Europa: le Redlines – 146

vado a cercarmi le linee guida per le trattative sulla Brexit direttamente sul sito del Parlamento Europeo.

http://www.europarl.europa.eu/portal/it

pare che sia l’unico modo per leggersele di persona.

https://www.europarltv.europa.eu/tag/brexit

l’abitudine a consultare i documenti di prima mano non ha facile cittadinanza nel nostro mondo dei media.

vi ho trovato soltanto uno scarno documento intitolato Red lines on Brexit negotiations.

redlinesflame

ma consiste in un video molto breve e sintetico e in un testo che lo trascrive.

e` stato pubblicato ieri.

eccolo tradotto:

. . .

Il Parlamento europeo dovrà approvare qualsiasi accordo per il ritiro del Regno Unito dalla UE.

Al momento del voto, i membri potranno verificare se sono state rispettate le linee rosse del Parlamento: gli interessi dei cittadini devono venire per primi.

I negoziati devono essere condotti in buona fede e la piena trasparenza.

Non ci può essere uno scambio (trade-off) tra la sicurezza e il futuro rapporto economico.

Il processo di pace deve proseguire in Irlanda del Nord ed evitato un confine rigido con la Repubblica d’Irlanda.

Il Regno Unito deve onorare tutti gli obblighi che ha assunto verso l’Unione Europea, compresi quelli relativi al bilancio.

I contorni delle future relazioni UE-Regno Unito potranno essere discussi solo una volta che siano stati compiuti notevoli progressi sui colloqui su come il Regno Unito lascerà l’Unione.

No alle scelte selettive (cherry-picking): l’adesione al mercato unico è possibile solo con la libera circolazione delle merci, capitali, servizi e persone.

Non ci possono essere negoziati separati con i singoli paesi UE o extra UE.

I paesi membri hanno adottato le priorità del Parlamento per l’avvio dei negoziati con una maggioranza schiacciante: 516 su 751.

. . .

un esempio inconsueto di sintesi ben poco burocratica.

in sostanza il Regno Unito potra`uscire dall’Unione Europea in modo conordato soltanto se continuera` a rispettare tutti gli impegni che aveva preso entrando a farne parte

(ma ovviamente senza assumerne di nuovi per il futuro).

insomma, una specie di comma 22 a tempo applicato all’Inghilterra.

dal punto di vista europeo la Brexit al momento consiste solamente in un ritiro dagli organi decisionali dell’Unione, ma non dagli obblighi connessi.

ma anche per il futuro non potra` esserci partecipazione inglese al mercato unico senza garantire la libera circolazione degli uomini.

se il Regno Unito non accetta questa impostazione, non rimane che una rottura completa di ogni tipo di relazione.

. . .

sono entusiasticamente d’accordo; mi auguro soltanto che queste posizioni vengano effettivamente tenute nel negoziato.

in ogni caso cerchero` di tenermi informato.

non dico “tenervi”, perche` non ho questa ambizione.

e del resto non sono neppure sicuro che la voglia di essere informati sia troppo diffusa.

Annunci

7 thoughts on “Europa: le Redlines – 146

    1. ma il prezzo varierebbe sensibilmente se si sapesse che devi ripianare dei debiti o ti sei annoiato e vuoi comprarne una più bella … la trattativa si base sulle informazioni, per questo temo che i due anni previsti possano essere l’occasione per guerricciole commerciali e politiche per strappare le migliori condizioni … ad esempio disarticolare l’interlocutore …

      Mi piace

      1. 🙂 oh, io decidero` rapidamente, entro i prossimi due o tre mesi; non so quanto potra` durare la bolla immobiliare tedesca ora che la Germania e` cosi` isolata nel mondo.

        pero` dalla prontezza con cui mi si offre di rilevare l’appartamento a un prezzo che e` due volte e mezzo quello che l’ho pagato, sembra che le banche ci credano ancora molto, o almeno ci credono ancora i loro clienti.

        noto anche che qui in Germania adesso tutti i prezzi sono aumentati in genere, anche se non molto, e che, finalmente, al supermercato le merci costano, comprensibilmente, un po’ piu` che in Italia, dopo 15 anni almeno in cui succedeva assurdamente il contrario.

        in Svizzera invece il valore del franco e` decisamente calato, dopo la svalutazione, ma ancora i frontalieri italiani fanno una dura concorrenza ai locali, accettando salari molto piu` bassi, dato che li riportano in Italia ogni sera e li spendono qui da noi, dove tutto costa molto meno – cosi` mi raccontava la brasiliana del Canton Ticino conosciuta ieri.

        ops, ma sto divagando. 😉

        le trattative fra Unione Europea e Regno Unito dipenderanno da molte cose e credo che alla fine ne uscira` qualche compromesso al ribasso a vantaggio della libera circolazione delle merci e del blocco di quella delle persone.

        in realta` non conviene a nessuno disarticolare l’avversario, che e` comunque un buon cliente sia pergli uni sia per gli altri; e` tuttavia possibile che uno dei due interlocutori si disarticoli per forza propria, o anche tutti e due, indipendentemente l’uno dall’altro e per motivi diversi.

        ma a chi interesserebbe? la Cina sta cercando buoni accordi con l’Inghilterra come testa di ponte in Europa, in una specie di colonizzazione (economica) a rovescio; ma se l’Europa crolla, anche la testa di ponte perde di importanza.

        insomma, solo nella testa di Trump la globalizzazione e` morta e sepolta: nel resto del mondo funziona ancora.

        e questo rende tuttora molto difficile un asse economico fra Trump e la May.

        Liked by 1 persona

  1. Grazie, come al solito sei prezioso per sapere le cose. Anch’io sono fiero ed entusiasta del documento. C’è una durezza, una chiarezza teutonica che è estranea alla doppiezza italica, tempi duri ci aspettano?

    Mi piace

    1. In realtà a quanto capisco la più morbida è la Merkel che deve mediare con gli ambienti finanziari tedeschi contrarissimi a un’Europa politica e che farebbero volentieri come l’Inghilterra. È la sinistra tedesca la più dura.

      In Italia si vagola con una stampa al di sotto dei requisiti minimi di decenza.

      Mi fa rabbia pensare che da qualche parte c’è il documento vero e proprio (Il Secolo XIX cita qualche passaggio più ampio), ma non sono riuscito a trovarlo.

      Mi piace

      1. Immagino che ci siano dei protocolli segreti, almeno spero. Se devi comprare una casa pubblichi forse tutti i dati circa i termini del problema? Quello che hai trovato tu chiarisce il tono politico della trattativa ma ci saranno quintali di scartoffie messi a punto in caveau segreti ed intendimenti e persone che rimangono sullo sfondo di una partita a scacchi tutta da giocare.

        Liked by 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...