Il rifiuto della guerra… – 144

… viene prima di ogni altra cosa.

Ma un popolo che non rifiuta la guerra, che non si muove per fermarla, se la merita.

Un popolo, ho detto?

Ma il popolo è  una fake news.

. . .

Rifiutiamo l’uso dei gas, d’accordo.

Ma per i 15.000 morti silenziati della guerra nello Yemen, fa poi molta differenza che siano stati ammazzati dal gas, dalle bombe, o dal colera?

E chi dice di avere le prove, ma non le dice?

E il giornalista che ha visto con i suoi occhi che anche i ribelli in Siria avevano i gas? Un mitomane? Un venduto?

E quelli che il gas nervino usato in Inghilterra è così  puro e privo di tracce che possono averlo fatto solo i russi?

. . .

Sono della generazione che divenne contestatrice e si bruciò il futuro per odio alla guerra.

Guardo incredulo quanti indifferenti mi circondano oggi.

Certo, la minacciano per spaventarci, Trump deve distrarre dai suoi guai e rischia perfino la guerra nucleare o finge di farlo, per riuscirci.

Ma solo cinquant’anni fa il mondo faceva così  schifo.


8 risposte a "Il rifiuto della guerra… – 144"

    1. Istantaneo non possiamo sperarlo, anche la fine dell’era glaciale ci ha messo almeno un paio di secoli, pare, e devono essere stati molto eccitanti: due km di spessore di ghiaccio sopra il lago di Garda che si sciolgono in 200 anni: fa 10 metri di spessore in meno l’anno, o giù di lì.

      Però verso il 2250 la partita dovrebbe essere chiusa.

      Mi piace

  1. Le guerre, nell’organizzazione millenaria del mondo così come lo conosciamo, ci sono sempre state. Quello che mi fa ribrezzo è il finto pacifismo, il finto amore per l’umanità, la finta attenzione. Chi si dice pacifista e poi viene alle mani per una precedenza non data. Chi posta foto di canili e se ne fotte degli e delle donne che affogano in mare (anche questa è guerra). Non ho una soluzione. Se non quella di una palingenesi del mondo. Forse ci serve un altro diluvio.

    Mi piace

      1. Forse la soluzione è una rivoluzione copernicana nell’approccio epistemologico al cose umane…. magari ne parleremo… è da agosto che devo venire da te…. acc…. mea culpa, mea maxima culpa…

        Mi piace

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.