divertiamoci col Trump-Potus: i ratti – 41

un presidente americano cosi` e` un vero regalo: sembra inventato come un personaggio dei Simpson.

ascoltiamolo:

La gente vuole protezione e il muro protegge.

Chiediamo a Israele.

Stavano andando incontro a un disastro totale e hanno alzato un muro.

i messicani come i palestinesi: fantastico!

e gli americani come gli ebrei: totalmente circondati!

Noi abbiamo diavoli dietro l’angolo senza l’uniforme.

Quindi e` piu` difficile perche` i nostri nemici sono senza uniforme, sono subdoli sporchi ratti.

ossessionato?

qui sta parlando dell’ISIS.

ma gli islamisti entrano negli USA dal Messico?

download

. . .

una risata vi seppellira`, si diceva nel Sessantotto: qui ne servono parecchie.

. . .

la cosa preoccupante e` che la storia dimostra come interi popoli guidati da un pazzo possono essere condotti, in modo molto facile, a un delirio collettivo totalmente imprevedibile…

ci sono esperienze impressionanti, vicine e lontane, che lo confermano senza ombre di dubbio

quindi, onestamente, diamoci dentro con l’umorismo, perche` mi pare l’unico vero antidoto alla deriva psicotica! 🙂

. . .

Trump e` favorevole alla reintroduzione della tortura.

anche io…, per lui.

lo possiamo torturare?

Annunci

4 thoughts on “divertiamoci col Trump-Potus: i ratti – 41

  1. “la cosa preoccupante e` che la storia dimostra come interi popoli guidati da un pazzo possono essere condotti, in modo molto facile, a un delirio collettivo totalmente imprevedibile…”
    questa la diffondo.

    Mi piace

    1. e` il risultato del mio viaggio in Cambogia, questo:

      il museo di Phnom Penh sul genocidio cambogiano, dove piansi disperatamente nascosto dietro un pannello su cui stavano le foto di migliaia di condannati a morte, fotografati a uno a uno prima della fucilazione, comprese le madri con i piccolini in braccio, fucilati anche loro,

      e dove un quarto della popolazione fu sterminato come anti-comunista su denuncia degli altri per salvarsi.

      si trovavano ancora tabernacoli di vetro trasparente nei cortili dei templi con centinaia di teschi di pochi anni prima.

      e probabilmente ogni adulto di piu` di quanrant’anni era vivo solo perche` era stato un delatore.

      si conservavano ancora le registrazioni delle trasmissioni giornaliere isteriche e terrorizzanti di Pol Pot.

      dev’essere da allora che ho smesso definitivamente di guardare la televisione: nessuno immagina che possa diventare cosi` facilmente un’arma di distruzione di massa.

      sentendo Trump in un paio di registrazioni televisive, sinceramente, mi e` parso di respirare un poco quell’aria…

      eppure Trump, alla fine, e` soltanto l’americano medio che lo ha votato…

      Mi piace

      1. Caro Bortocal, ho già estratto la frase di cui sopra e messa in FB (come cit. non come mia, sia chiaro 🙂 ) e sta ottenendo la meritata attenzione. Posso fare lo stesso con questo commento?
        Secondo me l’informazione è questo: non solo il fatto e il numero, ma quello che il fatto provoca in chi mantiene vibrante la sua umanità.

        Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...