti della Repubblica hanno avuto un ruolo decisivo in queste leggi incostituzionali. Ciampi ha firmato il Porcellum senza obiezioni, come ha poi fatto Mattarella con l’Italicum, mentre Napolitano, eletto due volte da parlamenti frutto dell’incostituzionalità, quando era in carica mai ha messo in discussione la legge elettorale, semmai ha solo cercato di non far votare.

    Nel 2006, nel 2008 e nel 2013 ben tre volte i cittadini italiani sono stati chiamati a eleggere i propri rappresentanti sulla base di una legge elettorale incostituzionale, cioè che non avrebbe dovuto esserci. Prodi, Berlusconi, Monti, Letta, Renzi hanno tranquillamente governato dopo aver ricevuto il voto di fiducia da un parlamento illegittimo.

    Un parlamento che ha preso decisioni che influiscono pesantemente sulle nostre vite, dalla legge Fornero, alla Buona Scuola, al Jobsact, all’acquisto degli f35, alle missioni militari in giro per il mondo. Un parlamento che ha approvato il Fiscal Compact vincolando per i prossimi venti anni l’Italia alle politiche di austerità della Unione Europea e che lo ha addirittura inserito nella Costituzione, stravolgendone l’articolo 81.

    Un parlamento incostituzionale che infine ha approvato una completa controriforma della Costituzione, corredata da una corrispondente legge elettorale, passata, è bene ricordarlo, con il voto di fiducia. Sono stati il popolo, con il suo No referendario, e le sentenze della suprema magistratura dello stato a fermare questa deriva del sistema istituzionale verso la totale illegittimità.

    Il popolo, la magistratura, i giuristi e i cittadini democratici, loro hanno fermato il disastro e non le altre istituzioni (…). È una situazione senza precedenti, per una democrazia, quella di operare nella illegittimità delle sue istituzioni da più di dieci anni, e se non si vuole riprendere a precipitare nella china alla fine della quale c’è solo la formale dittatura, bisogna fermare tutto qui e ora.

    Altro che affidare a un parlamento squalificato e soprattutto incostituzionale il varo di una terza legge elettorale, magari incostituzionale anch’essa! Altro che il teatrino della politica! Si vada a votare subito, anche con il pasticcio che è venuto fuori dalle sentenze e di cui le varie maggioranze politiche, non le sentenze, hanno colpa.

    Si metta punto fermo alla catena delle illegittimità e si ricominci a parlare di contenuti materiali delle scelte politiche, e non ancora una volta della governabilità. Principio che da noi ha sviluppato appieno tutte le sue potenzialità antidemocratiche e che ha finito per produrre il suo esatto opposto: la stato confusionale di un sistema illegittimo. Basta, al voto subito.

    Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...