Orban: il sovranista con la globalizzazione degli altri – 137

che paese l’Ungheria! il 50% ad Orban e il 20% ad un partito che e` ancora piu` a destra di lui.

ma qui adesso qualche scelta si impone all’Unione Europea: altro che tenersi Orban nel Partito Popolare Europeo per conservare la maggioranza li` dentro.

che Orban sia nel parlamento europeo assieme alla Merkel (e a Berlusconi) ce lo ricorda Gasparri:

“Orban fa parte del Partito Popolare Europeo, una famiglia composita, di un’area non solo di centro ma variamente di centro destra, quindi non è un pericoloso estremista”.

infatti: ne fa parte anche Gasparri! e non vorrete dirmi che Gasparri e` un estremista, salvo che nel suo gusto pericoloso per i travestiti!

download

. . .

ora, paesi come l’Ungheria o la Polonia o la Slovacchia stanno nell’Unione Europea, ma la concepiscono unicamente come un’area di libero mercato, rifiutano drasticamente che possa evolvere verso forme maggiori di integrazione politica e rivendicano il diritto ad una piena autonomia statuale, anche nella violazione degli standard democratici minimi sui quali si e` costruita l’Unione; rifiutano, ad esempio, di accogliere rifugiati (non migranti, badate bene), quindi si sottraggono alle stesse regole delle convenzioni internazionali, anche se poi sono ben lieti di fare circolare liberamente i loro cittadini nel resto dell’Unione.

quindi, accontentiamoli, per dio!

non essendo possibile espellerli dall’Unione Europea, si avviino i processi previsti dai trattati per violazioni multiple delle regole interne dell’Unione e si tolgano a questi paesi sia il diritto interno di voto, sia i consistenti aiuti dei quali usufruiscono a nostre spese, salvo poi spararci metaforicamente addosso ogni volta che possono.

insomma, che i sovranisti comincino davvero a pagare dazio, essendo sovranisti fino in fondo, e non sovranisti con la globalizzazione assicurata.

. . .

ah, ma per farlo occorre l’unaninimita` degli altri paesi, e questi oramai si sostengono fra loro?

allora, questa Unione Europea e` morta.

ma non perche` chiede ai paesi dissipatori come l’Italia responsabilita` nel fare fronte al proprio debito, come farneticano i demagoghi di ogni colore politico che guidano i nostri partiti, ma perche` e` oramai uno strumento che si e` rotto e non e` piu` in grado di funzionare democraticamente.

dentro questa stessa Unione se ne formi un’altra, politicamente piu` coesa, prima che sia troppo tardi.

prima che la Germania stessa realizzi il disegno di uscirne come Unione politica.

prima che la frantumazione politica condanni il continente all’assoluta irrilevanza e al declino.

. . .

ma forse e` gia`, oramai e comunque, troppo tardi per l’Europa, forse oramai anche l’Europa e` morta, e noi stessi dovremo abituarci all’idea di vederla solo da lontano, rientrando nella grande famiglia dei popoli balcanici e affini.


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...