lettera aperta a qualche blogger trumpista – 49

Se un singolo isolato compie una strage dopo aver dato il like alla Le Pen e a Trump, la colpa è della Le Pen e di Trump.

leggo che vi lamentate di questo.

be’, veramente io penso che sia anche un poco colpa vostra.

non soltanto dei seminatori d’odio piu` in grande:

Trump, Le Pen, Salvini sarebbero nessuno senza lo sciame dei seguaci che ripete ed amplifica le loro parole d’ordine demenziali.

pero`, mettiamoci pure d’accordo: si tratta di responsabilita` indirette, sia le vostre che le loro:

di un rapporto che non e` di causa-effetto, ma di semplice suggestione.

del resto  non vi vedo neppure capaci di passare dall’idea all’azione:

siete quelli che preferiscono delegare la violenza allo stato.

ok, allora voi non siete responsabili se un pazzo anti-islam fa una strage in una moschea in Canada,

ci siamo? siete contenti?

. . .

ma allora perche`, secondo voi, TUTTI i musulmani sono responsabili di quel che fanno alcuni fanatici in nome di un frainteso islam?

cioe`, secondo voi, se un matto uccide gli islamici nel nome di Trump e` un matto,

ma se un gruppo di matti nel nome di Mohammed uccide cristiani ed islamici che non la pensano come loro, allora tutti gli islamici sono colpevoli dei delitti di questo gruppo?

mi spiegate come fate a ribadire che tutto l’islam e` assassino, secondo voi, e invece il trumpismo, no?

tutti agnellini, i trumpisti; al massimo lo svitato grave di turno…

e lo ripetete perfino nello stesso post in cui vi lamentate della generalizzazione che colpisce voi e i vostri leader!

non vi rendete conto di quanto siete ridicoli?

. . .

vi sentite discriminati ingiustamente se qualcuno grida trumpisti assassini?

vi girano perfino un poco i cosiddetti?

be’, allora non dico che sia proprio giusto dirlo, ma se servisse almeno a farvi riflettere un momento solo.

il fanatismo, il razzismo, le generalizzazioni idiote non sono ingiuste soltanto quando colpiscono voi.

musulmani-esecuzione

. . .

comunque non mi aspetto nessuna risposta, ma grazie lo stesso se almeno mi leggerete in silenzio…

Annunci

9 thoughts on “lettera aperta a qualche blogger trumpista – 49

  1. Io seguo un sacco di gente di cui non condivido proprio le impostazioni di base , seguo Le Pen Trump Soros i giornali di destra ALTRIMENTI su quali basi li potrei criticare??
    Posso perfino mettere un Like quando Marine dice di essere candidato delle destre e non solo del suo partito.
    I social media vanno capiti dai giornalisti, invece hanno voluto fare l’identikit che a loro serviva per far nascere discussioni — anzichè mostrare un giovane disturbatocome tanti altri studenti americani che compiono stragi,a volte con delle superficiali coperture ideologiche a volte no. Bissonette non è un Brevnik!
    In questo caso però all’origine c’è proprio Trudeau che, trattandosi di una moschea, ha subito parlato di “terrorismo”. Alla confusione musulmano/terrorista è speculare quella che, se colpiscono un musulmano, è islamofobia prima ancora di aver conosciuto i fatti.

    Mi piace

    1. all’autore della strage piaceva Trump, pare.

      sai la novita` della cosa.

      secondo l’ultimo sondaggio, e sai anche tu che i sondaggi valgono niente, il 49% degli americani e` d’accordo con Trump sui migranti, il 41% invece contrario, e il 10% vive beato nella palude del non so.

      mettere in evidenza quei like e` un’oprazione abbastanza sporca, di propaganda occulta, e neppure troppo.

      ma tutta l’ossessiva propaganda contro l’islam che cos;’e?

      leggere i nemici del popolo? e` il mio passatempo preferito!

      del resto mi pare che qui siano tutti nemici del popolo, soltano in modi diversi, ahhaa.

      a volte mi piace perfino provare a discuterci, ma non pare che sia uno sport molto praticato…

      Liked by 1 persona

      1. ahh ahhha , visto che ogni volta che accade qualcosa che muove le masse , viene sempre detto che dietro c’è—- e via a elencare da Soros, a una grande potenza, una lobby, meglio se massonica…. l’idea che si ha del popolo è quella di una massa di dementi.
        Sui sondaggi… per carità, ti passo quello di reuters che non collima con il tuo, ma questi tali non dicono mai mai i criteri di scelta degli intervistati.
        e DOVE li vanno a pescare: Manhattan o … Pokipsi ?
        (è un posto che sento nominare spesso e mi fa ridere… )

        https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/16406627_1323481901024015_6342933845128751941_n.jpg?oh=fa24cdde22fb0e52d56ad41f35119c92&oe=5908022B

        Mi piace

        1. ma no! il sondaggio e` esattamente lo stesso!!! nel tuo link e` soltanto riportato in modo piu` analitico, ma, se guardi la prima striscia, da` i favorevoli al 49%, con una banda di oscillazione dell’1%, e i contrari al 41%, sempre con la stessa banda.

          l’idea che si ha del popolo e` quella di una massa di dementi, dici…

          vero: ma il problema e`: quanto e` vicino alla verita` questo giudizio?

          a me pare che ci azzecchi: non viene usato a casa, da parte di coloro che se ne occupano professionalente.

          se fosse sbagliato, non lo userebbero proprio.

          non che gli uomini siano dementi per natura propria (almeno non tutti, non la maggior parte), ma e` molto facile ridurli in uno stato tale.

          oggi abbiamo un intero sistema dei media che cospira per questo e una penetrazione capillare istantanea nella mente delle persone attraverso internet.

          pochi si rendono conto ancora, mi pare, che pericolo mortale sia questo per la specie umana.

          Mi piace

    1. essere timidi non ha niente a che fare con l’odio.

      molti di coloro che diffondono l’odio verso determinate categorie, secondo me, non ne hanno paura affatto: anzi, le aggrediscono e le attaccano proprio perche` non fanno paura, o ne fanno molto poca.

      che paura potevano davvero fare gli ebrei comuni nella Germania nazista?

      furono aggrediti e massacrati anche perche` non sapevano difendersi.

      l’essere umano ha luci ed ombre: se alimenti gli istinti peggiori, avrai davanti a te le bestie piu` pericolose che la natura abbia mai generato.

      ma, per essere paradossale: il razzismo nasce piu` dalla mancanza di paura vera che dalla paura: la paura di cui parlano i razzisti e` secondo me soltanto una copertura dell’odio.

      il razzismo nasce dall’odio e dal fastidio, la paura e` secondaria, oppure si chiama paura il semplice fastidio.

      ilrazzismo nasce anche da capacita` intellettuali limitate e dalla difficolta` di gestire rapporti umani un poco piu` complessi.

      Liked by 1 persona

  2. Condivido totalmente e ti faccio un esempio molto banale.
    Quando appellavano i sardi come “sequestratori” o i siciliani “mafiosi” beh son cose che disturbano, fanno male.
    Fare tutto un fascio é aizzare, creare opinioni distorte, distruggere quel che di buono c’è in un popolo.

    Mi piace

    1. bellissimo, marta.

      quel che e` bello e` usare le proprie esperienze esistenziali per provare a portare saggezza.

      fare della propria vita uno spunto di saggezza per gli altri, per chi ne sente il bisogno: che cosa di meglio e di piu`?

      Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...