l’ostetrica col morbillo di Senigallia – 313

l’ostetrica col morbillo di Senigallia dovrebbe diventare famosa come la casalinga di Voghera, sia stata questa inventata da Alberto Arbasino o da Beniamino Placido.

e` infatti un esempio perfino incredibile di come i media di sistema manipolano le notizie per difendere una legge idiota.

parlo di quella con cui la Lorenzin ha reso obbligatori 10 vaccini, adesso (da 12 che erano previsti),  per i bambini di tutta Italia.

esattamente 26 anni dopo che il suo quasi omonimo ministro della salute De Lorenzo rese obbligatorio quello contro l’epatite B, ricambiato dalla Glaxo con una tangente di 600 milioni (di lire, allora), per il quale fu condannato in via definitiva per corruzione (ma l’obbligo del vaccino rimase).

. . .

intanto ribadisco che il morbillo (come dice il suo nome, dal latino morbillus, la malattia piccolina) e` quasi sempre privo di gravi conseguenze; lo dico per averlo fatto, in tempi nei quali il modo comune per immunizzare il bambino dal rischio di fare il morbillo da adulti era di metterlo immediatamente a contatto col coetaneo che se lo era preso.

qui invece si sentono toni da Corea del Nord per seminare l’allarme tra persone che semplicemente non lo conoscono.

il brano che segue e` uno straordinario esempio di letteratura umoristica:

Si è ammalata di morbillo un’ostetrica del reparto di ginecologia nell’ospedale di Senigallia. Lo riferisce Regione Marche in un comunicato, che aggiunge: “La donna non era vaccinata”. L’ostetrica era assente dal lavoro per malattia dal 20 agosto. Il caso è stato segnalato qualche giorno dopo, il 25 agosto, dalla direzione sanitaria dell’ospedale al servizio Isp – Malattie infettive del dipartimento di prevenzione – che ha subito avviato un’indagine epidemiologica con l’ausilio della direzione medica dell’ospedale.

“Vista la necessità di ricostruire rapidamente i contatti avuti dalla ostetrica malata nei probabili giorni di incubazione della malattia – si legge in una nota della Regione Marche – è stato costituito un primo gruppo di lavoro con la partecipazione dei medici del Dipartimento di prevenzione, la direzione infermieristica per turni operatori, pronto soccorso, Direzione medica ospedaliera, divisione ostetricia e pediatria”.

Sono state così identificate e rintracciate le pazienti assistite dall’operatrice nei giorni precedenti al 20 agosto per monitorare l’eventuale comparsa di segni e sintomi compatibili con il morbillo per almeno un periodo corrispondente a quello dell’incubazione della malattia. Si sono quindi vaccinati due contatti familiari, due genitori di neonati ed un operatore sanitario. Predisposto anche un percorso ed ambienti dedicati per un’eventuale terapia con Immunoglobuline, nei casi previsti dalle indicazioni ministeriali. Sono stati inoltre avvisati anche 19 contatti di 56 pazienti del Pronto soccorso dei quali era registrato il numero telefonico, oppure avvisato il medico di medicina generale.

“Siamo di fronte purtroppo ad una situazione preoccupante” commenta Fabrizio Volpini, presidente della Commissione Sanità delle Marche. 

. . .

indubbiamente e` molto grave che una donna ammalatasi di morbillo sia rimasta a contatto con dei neonati nel periodo di incubazione della malattia; ma del resto la principale fonte attuale di infezione di bambini col morbillo sta appunto nel personale medico e sanitario.

lo dice anche Volpini!:

“A livello nazionale circa il 30% dei casi di morbillo che si sono riscontrati riguarda personale sanitario non vaccinato”. 

questo dimostra da solo l’idiozia di una legge che ha imposto l’obbligo di vaccinare i bambini, al posto della informazione e della persuasione dei genitori, ma non ha previsto NESSUN OBBLIGO proprio per il personale a contatto con loro.

. . .

pero` questo signor Volpini, nonostante il suo importante incarico, appare assolutamente disinformato; dice:

Si sta studiando un provvedimento che permetta anche al personale sanitario non vaccinato di accedere alla vaccinazione.

questo provvedimento non si sta affatto studiando, e` gia` stato approvato nella conversione in legge del decreto Lorenzin:

E’ riconosciuta la possibilità anche agli operatori scolastici, operatori socio sanitari e operatori sanitari di presentare una autocertificazione attestante la copertura vaccinale.

ma, come si vede, non istituisce nessun obbligo, come del resto non lo prevede neppure Volpini, che si limita a chiedere, senza sapere che esiste gia`, la POSSIBILITA` degli opeatori sanitari (e scolastici) di vaccinarsi.

e ci mancherebbe anche che ve ne fosse la proibizione, invece!

. . .

quindi l’ostetrica col morbillo di Senigallia continuera` ad infettare potenzialmente i neonati anche dopo la legge Lorenzin, se vuole, a parte l’immunita` datale dalla morbillo: ma ha altre nove malattie a disposizione!

ma, secondo Volpini, invece, la vaccinazione obbligatoria dei bambini e` “uno strumento indispensabile per impedire la circolazione del virus e quindi proteggere tutta la popolazione, anche quella che non può essere vaccinata, come i neonati”.

la vaccinazione obbligatoria di medici e infermieri, un terzo degli infetti, invece no; vaccinare 10 milioni di bambini va bene, obbligare a vaccinarsi un milione di addetti, invece, e` troppo costoso.

. . .

in questo desolante panorama di mancanza di buon senso elementare e di conformismo becero ed acritico da molte parti, anche dal quelle degli anti-vaccinisti, spiccano  le dichiarazioni di Emiliano, il presidente della Regione Puglia, sulle quali invece i media stendono un velo di ottusa censura, in genere.

ha definito questa legge un errore politico molto grave che sta producendo l’effetto contrario, cioe` sta chiaramente seminando il panico e per certi versi purtroppo creando anche sospetto e sta creando una opposizione alla volontà di vaccinarsi più forte di quella che esisteva in precedenza

ha detto che i ricorsi che i cittadini faranno davanti ai giudici della Corte Costituzionale hanno buone prospettive di successo, perché la legge ha molti errori, molti ‘vulnus’ (io avrei detto vulnera, ma pazienza) e punti di eccesso che potrebbero lasciare alla Corte la possibilità di modificare, in tutto o in parte, gli errori commessi dal Parlamento.

totalmente d’accordo, come gia` scritto in passato. 

Emiliano ha chiesto proprio ai rappresentanti del mondo della scuola, presenti all’incontro, di affiancare i genitori in questo percorso di opposizione alla legge che potrebbe “portare a una correzione della normativa“.  

ma non ha spiegato come; eppure qualche riflessione ci sarebbe:

https://corpus15.wordpress.com/2017/08/18/linizio-della-dittaturavaccinale-in-italia-dirigentiscolastici-in-trincea-302/

. . .

peccato che Emiliano queste cose le abbia dette ricevendo i rappresentanti dei gruppi dei genitori che si stanno mobilitando contro l’obbligo vaccinale; ma non mi risulta che la Regione Puglia abbia assunto una posizione contraria nella Conferemza Stato Regioni sul tema, ne` che abbia promosso direttamente un ricorso alla Corte contro la legge, come ha fatto invece la Regione Veneto.

con la sua solita demagogia confusa, Emiliano ha concluso dicendo altre cose alquanto prive di senso:

nonostante la contrarietà alla norma, “stiamo cercando di dare assistenza alle famiglie, e di trovare la maniera migliore di applicare una legge di cui non si sentiva il bisogno, ma che, essendo una legge, va applicata“.

. . .

nessun dubbio, vero?, sulla applicazione doverosa delle leggi.

ma anche di quelle ingiuste e palesemente incostituzionali?

anche di quelle fatte da un parlamento illegittimo che si e` auto-conservato in carica per quasi quattro anni dopo una sentenza della Corte Costituzionale che diceva che e` stato eletto illegalmente?

anche di quelle fatte da un parlamento che non ha mai proceduto, dopo la sentenza della Corte Costituzionale del 13 gennaio 2014, alla verifica dei poteri prevista dall’art. 66 della Costituzione perche` avrebbe dovuto radicalmente cambiare la distribuzione dei seggi?

http://www.forumcostituzionale.it/wordpress/wp-content/uploads/2015/03/lo-calzo.pdf

e dunque anche di quelle fatte da un parlamento che opera in una situazione evidente di arbitrio ed illegalita`?


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.