Il mondo che si unisce a Trump – 148

Il mondo si unisca a noi, chiede Trump.

contro la Siria.

gassificatrice? lo dice lui e bisogna credergli.

anche se le precedenti accuse si sono rivelate false.

erano stati i ribelli armati dagli USA.

. . .

all’appello di Trump alla guerra contro la Russia (!!!) e l’Iran per interposta Siria rispondono:

l’Inghilterra

l’Australia

Israele

la Turchia

l’Arabia Saudita

il Giappone:

la nuova Santa Alleanza dis-umanitaria.

. . .

i bambini dello Yemen bombardati dai sauditi alleati degli USA, no.

quelli sono bambini terroristi.

Arabia-Yemen-bambini-uccisi

. . .

la Cina sardonica sta a guardare sullo sfondo.

l’Europa annuisce pensosa, solo con toni un pochino piu` prudenti e meno entusiasti.

e a voi, a noi, la scelta fra Trump e Putin.

. . .

postilla: 

leggevo soltanto Il Foglio ultimamente.

ora smetto anche con quest’ultima variante della barbarie giornalistica italiana.

sentite che cosa hanno avuto il coraggio di scrivere oggi: 

Il video dei bambini uccisi dal gas in Siria e il nostro inutile, lussuoso senso del pudore.

di Annalena Benini

Non c’è riparazione ma dobbiamo vedere tutto. Se la realtà dei bambini gasati è un ricatto emotivo, è l’unico che può farci andare avanti come esseri umani.

io il video mi rifiuto di guardarlo, anche dopo questo accorato appello morale.

sono un uomo immorale, e confermo di voler continuare a esserlo.

Annunci

6 thoughts on “Il mondo che si unisce a Trump – 148

    1. non credo alla guerra globale aperta per il semplice motivo che e` gia` in atto.

      possono sempre decidere di intensificarla, questo si`.

      pero` e` evidente oramai che ogni presidente USA e` sottoposto a pressioni immani verso le guerre piu` varie, e probabilmente non sono sostenibili neppure da un cervello limitato come quello di Trump.

      Mi piace

  1. Senza doversi schierare, esistono i fatti che hanno una loro logica inoppugnabile, sempre che la si voglia vedere.
    Assad sarebbe semplicemente scemo, cosa che non è, ad usare gas chimici senza obiettivi sostanziali sui civili e davanti al mondo, peraltro dopo che l’Onu aveva certificato la consegna degli arsenali chimici nel 2014.
    Gas che i cosiddetti ribelli finanziati in modo certo da Arabia e Turchia, hanno già usato; entrando nel “pare”, sembra verosimile la versione data dai russi.
    Il bombardamento immediato Usa senza verifica internazionale fa apparire il tutto come l’ennesimo casus belli costruito in chiave antirussa ed anti-Assad per sabotare accordi di Vienna precedenti, oltre che per politica interna Usa.
    Al solito sulla pelle di civili usati a giustificazione di altri massacri.
    Che cosa sta preparando questa massa di criminali che spingono sempre piú al riarmo?

    Liked by 1 persona

    1. VENTI DI GUERRA

      Urlo con il vento
      Ed il vento urla con me.
      Non sopportiamo la rossa bugia della guerra
      Non sopportiamo chi ingrassa con la morte
      Non sopportiamo che ci prendano sempre per il culo.

      Liked by 1 persona

    2. analisi da sottoscrivere.

      mi impressiona la rassegnazione generale, che mi pare sempre di piu` il vero obiettivo.

      i miei vicini di montagna mi chiedono: quando ci sara` la guerra?

      tutti sannoi benissimo, senza che ci sfiatiamo neppure nei blog a dirlo, che queste accuse sono strumentali e forse anche assolutamente false.

      i gas in Siria sono sempre stati usati in maniera propagandistica.

      e quando Hussein, ancora alleato degli USA, uccise con i gas 5.000 curdi, gli USA non fecero una piega, perche` era un alleato.

      cosi` come non fiatano sui bombardamenti sauditi nello Yemen: semplicemente vi e` l’indicazione ai media di non parlarne neppure.

      questo clima di menzogna universale e` oramai chiaro a tutti; la protesta contraria viene definita populismo.

      e intanto, tra il terrorismo chiaramente alimentato e diretto, le incongruenze di Trump, eletto anche in vista del ristabilimento di rapporti decenti con la Russia, e che nello stesso giorno liquida il suo principale consigliere in questa direzione e la attacca militarmente, anche se in maniera per ora indiretta, mi pare che quando la gente, frastornata e indecisa a tutto, sara` pronta ad essere usata come carne da cannone, la guerra generale potra` anche cominciare.

      impressionante tuttavia e` la votalita` mentale di Trump; mi pare molto difficile fare una guerra con un simile generale in capo (anche se abbiamo gia` avuto Bush ir.).

      lui cerca di garantirsi il posto incerto con una guerra, dato che diventa impensabile cambiare il presidente con uno scenario simile.

      ma a me pare che la guerra sara` sul serio vicina quando chi comanda davvero negli USA si sara` liberato di Trump e avra` messo al suo posto un fantoccio piu` presentabile…

      – e va be`, mi sto giocando il mio secondo giro del mondo con questi post, lo so, perche` quando controlleranno i miei social, negli USA non mi faranno piu` entrare…

      Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...