Trump-vs-Merkel : Trump Minotauro contro il resto del mondo – 123

una Merkel intimidita nell’incontro di Washington dell’altroieri ha promesso a Trump che la Germania si assumera` una quota piu` alta di spese militari per la NATO.

non sembra che sia bastato, visto che Trump ha salutato la sua partenza con un tweet sbeffeggiante di promemoria.

America first, e Germania, cioe` Europa democratica, sotto pressione.

da ogni parte, se non si trova il modo di sfuggre all’accerchiamento.

. . .

ma questa visibile timidezza e riluttanza quasi psicologica ad affrontare la nuova confrontation con gli USA e` la vera camapna a morte sulla campagna elettorale della Merkel per la rielezione a settembre.

segna la fine della Germania materna e tollerante che lei incarna anche visivamente.

anche nella psicologia del profondo la Germania avverte il bisogno di una svolta, verso un leader maschile, aggressivo e carismatico, paterno.

virile contro femminile:

Schultz.

. . .

qualche considerazione, allora.

gli USA spendono il 3,6% del loro bilancio per spese militari.

nell’Unione Europea solamente il Regno Unito e la Francia superano il 2% per le spese militari.

ma la Germania pacifica e pacifista del dopoguerra e` largamente al di sotto.

non parliamo poi dell’Italia, che destina all’esercito soltanto l’1,1% del proprio bilancio.

Trump ha risolto in un colpo solo il problema dell’eccesso della bilancia commerciale tedesca:

il surplus oltre il 6% che i trattati europei, non rispettati, obbligano a destinare a spese interne, andranno invece versati agli USA.

la bilancia dell’alleanza si altera in maniera sostanziale.

fino a questo momento gli USA sostanzialmente si facevano carico ampiamente della “difesa” europea, in cambio di avere l’Europa come alleata.

con Trump dovra` essere l’Europa a pagare per restare alleata degli Stati Uniti.

non e `neppure troppo sottintesa una larvata minaccia:

data la sproporzione militare delle forze, puo` l’Europa fare diversamente?

. . .

la domanda tuttavia e` un’altra:

se l’Europa deve armarsi in maniera simile agli USA e correggere la struttura interna della propria economia per farlo, ha senso che lo faccia per restare subordinata agli USA?

a questo punto non e` meglio armarsi per difendersi in maniera del tutto autonoma?

insomma, puo` esistere ancora la NATO?

ha senso restare alleati agli USA per difendersi dalla Russia o dalla Cina?

non e` meglio allearsi con la Russia e con la Cina per difendersi dagli USA?

. . .

prima di proseguire tuttavia una noterella a margine, che riguarda un paese secondario negli equilibri mondiali, il nostro.

il discorso di Trump riguarda anche l’Italia, naturalmente.

facciamo l’ipotesi meno grave, che Trump si accontenti che l’Europa porti il suo livello di spese militari al 2% (e non al 3,6% degli USA).

se l’Italia dovra` sostanzialmente raddoppiare il livello delle sue spese militari, Trump ci sta semplicmente chiedendo di fare bancarotta.

il bilancio italiano della difesa 2016 e` di 23 miliardi e 400 milioni; immaginiamo di doverlo portare a 40 miliardi.

sono quasi 17 miliardi di manovra economica da compiere ogni anno.

con quali conseguenze sui livelli di vita, sui consumi, sul sistema produttivo?

e se poi invece le spese militari dovessero essere piu` che triplicate, per adeguarci al modello americano?

problemi ai quali neppure si sfugge se anche si pensasse di uscire dalla NATO, visto che comunque a questo punto ci si dovrebbe armare per difendersi in proprio.

. . .

ma la richiesta ultimatum di Trump all’Europa per interposta Germania fa il paio con le dichiarazioni del suo ministro delle finanze contro il libero commercio al vertice del G-20 a Baden Baden.

con queste dichiarazioni, come gia` sappiamo, e` stato ufficializzato anche in sede internazionale che Trump intende eliminare il surplus di importazioni dall’Europa e dal resto del mondo del suo paese.

insomma, qui sono in ballo non decine di miliardi di euro, ma centinaia.

qui e` in ballo la distruzione stessa dell’economia europea.

e le sue non sono dichiarazioni astratte di teoria economica: sono dazi che si preparano per colpire a morte la nostra produzione industriale.

piccola parentesi: e come la mettiamo con i razzisti padani o i Fratelli d’Italia (e anche Beppe Grillo) che hanno inneggiato a Trump?

. . .

ovviamente pensare che un’Europa radicalmente impoverita dal crollo delle sue esportazioni in America sia anche costretta ad aumentare i suoi contributi alla NATO per restare sotto il controllo militare americano e` totalmente insensato.

d’altra parte le posizioni amercane contro il libero commercio sono rimaste totalmente isolate a Baden Baden.

in queste stesse ore si stanno siglando accordi commerciali fondamentali fra Europa e America Latina; la Russia e la Cina sono egualmente favorevoli a continuare lo sviluppo delle relazioni commerciali col resto del mondo; i governi africani hanno apertamente protestato contro Trump e la sua politica…

insomma, se gli USA si isolano dal commercio mondiale, questo non impedira` al resto del mondo di proseguire senza di loro.

. . .

Trump esprime una posizione di debolezza e non di forza.

e per sostenerla e` a sua volta costretto ad aumentare ancora le spese militari americane e a tagliare quelle sociali.

deriva pericolosa, fa venire i brividi.

ma prima di tutto per gli USA.

America first significa America che cerca di controllare e sottomettere il resto del mondo?

un’America spaccata al suo interno che deve per prima cosa ridurre al silenzio la maggioranza che ha votato contro Trump?

ovviamente la presidenza ha rafforzato Trump, che in questo momento rappresenta probabilmente la maggioranza degli americani.

ma l’opposizione interna e` ancora cosi` forte che la domanda resta:

una lieve maggioranza di yankee puo` pensare di dominare tutto il resto del mondo, compresa una parte importante di coloro che vivono negli USA?

chi vivra` vedra`.

tK9BjI2E

. . .

io intanto proseguo le mie riflessioni quasi solitarie.

alla ricerca di una luce nel caos, di un filo di Arianna contro il minotauro Trump che si aggira nel labirinto.

serendipity: scopro in questo momento, con google, di non essere stato originale.

l’immagine di Trump come minotauro me l’ero trovata da me.

ma l’ha gia` usata YANIS VAROUFAKIS, l’ex ministro delle Finanze greco.

https://www.project-syndicate.org/commentary/trump-chinese-debt-global-imbalances-by-yanis-varoufakis-2016-11?version=portuguese&barrier=accessreg

HD_azEMJ.jpg

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...