noi siamo il tempo – 426

sembra che siamo giunti al tempo, o per meglio dire al momento storico, in cui chiunque dice il tempo passa assomiglia sempre di piu` a chi dice il Sole gira, e per lo stesso difetto di prospettiva.

pensare al tempo che passa e` tolemaico come pensare che il Sole ruoti attorno alla Terra.

non e` il tempo che passa: siamo noi che passiamo.

il tempo non scorre, non piu` di quanto non scorre lo spazio; e` una dimensione in se stessa immobile, come immobile e` lo spazio, in se stesso: fino a che non li attraversiamo.

. . .

ma lo spazio siamo coscienti di attraversarlo, il tempo no: pensiamo, invece, che sia lui ad attraversare noi.

se qualcuno dovesse chiedersi il perche` di questa differenza, dovrebbe riflettere sulla velocita` della luce, come appare a noi.

. . .

se la luce viaggia nello spazio tempo alla velocita` di 300.000 km al secondo, questo non ci sta dicendo che la luce e` molto veloce, come si dice di solito.

ci dice piuttosto che la nostra percezione del tempo e` tremendamente grossolana e che quella che abbiamo dello spazio e` molto piu` fine.

se la luce impiega un 300milionesimo di secondo a percorrere un metro e` perche` la nostra percezione del tempo e` 300 milioni di volte piu` grossolana della nostra percezione dello spazio.

se avessimo una capacita` di percezione del tempo molto piu` raffinata, allora la luce si muoverebbe di un metro nello spazio tempo nella durata di un diverso tipo di secondo; e cosi` noi potremmo anche accorgerci che, mentre ci muoviamo nello spazio, determiniamo anche delle piccolissime variazioni nella nostra posizione nel tempo.

se siamo nello spazio tempo, spostandoci nello spazio ci spostiamo leggermente anche nel tempo:

ma la cosa e` diventata misurabile solo per quanto riguarda enormi spostamenti (nella nostra scala percettiva) ad alte velocita`:

infatti gli orologi a bordo di un’astronave, al rientro ci permettono di misurare i leggeri scostamenti del tempo determinati da quegli spostamenti nello spazio a velocita` significative.

soltanto che noi, nella vita comune, non siamo in grado di percepire bene gli spostamenti nel tempo, a differenza di quelli nello spazio, del quale abbiamo una percezione molto molto piu` di dettaglio.

b

di qui l’illusione di un tempo sempre eguale, e dunque a noi estraneo.

di qui l’illusione di un tempo che scorre per proprio conto, indifferente a noi e capaci di trasportarci con la forza di una corrente irresistibile.

di qui la mancanza di consapevolezza che il tempo siamo noi e che la percezione del tempo siamo noi a crearla, ma non appartiene alla natura delle cose.

. . .

e` una grande liberazione capire che il tempo siamo noi, che ci appartiene, e non ci comanda.

sentire che noi, e nessun altro che noi, siamo il tempo.

download


3 risposte a "noi siamo il tempo – 426"

  1. Non ho tempo per stare a capire….più che capire digerire….

    468
    C’ERA UNA VOLTA

    Il passato ora non c’è
    È passato tempo fa.

    Ma dopo che è passato
    Dove è andato?

    Il passato è prossimo tuo
    Come te stesso?

    Il passato è imperfetto
    O anche precisino?

    Il passato non c’è,
    Sta remoto.

    Il passato è trapassato!
    Spiace che sia morto.

    Se il passante è già passato
    Sarà finito nel passato?

    Ma il passato
    è di verdura frullata?

    501
    CAMMINI

    A volte
    Mi pare che il cammino
    Sia molto lungo,
    Che non arrivo mai.

    A volte
    È così breve
    Che quasi non m’accorgo.

    E’ così per i giorni,
    I mesi
    Ed anche per gli anni.

    "Mi piace"

    1. e` paradossale che da quando sei diventato coautore, wordpress non ti riconosce piu` e ti blocca i commentifino a che non devo inter venire io a dare il via livera, mah!!!

      mi sono fatto delle belle risate con C’ERA UNA VOLTA.

      quanto alla sparizione del tempo pssato, non e` poi molto diversa da quella dello spazio passato: solo che lo spazio sembra molto piu` immobile perche` lo vediamo molto in dettaglio e le sue traformazioni sono per noi lentissime, tanto da non risultare percepibili.

      il tempo invece sembra sfuggirci sotto le mani soltanto perche` lo vediamo da molto molto lontano…

      "Mi piace"

  2. Non ho tempo per stare a capire….

    468
    C’ERA UNA VOLTA

    Il passato ora non c’è
    È passato tempo fa.

    Ma dopo che è passato
    Dove è andato?

    Il passato è prossimo tuo
    Come te stesso?

    Il passato è imperfetto
    O anche precisino?

    Il passato non c’è,
    Sta remoto.

    Il passato è trapassato!
    Spiace che sia morto.

    Se il passante è già passato
    Sarà finito nel passato?

    Ma il passato
    è di verdura frullata?

    501
    CAMMINI

    A volte
    Mi pare che il cammino
    Sia molto lungo,
    Che non arrivo mai.

    A volte
    È così breve
    Che quasi non m’accorgo.

    E’ così per i giorni,
    I mesi
    Ed anche per gli anni.

    "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.