Trump mobilita 150.000 riservisti – 156

Siria: quanto e` difficile capire quello che sta succedendo davvero…

. . .

c’e` chi minimizza…

Se avverti al telefono i russi e quindi i siriani che stai per bombardare, se spari 59 missili ma ne arrivano meno della metà, se distruggi vecchi Mig, la mensa ed un radar ed il giorno dopo i siriani usano le piste bombardate per riprendere i raid su Idlib, stai giocando più a fake-wrestling che ad una vera scazzottata di strada.

https://pierluigifagan.wordpress.com/2017/04/09/commander-in-chief/

. . .

Trump si è giocato il suo atout per risalire momentaneamente nella popolarità; la Russia (preinformata e coi sistemi antimissile dell’area disattivati per consentire il passaggio dei tomahawk americani) ha protestato, ovviamente, con conseguenze abbastanza moderate (non saranno né Putin né Trump ha innescare una drammatica guerra fra loro) e continuerà tutto come prima, ovvero in un vero e proprio stallo in cui Assad risulta sempre più inamovibile. (…)

Ammesso che i gas non siano un casus belli costruito ad hoc.

Il Grande Buco Nero del Medio Oriente e noi seduti sull’orizzonte degli eventi

. . .

c’e` chi dubita delle versioni ufficiali…

Martedì mattina il mondo ha ricevuto la notizia che dei civili siriani erano stati attaccati con gas velenoso. Anche se l’attacco è stato appena qualche ora prima, la versione ufficiale è stata che la colpa era del presidente siriano Bashar al-Assad.

Il New York Times è andato in stampa martedì con la storia, notando che i funzionari siriani affermavano che erano gli insorti stessi che avevano effettuato l’attacco. In quel momento l’agente tossico reale era ancora sconosciuta. E tuttavia, il colpevole è stato individuato dallo spionaggio americana prima ancora che qualcuno sapesse che tipo di gas velenoso è stato utilizzato. (…)

per Assad avere lanciato un’azione contro i civili che sarebbe stata vista come orribile e barbara, tanto che avrebbe reso necessaria una risposta militare degli Stati Uniti, è davvero illogico.

Assad stava vincendo contro gli insorti, e il segretario di Stato, Rex Tillerson, aveva indicato di recente che il cambio di regime in Siria non era un obiettivo dell’amministrazione Trump. L’attacco chimico ha costretto Tillerson a fare un’inversione a U, ed egli ora afferma che i piani per un cambiamento di regime sono in corso. Assad ha molti difetti, per essere sicuri, ma la stupidità non è uno di questi.

Allora, chi ha ancora una motivazione razionale per attaccare i civili in Siria? Forse dovremmo chiederlo a Hillary Clinton, che si è affrettata a suggerire esattamente il tipo di attacco che Trump eseguito contro la Siria la notte scorsa. Dalla sua bocca alle orecchie di Trump. Chi l’avrebbe mai detto? E chi festeggia l’attacco aereo di questa mattina? John McCain e Lindsey Graham di sicuro, ma questi si rallegrano di ogni atto di guerra se è un rituale sacro della superiorità americana.

https://thelibertarianrepublic.com/tin-foil-syria-blame/

. . .

che bella confusione eh?

ma chi aveva, chi ha, un interesse chiaro ed evidente a modificare la linea politica di Trump e a spingerlo ad un conflitto contro l’asse del male Iran Siria Russia?

a parte lui stesso, naturalmente…

non ho altri elementi per dirlo, ma io guarderei bene ad Israele o alla Turchia.

d’accordo con forze interne agli USA, naturalmente.

. . .

il primo ministro canadese Trudeau ha chiesto un’indagine internazionale sull’episodio; il ministro degli esteri russo l’ha promessa al ministro degli esteri tedesco Gabriel.

oramai mi pare difficile che possa esserci davvero.

ma se ci fosse e risultasse che Trump e` stato gabbato?

. . .

gabbato?

c’e` chi lancia un allarme angosciato.

Preallerta: Gli USA mobilitano 150 mila riservisti.

L’esercito americano sta inviando in queste ore a 150 mila riservisti delle lettere con un preavviso di mobilitazione.
L’annuncio ufficiale del ministero della Difesa dovrebbe essere dato a breve, ma alcuni riservisti che hanno già ricevuto la missiva lo stanno raccontando ad amici e parenti, i quali iniziano a far circolare le notizia.
Secondo queste indiscrezioni, provenienti dagli Stati Uniti, l’obiettivo del Pentagono sarebbe di poter disporre di questa forza entro un paio di settimane.

http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/174756/gli-usa-mobilitano-150-mila-riservisti

. . .

intanto Trump sposta una portaerei davanti alla Corea del Nord.

e la Russia annuncia che la prossima volta reagira`.

“L’attacco contro la Siria ha oltrepassato tutte le linee rosse. Pertanto reagiremo con fermezza a qualsiasi aggressione contro la Siria e ad ogni violazione dei limiti insuperabili, chiunque sarà l’aggressore. E gli Stati Uniti conoscono molto bene la nostra capacità di reazione”.

comunicato del Centro di comando congiunto russo-iraniano e delle milizie sciite in Siria.

SYRIA-CONFLICT
A Syrian army jet is guided out of the hangar at Dmeir military airport, 50 km north-east of Damascus, on April 8, 2016. / AFP / STRINGER (Photo credit should read STRINGER/AFP/Getty Images)

Annunci

15 thoughts on “Trump mobilita 150.000 riservisti – 156

    1. bentornata ai commenti, Shera, ora che la tua situazione personale migliora un pochino.

      mi pare che in Trump si cominci a vedere un senso dopo tanta confusione iniziale: sta mettendo da parte il SUO programma elettorale e adottando quello della destra repubblicana piu` ottusa.

      e infatti di impecheament non si parla piu`, ora che lo stanno rimettendo in riga; sono i suoi elettori semmai a sentirsi gabbati, ma chi se ne frega? difficilmente Trump avra` un secondo mandato.

      intanto occorre resistere fino alle elezioni di medio termine di fine anno prossimo e sperare che gli tolgano la maggoranza alla Camera, facendo di lui un’anatra zoppa come e` stato per otto anni Obama.

      Mi piace

              1. ahhha, che barbogio arretrato che sono!!! la dettatura, certo!

                pero` il rapporto con la scrittura e` molto particolare, almeno per me.

                potrei usare la dettatura per comodita`, al massimo per buttare giu` una prima bozza…

                ma poi come fare con le correzioni, gli spostamenti, le aggiunte, gli argomenti che ti vengono in mente solo a pezzo che ti pareva gia` finito?

                e hai notato come il correttore automatico combatte ferocemente contro ogni metafora, ogni immagine audace, ogni parola insolita?

                fa di tutto per banalizzare il pensiero…

                e poi sono sicuro che parlare ad alta voce da solo mi farebbe senso.

                gia` ho qualche problema a scrivere da solo e talvolta solo per me stesso, eh eh.

                Mi piace

                  1. ahh, cara Sherazade, te lo confesso qui, dove nessuno ci vede 😉 :

                    le Mille e una notte si sono ripetute varie volte e io sono diventato antico da un pezzo,

                    fra un po’ mi protegge l’UNESCO come patrimonio dell’umanita`, eh eh.

                    ma il bello e` che non me ne sono neanche accorto!

                    come Sherazade, comunque, non e` che ti mancasse la lingua lunga anche prima che inventassero lo smartphone con la dettatura automatica… 🙂

                    Mi piace

        1. del resto, l’anatra alla pechinese e` buonissima. 🙂 🙂 🙂

          io l’ho mangiata una volta a Pechino e non me dimentico piu`… 🙂

          anatra zoppa, anatra alla pechinese…: tout se tient

          Mi piace

                  1. ahh, cara Sherazade, te lo confesso qui, dove nessuno ci vede 😉 :

                    le Mille e una notte si sono ripetute varie volte e io sono diventato antico da un pezzo,

                    fra un po’ mi protegge l’UNESCO come patrimonio dell’umanita`, eh eh.

                    ma il bello e` che non me ne sono neanche accorto!

                    come Sherazade, comunque, non e` che ti mancasse la lingua lunga anche prima che inventassero lo smartphone con la dettatura automatica, a quanto mi risulta… 🙂

                    Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...