diegod56, orangutan e umani, le condizioni della creatività.

ribloggo da https://diegod56.wordpress.com/2017/04/04/orangutan-e-umani-le-condizioni-della-creativita/ questo interessante post, adattando l’impostazione grafica a quella in uso qui.

. . .

È arcinoto che studiando la vita delle creature non umane si comprendono anche nessi e relazioni della vita delle creature umane.

In «Mente e Cervello» di Aprile, l’ultimo numero insomma, è utile un articolo (pag. 102) che tratta il tema della creatività.

Donde deriva la creatività, l’inventiva?

Una risposta abusata e superficiale attribuisce l’inventiva alla necessità, come dire: hai fame, ti ingegni per mangiare.

Gli studi del primatologo svizzero Carnel van Schaik (a me i nomi difficili da pronunciare evocano grande cultura, ma non divaghiamo) hanno per oggetto il comportamento degli orangutan.

Animali, per loro sfortuna penso, abbastanza simili a noi.

La ricerca evidenzia come le creature in cattività, vale a dire col pasto assicurato, hanno molta più propensione a sperimentare, a tentare procedimenti diversi.

Potenza del tempo libero ma soprattutto della mancanza di paura.

Gli animali in liberta` (ma non certo liberi dal bisogno di mangiare) tendono ad esser meno curiosi, e giustamente non rischiano, evitano di avvicinarsi ad oggetti sconosciuti.

Invece gli orangutan che hanno cibo assicurato sono ben più curiosi e perdono la paura dell’ignoto.

Birute Galdikas

. . .

Passiamo a primati meno simpatici ma sicuramente importanti: gli esseri umani.

È abbastanza evidente:  se ho solo un lavoro brutto e faticoso, unica risorsa per far mangiare i miei figli, difficilmente avrò tempo ed energia per provare qualcosa di nuovo, di più interessante, il rischio è un lusso che mi è precluso.

Per provare a cambiare, ho bisogno d’una rete  di protezione.

Secondo van Schaik e lo psicologo della London School of Economics Michael Muthukrishna, la spinta all’innovazione c’è se c’è una qualche protezione, una rete sociale che preserva dai guai d’un tentativo non riuscito.

Insomma, un reddito di cittadinanza.

Lo capiscono anche le scimmie, quindi adeguiamoci, che è ora.

. . .

io preferisco (si sa) parlare di salario di cittadinanza, piuttosto che di reddito.

ma qui lo possiamo considerare un dettaglio.

interessante di questa riflessione sono due aspetti.

la creativita` e` incentivata dalla sicurezza si dice; e mi pare giusto e ben argomentato.

ma la sicurezza viene a coincidere con la riduzione o addirittura la perdita della liberta`.

due aspetti parzialmente in contraddizione.

mi pare normale.

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...