abbasso i voucher, viva il lavoronero ! – 121

segnalo l’ottimo post dell’amico e coetaneo Raimondo sui voucher:

E dopo?

fate conto che l’abbia scritto io.

. . .

poi, se volete, proseguite col mio commento al suo post:

caro raimondo, hai detto tutto molto bene, e quasi mi faccio riguardo di venire da te a commentare per dirtelo: il senso dell’impossibilita` di agire si va facendo sempre piu` forte.

non molto diverso era il risultato delle mie analisi sul punto:
https://corpus15.wordpress.com/?s=voucher

fammi soltanto dire in modo piu` crudo di te che questa vicenda si comprende bene soltanto come una vittoria del lavoro in nero per i pensionati che costituiscono oramai il fulcro della CGIL,

un sindacato che con la Camusso ha raggiunto il fondo di un degrado senza nome.

2c4680e5ec18429e20dd69de53cf2fda

da questo punto di vista Gentiloni che li abolisce del tutto, invece di riformarli, pur se umanamente piu` accettabile o meno rivoltante di Renzi, e` perfino peggiore nelle scelte concrete.

naturalmente, intravvedo che si promettono nuovi strumenti migliori dei voucher al piu` presto, ma ci si guarda bene dal dire quali.

e scommetto che non li vedremo mai.

. . .

i voucher erano una soluzione semplice e funzionale al problema della regolarizzazione dei lavori occasionali.

non potendosi eliminare i lavori del tutto occasionali, non resta che ricominciare a pagarli in nero.

bastava limitarne l’uso a contesti ben definiti e soprattutto compiere quei controlli sul loro impiego che sono sempre mancati.

ma eliminare una scelta giusta perche`non si sa impedire a qualcuni di abusarne e tornare indietro a una stiuazione peggiore non e` demenziale?

. . .

inoltre il mancato referendum e` una sconfitta della democrazia.

e una vittoria del lavoro in nero.

abbiamo fatto un pauroso passo indietro, e questo paese vive oramai di leggende e di demagogia senza limiti:

destra sinistra o cinquestelle, la gara e` soltanto a chi tromboneggia meglio.

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...