cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

se mille miliardi vi sembran pochi: il paradosso Irlanda – 92

Prodi a Brescia l’altroieri, a proposito della profonda trasformazione dei poteri e dell’economia in atto, ricordava il paradosso irlandese.

. . .

il potere delle grandi aziende, soprattutto informatiche, e` diventato tale che oramai queste ricattano gli stati sulla politica fiscale e si dislocano sul pianeta inseguendo trattamenti fiscali di favore, che poi diventano pietre al collo degli stati stessi.

l’Irlanda, per esempio, paese storicamente arretrato dal punto di vista economico, ha realizzato un trattamento di assoluto favore per loro, una tassazione praticamente pari a zero, ed e` stata beneficata da massicci investimenti e dalla creazione di forza lavoro sul posto.

nessun beneficio fiscale diretto per lo stato, ma il beneficio indiretto dei posti di lavoro (fino a che durano e non verranno sostuiti dall’Intelligenza Artificiale).

e` la stessa strada che si sta preparando a seguire il Regno Unito dopo la brexit:

Prodi ricordava che l’Inghilterra ha prima velatamente fatto capire e poi apertamente dichiarato che vuole diventare un paradiso fiscale.

aggiungo io: per farlo deve anche coerentemente prepararsi a smantellare lo stato sociale: perche` uno stato che rinuncia a tassare le grandi ricchezze e dove la poverta` parallelamente cresce, chiaramente non e` in grado di mantenere pensioni, sanita` pubblica e scuola gratuita.

quest’ultima, del resto, a che cosa serve, se e` molto piu` efficiente una istruzione per pochi superdotati finanziariamente e anche intellettivamente?

. . .

bene, ma il trattamento fiscale di favore dell’Irlanda ai super-colossi della nuova economia si configura anche come concorrenza sleale verso gli altri stati dell’Unione Europea.

quindi l’Unione Europea e` intervenuta, attraverso la Commissione, e ha stabilito che il governo dell’Irlanda dovrà “recuperare le tasse non pagate nel paese da Apple per gli anni compresi tra il 2003 e il 2013 per una cifra intorno ai 13 miliardi di euro, più gli interessi”.

avete capito bene: soltanto Apple in Irlanda ha evaso 13 miliardi di euro, la meta` di una manovra finanziaria italiana…

ma, ricordava Prodi, la semplice liquidita` che in questo momento le grandi aziende hanno a disposizione e impiegano nelle speculazioni finanziarie e` pari a 250 miliardi di euro.

bene, contro questa decisione della Commissione Europea ha fatto ricorso non soltanto Apple, come e` logico, ma anche il governo irlandese, ricordava Prodi.

l’Irlanda ricorre contro l’Unione Europea per NON riscuotere le tasse.

eccolo, il paradosso Irlanda!

. . .

ovviamente sta in episodi come questi la dimostrazione semplice e chiara dell’esigenza di una struttura sovranazionale, l’unica capace di provare almeno a misurarsi con i nuovi poteri, e non senza difficolta`.

. . .

ora leggetevi questo articolo di Giuliano Balestrieri su business insider Italia, un inserto di Repubblica:

Mille miliardi di tasse evase in Europa ma ai governi non interessano. E le multinazionali esultano

lo cito qua e la`.

. . .

66-82a

In Europa c’è un tesoro da mille miliardi di euro l’anno sul quale nessuno vuole mettere le mani.
E’ un paradosso pericoloso perché rischia di spalancare la porta alle forze euroscettiche.
ma dai: pericoloso per questo?
non perche` impoverisce progressivamente i popoli e gli stati?
e, al contrario, spalanca semmai le porte alle forze europeiste, visto che l’Europa prova finalmente a fare qualcosa
ed e` comunque l’unica realta` che puo` farlo.
Ed è quanto meno bizzarro che nel mezzo della più grande crisi economica che il Vecchio continente ricordi nessuno cerchi di aggredire – davvero – l’evasione fiscale.
Ci sta provando la Commissione europea insieme all’Europarlamento, ma ogni tentativo di avanzamento è fermato sul nascere dagli Stati membri che in sede di consiglio tagliano le gambe ad ogni proposta concreta per combattere gli abusi fiscali internazionali che prevedono lo spostamento di denaro verso paradisi fiscali.
Da Google a Starbucks, da Apple ad Amazon fino ad Fca c’è un lungo elenco di grandi multinazionali che negli anni sono riuscite a costruire impianti fiscali sofisticati per trasferire profitti da Paesi con un’imposizione medio-alta verso altri con aliquote più basse o addirittura azzerate.
Una pianificazione fiscale aggressiva che costa all’Unione europea circa mille miliardi di euro l’anno e che per l’Italia si traducono in 31 miliardi di euro di minore base imponibile.
In sostanza è come se ogni anno il nostro Paese regalasse un’intera manovra di bilancio alle grandi multinazionali (l’ultima finanziaria valeva circa 25 miliardi).
Oltre il danno, poi, c’è la beffa di leggere nei documenti del ministero che la somma è riconducibile in “primis a residenze fiscali fittizie, stabili organizzazioni non dichiarate in Italia di società estere e abuso di transfer pricing per le transazioni infra-gruppo”. Peggio: tra le prime quattro destinazioni verso le quali la base imponibile emigra ci sono gli Stati Uniti, le Isole Cayman, il Lussemburgo e l’Irlanda.

Richard Murphy, partner di Kpmg esperto di sistemi fiscali, sintetizza la questione con efficacia:

“Da un lato ci sono grandi paesi come l’Italia, la Francia e la Germania che per mantenere il loro livello di spesa pubblica hanno importanti esigenze di gettito fiscale, dall’altro c’è chi, come l’Irlanda, usa la leva fiscale per attirare nuovi investimenti”.

Con un sacrificio, per i primi, che spesso è inferiore ai benefici: in Italia – il Paese dove le imprese pagano le tasse più alte – il gettito fiscale delle aziende arriva al 14% del totale.

avete capito bene, se qualcuno e` arrivato fino a qui: il lavoratore medio paga fino al 41% del proprio reddito, le aziende in  media il 14%, dove pagano e non trovano comunque il modo di evadere anche da noi.

poi, naturalmente, l’evasione fiscale contro la quale ci scagliamo e` quella dei poveri cristi.

Leggi anche: “Google, ecco come ha fatto a evadere 270 milioni di tasse in Italia secondo la Finanza”

Leggi anche: “1.444 accordi segreti con il Fisco: così le multinazionali eludono le tasse”

Leggi anche: “Ecco perché Dublino non vuole 13 miliardi di tasse da Apple. Creando scompiglio nella Ue”

la soluzione sembra quella di arrivare a un calcolo delle imposte da pagare da parte delle imprese non nel paese nel quale fissano la loro sede ufficiale, ma in ciascun paese nel quale realizzano i loro profitti.

ma se ne sta discutendo ancora.

. . .

dunque Prodi e` preoccupato, come tutto il ceto medio mondiale, in via di progressivo impoverimento…

ma qualcun altro no:

Oggi siamo in una fase in cui la gente vede l’innovazione come un pericolo, ma lo diceva anche quando Gutenberg aveva inventato la stampa, o all’epoca della rivoluzione industriale.

Secondo me la rivoluzione digitale è un passaggio simile a quelli, ed è chiaro che nel breve periodo le preoccupazioni, in particolare del ceto medio, sono forti.

Ma la scommessa per un paese deve essere quella di investire sul futuro, non evitarlo.

Noi italiani abbiamo molti cervelli, alcuni anche qui, tranquillamente in grado di essere protagonisti del tempo che cambia.

La risposta al populismo potrebbe stare nella crescita favorita dall’innovazione.

gia`, peccato che questa crescita e` oggi tutta sequestrata dai feudo-tecnocrati.

. . .

chi e` l’autore di questa propaganda dozzinale?

chi l’erede dell’ottimismo alla Mike Bongiorno e Berlusconi, che evidentemente paga in termini di audience?

lo avrete riconosciuto subito,

cosi` come a me capita di leggere un articolo senza avere visto chi ne e` l’autore, e di dire: l’autore di queste idiozie non puo` essere che Fassina, e ci azzecco.

qui e` Renzi, naturalmente, nel suo stile di ottimismo pasticciato, inconfondibile.

. . .

Renzi e` in visita in California da un feudo-tecnocrate, che e` proprio Tim Cock, della Apple…

si`, l’evasore in Irlanda.

e` il secondo paradosso irlandese.

oltre a Musl della Tesla (che non ha firmato il manifesto anti-Trump) e a Stanford di Airbnb.

ora che Marchionne si e` fatto trumpista, Renzi e` alla ricerca di nuovi sponsor.

e li trova nei feudo-tecnocrati evasori delle imposte che affamano lo stato sociale europeo.

e intanto che lo fanno spargono ottimismo e buoni sentimenti, oltre che anti-populismo a gogo`, per fregarci meglio.

Annunci

2 thoughts on “se mille miliardi vi sembran pochi: il paradosso Irlanda – 92

  1. S’è mai visto il grosso capitale essere corretto non dico eticamente ma anche soltanto rispetto alla legislazione corrente ( peraltro fortemente indirizzata tramite ideologia e partiti in house ). L’elenco delle maggiori aziende industriali o finanziarie italiane (per restare a nel nostro piccolo ) colte con le mani nel sacco le comprende praticamente tutte : le banche maggiori tutte, fiat (ex), enel, ilva, marcegaglia, eni, cooperative etc. etc. se poi andiamo verso soggetti economici di media entità vediamo che ogni giorno si scoprono truffe evasioni elusioni truffe milionarie; nel bresciano ( scendendo a livello locale ) sono state scoperte le maggiori “cartiere” di fatture false….

    Sprechi mafie, corruzione ( qualcuno di potente incassa sempre..)
    Il controllo del surplus sociale viene rastrellato in modo “regolare” ed irregolare da sempre ( Germania compresa ). Queste “democrazie nominali” sono strutturalmente organizzazioni statali a sevizio di oligarchie che dominano partiti, media e quindi parlamenti. In tempi tramontati le oligarchie economiche venivano definite classe dominante…
    Renzi stravede per Marchionne che ha portato la sede FCA in Olanda (che sta in Europa) togliendo entrate consistenti all’Italia per pagarne meno .. tanto per dire….
    Concludo :
    Questa Europa ha sempre mantenuto anche al proprio interno rifugi di elu-evasione e non li toglierà certamente in quanto sarebbe semplicemente in contraddizione con sé stessa.

    PS: lo stato sociale è stato in passato strappato dalle lotte di classe. Con la vittoria del capitale lo stato sociale, con mille panzane per allocchi, viene ora via via smantellato con azione diretta di coloro, ex comunisti, che comicamente si definiscono ancora di sinistra.

    PS: ..e va be sono un vecchio comunista non pentito.

    Mi piace

    1. caro silvano,

      hai descritto la nostra situazione in poche parole e in maniera lucidissima.

      si puo` essere ancora comunisti (anche se l’esperimento storico e` stato un disastro, ammettiamolo), si puo` essere ancora marxisti o meglio ancora marxiani (anche se il pensiero filosofico di Marx appare profondamente viziato da errori fondamentali), si puo` essere ancora legati ai valori fondamentali del marxismo e del comunismo, che hanno lottato per istanze umane fondamentali nel mondo moderno e hanno posto le fondamenta di un modo di vita sociale straordinario, anche se oggi apparentemente destinato al declino.

      in tutta questa storia, che e` poi quella degli ultimi due secoli, e anche prima, il capitalismo e` stato proprio quello che hai descritto tu, anche se lo si guarda da un punto di vista strettamente storico e prescindendo da comunismo e marxismo come prospettive.

      la strampalata teoria filosofica della trasformazione etica del male in bene ha giustificato la tesi apologetica che il benessere collettivo potesse nascere dallo scatenamento degli appetiti dei singoli.

      si chiama liberismo o liberalismo, due varianti dello stesso concetto di fondo: togliete agli esseri umnai ogni vincolo e realizzeranno la felcita` comune anche senza volerla ne` cercarla.

      non e` cosi`, evidentemente.

      e lo dimostra la nascita che stiamo vivendo del nuovo feudalesimo tecnocratico, come esito ultimo di questo processo, che ricostituisce un nouveu regime, dove il trono ha altre basi che l’alleanza con l’altare e la nobilta` non ha bisogno piu` di patenti di sangue blu, ma semplicemente di smisurati poteri finanziari.

      resta tutto da dimostrare che sia possibile combattere questo nuovo mostro che sta riportando la barbarie nella vita umana; noi pero` ci proviamo, anche solo per il gusto di provare.

      sarebbe del resto anche una necessita` assoluta, visto che all’orizzonte del tecnofeudalesimo sta la cancellazione stessa della comune umanita` come propsettiva ultima.

      Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

wanderlust-connection.com

Esplora il mondo con me e ti porterò hasta el fin del mundo!!!

Circolo Letterario Infinire

"L'arte per il gusto dell'arte."

Vidyanam

Espandi il cuore e la mente, le tue azioni renderanno migliore il mondo attorno a Te.

Il blog di Emy

~ Moda, cucina e viaggi ~

Menti Vagabonde

E' bello scrivere perché riunisce le due gioie: parlare da solo e parlare a una folla - (C. Pavese)

il Tascabile

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Blues di Periferia Nuova Umanità

Felicità e liberazione

ragionandoci

cercando di comprendere, ragionandoci...

Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Spizzichi & Mozzichi di Salute

Un'occhiata discontinua e critica sulle notizie di medicina

Un cielo vispo di stelle

di Paolo Beretta

Laicusblog

Umanesimo laico e Socialismo democratico

afterfindus

Cronache dal disgelo

berlino101

Visite guidate, attualità, arte, architettura, teatro, libri, escursioni, confronti, politica, dettagli e viaggi - a Berlino e da Berlino

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

camminare controvento (in Valtellina)

coltivare la terra con la testa - agricoltura antica due punto zero

wanderlust-connection.com

Esplora il mondo con me e ti porterò hasta el fin del mundo!!!

Circolo Letterario Infinire

"L'arte per il gusto dell'arte."

Vidyanam

Espandi il cuore e la mente, le tue azioni renderanno migliore il mondo attorno a Te.

Il blog di Emy

~ Moda, cucina e viaggi ~

Menti Vagabonde

E' bello scrivere perché riunisce le due gioie: parlare da solo e parlare a una folla - (C. Pavese)

il Tascabile

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

Blues di Periferia Nuova Umanità

Felicità e liberazione

ragionandoci

cercando di comprendere, ragionandoci...

Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Spizzichi & Mozzichi di Salute

Un'occhiata discontinua e critica sulle notizie di medicina

Un cielo vispo di stelle

di Paolo Beretta

Laicusblog

Umanesimo laico e Socialismo democratico

afterfindus

Cronache dal disgelo

berlino101

Visite guidate, attualità, arte, architettura, teatro, libri, escursioni, confronti, politica, dettagli e viaggi - a Berlino e da Berlino

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

camminare controvento (in Valtellina)

coltivare la terra con la testa - agricoltura antica due punto zero

cristina bove

versi in transfert

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

Exult49's Blog

honni soit qui mal y pense/The exult49 Daily quotidiano del blog su www.paper.li/exult168/1314966546

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Il Pensiero del Dud

Un luogo della Mente

massimobotturi

Lo so, lo so, lo so che un uomo, a 50 anni, ha sempre le mani pulite e io me le lavo due o tre volte al giorno, ma è quando mi vedo le mani sporche che io mi ricordo di quando ero ragazzo. Tonino Guerra

menteminima

Vorrei poterne ridere.

MICHELE FABBRI

qui habet aurem audiat...

miglieruolo

La vita è sogno

mozart2006

Classica, opera e tutto quanto riguarda la musica

oradireli

anche dopo l'ora di religione

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

Suoni e Passioni

Siamo Musica

Tellincamuno

scritto sotto l'effetto dei pizzocheri

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

UN FIORE INCATENATO

Un fiore sboccia se c'è chi poi lo raccoglie

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Considerazioni e riflessioni per vaccinarsi dall'indifferenza

libera...mente

dietro ogni vecchio c'è sempre un bambino, davanti a un bambino non sempre c'è un vecchio

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

paroleacapo

di Cristina Capodaglio

Il tredicesimo cavaliere 2.0

FATTI NON FOSTE PER VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CONOSCENZA...

Gli anziani raccontano

Il solo modo per non morire giovane è diventar vecchio (G. B. Shaw)

ReseArt

Arte, cultura, educazione, politica, sociale e varia umanità

Il diario di carta

Blog personale e semiserio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: