Articolo 1 : D’Alema, Prodi, Fassino e la riscoperta del valore del blog – 236

premessa.

perche` scriviamo un blog?
1. per narcisismo (ci piace leggerci)
2. per sentirci importanti (ci piace pensare che qualcuno ci legga)
per esercizio mentale (il blog e’ l’ora quotidiana di palestra per il cervello)
3. per interagire (il blog e` lo strumento per incontrare persone un po’ speciali che nella vita reale faremmo fatica ad individuare ed avere con loro interessanti e piacevoli scambi di idee e non solo)
4. per tenere alto attraverso conflitti verbali virtuali il nostro livello di adrenalina, l’ormone che regola i comportamenti combatti o fuggi, e che crea un piacevole senso di eccitazione
5. per cuccare: conoscenze virtuali in rete possono facilmente trasformarsi in conoscenze dal vivo, e perfino in travolgenti passioni erotiche, se non in piu` semplici accoppiamenti, piu` o meno giudiziosi
6. per preparare la pubblicazione di uno o piu` libri, attraverso il materiale preparatorio verificato e possibilmente anche discusso in rete
7. per ricostruire nel tempo la nostra biografia attraverso le tracce che ne lasciamo in rete
8. per far sapere a tutti, potenzialmente, i fatti nostri piu` segreti e per farci schedare dalle centrali d’ascolto e di controllo come degli allocchi e senza neppure saperlo
9. per potenziare la memoria di quello che pensiamo via via nel tempo, se dedichiamo il nostro blog all’esposizione continuata dei nostri punti di vista su alcune questioni, e per dare continuita` e coerenza alle nostre posizioni nel tempo, evitando di farci condizionare troppo dalla propaganda occasionale.

intanto che ciascuno dei miei sparuti lettori crocetta mentalmente (e magari anche in qualche commento) la casella o le caselle preferite, tiro delle provvisorie conclusioni su questo punto:

insomma, nessun dubbio pare possibile sul fatto che comunque, complessivamente, un blog o altro di simile sui social media, puo` agire come uno strumento potente di rafforzamento dell’identita` personale.

. . .

fine della premessa n. 1.

e ora passiamo alla premessa n. 2, sviluppando con un esempio il punto 9 visto qui sopra.

dieci anni fa esatti ero ad occuparmi, nella prima serie di questo blog, di Berlusconi grande e berlusconi piccoli.

https://corpus0blog.wordpress.com/2017/06/16/berlusconi-grande-e-berlusconi-piccoli-15-giugno-2007-cor-pus-212-err-219-540/

nonostante il titolo, protagonista di quelle riflessioni era D’Alema per il suo appoggio al banchiere “Consorte che stava cercando di mettere in piedi un polo bancario legato alle cooperative”.

al centro della riflessione era la cosiddetta sinistra di allora, i Democratici di Sinistra, che “ha appoggiato per mesi Consorte, Colaninno e Fiorani (un banchiere che rubava sui conti correnti dei clienti con false commissioni), chiamndoli “i capitani coraggiosi della finanza italiana”.

Berlusconi, “il padrone della Standa abusa sì del suo ruolo di uomo politico per fare concorrenza sleale a un concorrente commerciale” come le cooperative, “ma le cooperative da parte loro rispondano con armi uguali e contrarie, usando il potere politico dei DS per crearsi uno spazio economico e bancario!”

e concludevo: “sul piano umano (…) preferisco un mascalzone dichiarato, che non ha vergogna di essere un farabutto, a dei mascalzoncelli ipocriti, che fingono di essere un fiore di virtù”.

altre considerazioni furono poi sviluppate qui: esiste una classe politica? (l’amore per il cielo azzurro) 16 giugno 2007

https://corpus0blog.wordpress.com/2017/06/16/esiste-una-classe-politica-lamore-per-il-cielo-azzurro-16-giugno-2007-cor-pus-213-err-220-542/

. . .

ma perche` sono andato ripescare questo post, a parte la coincidenza di trovarmi a rileggermelo giusto adesso, in occassione della sua ripubblicazione nel decennale?

perche` oggi si parla ancora di D’Alema, si parla ancora di Fassino e purtroppo devo aggiungere si parla ancora di Pisapia e di Prodi.

parlo di Articolo 1 – Democratici e Progressisti.

ma dove credono di andare riciclando questi vecchi marpioni?

come possono pensare di presentare alle elezioni personaggi che si sono schierati per il Si` al referendum anti-costituzionale di Renzi?

chi credono di intortare cercando l’accordo con Renzi?

. . .

qui c’e` una anomalia tutta italiana: il fatto che nessun politico risponde mai degli errori che fa.

in qualunque paese normale la carriera politica di chi perde un referendum finisce nel momento stesso nel quale lo perde.

guardate Cameron, nel Regno Unito, che era contrario alla brexit…: fa ancora politica? e` stato ricandidato, forse?

guardate Blair, che ha dovuto ammettere l’errore della seconda guerra del Golfo per armi di distruzione di massa, che non esistevano, o almeno non erano certo nelle mani di Saddam Hussein…

. . .

in Italia noi abbiamo una sinistra, che si dichiara anti-Renzi, che riparte da D’Alema e dalla sua guerra di Serbia, dal suo tentativo fallito di accordo con Berlusconi per fare una riforma costituzionale peggiore di quella di Renzi, dai suoi due governi disastrosi, bocciati a furor di popolo, dalle scalate bancarie e da cento altre bassezze che costellano la sua carriera politica fondata su un potere pugliese clientelar-mafioso, che ho conosciuto bene anche direttamente, per le sue ramificazioni che si estendevano fino al mondo dell’immigrazione italiana a Stoccarda, quando vivevo e lavoravo li` per il Ministero degli Esteri.

qui occorre fare il punto fermo anche su Prodi.

Regionali E-R: urne aperte per scegliere prossimo presidente
Romano Prodi durante il voto nel seggio del liceo ‘Galvani’ di Bologna per l’elezione del nuovo presidente della Regione Emilia-Romagna, 23 Novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

la disinvolta superficialita` con la quale Prodi ha dato indicazioni per il si` al referendum renzino non e` purtroppo un semplice errore di percorso casuale: appartiene all’anima democristiana del personaggio e alla sua costante e pesante sottovalutazione dell’importanza della questione morale e della legalita` in generale.

se fai un governo e fai di Clemente Mastella il ministro della Giustizia, questo vuol dire che non solo sei disattento al problema della giustizia, ma che sei anche stupido politicamente e che te le vai a cercare; se proprio dovevi fare Mastella ministro, per i voti determinanti, lo metti alla Difeaa o all’Agricoltura, non alla Giustizia.

e poi Pisapia, come leader della presunta opposizione a Renzi, si puo` sapere chi lo ha scelto?

Repubblica, mi pare.

ah, e vi pare normale che sia uno dei pilastri del potere renzista a scegliere chi deve guidare l’opposizione a Renzi?

. . .

l’opposizione al renzismo parte dal risultato del referendum.

chi ha dato indicazioni per il si` e` fuori gioco.

per sempre: si chiama ricambio.

a meno che non si viva sotto un’oligarchia di auto-nominati…

(ah, ma dite che e` proprio cosi`?)

. . .

ah, ma la politica…, i voti…, il compromesso necessario.

io non ho il problema di essere eletto, visto che non sono candidato a niente.

ho solo il problema di non dare il mio consenso ad un sistema nel quale la lotta sara` tutta, dicono, tra il Grullo, con la prospettiva non detta che si allei a Salvini, e Renzi, con la prosepettiva non dettta che si allei a Berlusconi…

altrimenti dovrei darmi da fare perche` Renzi, Prodi, Pisapia raggiungano che cosa?

il 40% alla Camera?

che, oltretutto, non serve affatto per avere la maggioranza al Senato, eletto con regole diverse?

ma fatemi il piacere!

. . .

non la chiamo Resistenza.

e neppure resilienza, orrendo birignao di adesso.

la chiamo respienza, e la parola me la sono  inventata io.

e` quando ci si scuote e si recupera coscienza.

non mi avranno, ne` me ne`, credo, qualcun altro.

non ci importa di essere maggioranza di nulla: ci interessa almeno essere a posto con la nostra coscienza. (e, per quanto mi riguarda, anche con i miei blog 😉 )

Annunci

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...