i bastardi – 441

non è stupefacente vivere in un paese dove il direttore di un giornale spara in prima pagina un titolone “Bastardi islamici” e viene assolto (in primo grado) da una denuncia per insulto agli islamici?

l’insulto agli islamici – ha osservato il giudice cruscante – ci sarebbe stato se il giornalista (a volerlo proprio chiamare così) avesse scritto Islamici bastardi.

ma allora, dicendo Bastardi islamici, ha offeso i bastardi, evidentemente.

cioè prima di tutto se stesso.

. . .

non è stupefacente vivere in un paese in cui l’ex ministro alle riforme istituzionali – quella Boschi che non ha avuto riguardo a provare  riscrivere la nostra Costituzione nata dal sangue della Resistenza -, invece di occuparsi di questo che era il suo incarico, trovava il tempo di consultare Banca d’Italia e Unicredit ai massimi livelli per “informarsi” se non potevano evitare che la Banca Etruria, di cui era vice-presidente suo padre, finisse nelle mani di una banca di Vicenza?

e Renzi faceva altrettanto.

ma queste non sono pressioni, sia chiaro, ci spiega la stampa allineata; dopotutto la Boschi era anche deputata di Arezzo; quindi faceva gli interessi del suo collegio, si dice, oltre a quelli della sua famiglia – che non si dice.

ma allora stabiliamo come prima regola che chi va al governo deve dimettersi da deputato o senatore, per evitare ogni pericolo di uso dell’incarico a vantaggio del proprio collegio, in pieno conflitto di interessi.

come ministro, la Boschi non era ministro anche per conto di Vicenza, oltre che di Arezzo?

e poi: chissà cosa sono gli interventi di uomini di governo fuori dal quadro delle loro competenze, se non sono pressioni.

o forse, per poterlo dire, bisognerà avere a disposizione uno sfigmomanometro?

pressione-arteriosa-che-cos-e-e-come-si-misura-preview-default

. . .

è sconcertante leggere che oggi la fanciulla trova perfino il tempo di scrivere che l’audizione di Guzzoni in Commissione Banche le ha dato ragione, quando invece è stato confermato per filo e per segno quello che aveva scritto il giornalista De Bortoli, minacciato di denunce e querele per averlo fatto.

qui non è problema di parte politica, ma di puro e semplice vero o falso.

cioè, lasciatemelo dire: di fake news, per chi sta provando a impostare a campagna elettorale sulle presunte fake news degli altri.

pagliuzza e trave negli occhi altrui e propri, verrebbe voglia di citare…

. . .

il fatto è che con Renzi e la sua cricca di miracolati il Partito Democratico ha toccato il fondo della sua storia per niente brillante.

ora, si potevano avere ben documentate riserve sull’intelligenza politica di Renzi fin dall’inizio (e io le ho avute prima ancora che iniziasse la sua fulminante quanto effimera carriera), ma oggi siamo di fronte all’evidenza solare che politicamente è un perfetto idiota, che finirà di distruggere la cosiddetta sinistra italiana.

siamo aldilà di ogni immaginazione possibile:

tanto ci voleva a Renzi ad immaginare che sarebbe diventato il boomerang che lo seppelliva per sempre il suo attacco scomposto al Governatore della Banca d’Italia, evidentemente per punirlo di non essersi piegato, a suo tempo, alle richieste di Renzi – che, anzi, giudicò persino che fossero “uno scherzo”?

. . .

be’, comunque se lo sono votato come segretario, quelli dello zoccolo duro (di comprendonio), e adesso se lo tengano.

noi aspettiamo oramai il successore di Renzi: altro giro, altro regalo.

. . .

a proposito: l’Italia, comunque, ha la pressione troppo alta.

 


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.