dis-Boschi-amoci – 200

da` veramente fastidio occuparsi della politica italiana.

e della Boschi, poi…

ma pare si debba farlo, visto che anche persone assennate sembrano avere perso completamente la tramontana.

i risentimenti e le emozioni, che sono la cavezza con la quale siamo trascinati dai poteri che controllano l’informazione, impediscono a molti, forse quasi a tutti, osservazioni obiettive, anche piuttosto elementari.

. . .

a proposito della ex ministra Boschi e attuale sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei ministri, occorre soltanto puntualizzare due cose, anzi tre:

.1. da ministra, rispondendo al Parlamento, dichiaro` di non essersi mai occupata della banca di suo padre.

mentiva.

a me non interessa nulla se altri hanno mentito o mentono di piu`.

posso presentarvi decine di bugiardi cronici oppure occasionali.

il suo capo, Renzi, e` notoriamente un bugiardo compulsivo, cosi` come lo era il suo predecessore e maestro Berlusconi.

e allora?

qui stiamo parlando di lei e del ruolo pubblico che ricopre.

accettare che un capo del governo o un ministro mentano al parlamento, cioe` al popolo, e`dichiarare la fine stessa della democrazia.

come bene si sa in paesi di tradizione democratica piu` forte della nostra.

dove la menzogna dimostrata di un membro del governo comporta, ipso facto, le sue dimissioni.

principio non negoziabile, altrimenti la democrazia e` morta.

. . .

.2. scoperta a mentire, la Boschi minaccia querele.

ma poi non le fa.

prova provata che continua a mentire anche adesso.

. . .

.3. la Boschi afferma che e` normale che un ministro parli con i banchieri e che i banchieri parlino con i ministri.

maria-elena-boschi-versione-banksy-744883

come no? lo voglio accettare: siamo oppure no persone di mondo?

ma, un momento di attenzione, per favore: la Boschi era, nel governo Renzi, Ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento.

vi leggo da wikipedia il quadro delle competenze del Dipartimento relativo, al quale a volte viene collegata la carica di ministro, detto senza portafoglio perche` privo, appunto, di un proprio ministero:

Il Dipartimento ha una competenza generale in ordine all’informazione sull’andamento dei lavori parlamentari,

coordina la presenza in Parlamento dei rappresentanti del Governo, nonché la partecipazione del Governo alla programmazione dei lavori parlamentari.

In particolare, presenta alle Camere i disegni di legge, gli emendamenti governativi, esprime il parere unitario del Governo sugli emendamenti parlamentari, nonché sull’assegnazione di progetti di legge alla sede legislativa.

Il Dipartimento cura, altresì, i rapporti con i gruppi parlamentari e gli altri organi delle Camere, ed effettua gli atti di sindacato ispettivo parlamentare, come pure l’istruttoria circa gli atti di sindacato ispettivo rivolti al Presidente o al Governo nel suo complesso.

Verifica gli impegni assunti dal Governo in Parlamento, nonché assicura la trasmissione alle Camere di relazioni, dati, schemi di atti normativi e proposte di nomine governative ai fini del parere parlamentare.

Importante è poi la gestione delle risposte alle interrogazioni e interpellanze presentate dai membri del Parlamento.

quindi, la Boschi come ministro era abilitata ad occuparsi unicamente di QUESTI problemi.

. . .

non risulta che la Boschi fosse a capo di nessun ministero economico.

qualunque suo tipo di intervento o comunicazione sui destini di una banca, e per giunta di quella di suo padre, e` assolutamente e totalmente illegittimo, perche` svolto fuori dal quadro delle sue competenze.

qualunque cosa ne dica Gentiloni.

ci siano state oppure delle pressioni esplicite…  

che poi, siamo chiari, solo uno sprovveduto parvenu politico come Renzi le fa…

le persone sensate basta che alludano o accennino:

e` il potere che esercitano che trasforma una semplice smorfia del viso in una minaccia.

. . .

se questo e` un linciaggio, se questi sono pettegolezzi

ci risiamo con l’Italietta delle pressioni, raccomandazioni, clientele.

ci risiamo con un modo di gestire la vita pubblica primitivo ed incivile.

ci risiamo con una classe politica assolutamente inadeguata a guidare il paese in un percorso di superamento dei propri vizi cronici che lo stanno conducendo alla rovina.

il problema e` tutto qui, e tutto il resto e` semplice fuffa.

. . .

purtroppo il paese oramai e` tutto cosi`: sia chi difende la Boschi, sia chi la critica.

cio` non toglie che la Boschi dovrebbe dimettersi.

e chiunque si comporta come lei, anche.

ma non chiediamo l’impossibile ad un popolo che non ha piu` la cultura necessaria ad autogovernarsi.

e forse non l’ha mai avuta veramente.

. . .

per questi stessi motivi siamo diventati colonia dell’Europa nel Rinascimento.

ma allora almeno c’era la grandezza.

ora necessariamente torniamo ad essere colonia, ma senza grandezza.

dobbiamo solo dirci, tra noi: meglio colonia d’Europa che di altri.

Annunci

2 thoughts on “dis-Boschi-amoci – 200

  1. RUDERI

    Tra arbusti invasori
    Si scorge il rudere imploso.

    Nel caos del collasso
    Spezzoni di muro in bilico e
    Travi marce di muschio
    Spuntano qua e là.

    Catenacci e contorte inferriate di ruggine
    Si illudono di chiudere ancora
    Spazi da troppo fuggiti.

    Solo un’ inesistente volontà immane
    Potrà ricostruire
    Questo mondo in rovina.

    La speranza
    Di un nuovo futuro
    È ormai sotto le macerie sepolta.

    Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...