Di Maio, e i lombrichi – 200

https://tg24.sky.it/politica/2018/05/28/di-maio-cottarelli.html

i lombrichi sono citati per la memoria…

media_fsc_publishing_worm_01

non so quella di Di Maio.

poche settimane fa, secondo le pubbliche dichiarazioni di Di Maio in campagna elettorale, Cottarelli era un modello specchiato da prendere come punto di riferimento per il programma politico dei 5Stelle, oggi e` diventato di colpo l’uomo del Fondo Monetario Internazionale e un nemico del popolo populista.

. . .

mentre l’Italia ha ripreso la sua marcia spedita verso il crack, interrotta fortunosamente a fine 2011 e finalmente rilanciata con vigore dai deliranti d’Italia, Di Maio afferma di avere proposto al presidente della repubblica di nominare ministro dell’economia, al posto di Savona, Siri o Bagnai – Dio ce ne scampi e liberi…

anche se penso che gli avrebbe risposto: allora, meglio Savona…

il Presidente della Repubblica smentisce con un comunicato ufficiale che Di Maio gli abbia fatto mai questa proposta.

“Non risponde a verità la circostanza, riferita dall’on. Luigi Di Maio a Pomeriggio 5, che al presidente della Repubblica siano stati fatti i nomi di Bagnai e Siri come ministri dell’Economia». 

io non credo che il Presidente sia un bugiardo.

credo che Di Maio sia un lombrico, quanto alla memoria almeno.

. . .

del resto basta osservare con attenzione le sue dichiarazioni confuse:

«Avevo fatto nomi alternativi a Savona, come Bagnai o Siri, nomi della Lega peraltro, ma non andavamo bene perché nel loro passato avevano espresso posizioni critiche sull’Ue e mi è stato detto che per questo le agenzie di rating o la Germania non le gradisce».

sintassi? la solita…

ma Di Maio non dice a chi aveva fatto questi nomi e neppure chi gli ha risposto a quel modo: assolutamente inimmaginabile, perfino, che sia il Presidente a parlare in quel modo puerile.

richiesto, Salvini se la cava con eleganza padana: dice che non lo sa se Di Maio ha fatto quei due nomi a Mattarella perche` non c’era: e sottinteso anche che, se c’era, dormiva.

a soccorso di Di Maio corre il che guevara de noantri, Di Battista, con una dichiarazione grottesca:

“Il Quirinale mente, mi assumo le mie responsabilità, mi accusino di vilipendio. Credo fermamente in quello che mi ha detto Luigi Di Maio“.

ma sentite che cosa gli ha detto Di Maio, secondo Di Battista stesso…

“Ieri ho visto Luigi Di Maio e la prima cosa che mi ha detto è stata questa: ‘Ho sentito Salvini e con lui abbiamo concordato anche l’ipotesi di avanzare, durante un incontro informale col presidente Mattarella, altri nomi, cioè Bagnai e Siri‘”.

cioe` Di Maio non ha detto a Di Battista di avere fatto quei nomi a Mattarella, ma di avere pensato di dirglielo, assieme  a Salvini, in un incontro informale…

non ho parole: e` un’altra versione da bambino piccolo che inventa bugie pietose.

e comunque Salvini non ha confermato neppure questo e parla riferendosi soltanto ai colloqui ufficiali, non sa neppure che ne fossero previsti fantasiosamente degli altri da Di Maio…

. . .

qualcuno osserva che l’art. 92 della Costituzione, quando afferma che Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri, e` stato interpretato e andrebbe interpretato nel senso che il Presidente della Repubblica dovrebbe limitarsi a verificare che non sussistano ostacoli giuridici alla designazione a ministro delle diverse persone.

non mi convincono: la Costituzione non pone limiti espliciti alla competenza in merito del Presidente; la Costituzione rimane elastica e flessibile (per fortuna) e spetta al Presidente esserne l’interprete, nelle diverse circostanze.

in ogni caso, chi e` convinto che il Presidente della Repubblica abbia superato i limiti costituzionali nella sua azione, che e` e deve restare discrezionale, deve porlo in stato d’accusa di fronte al Parlamento; sara` la Corte Costituzionale stessa a valutare, in una composizione allargata per l’occasione, come prevede la Costituzione stessa.

. . .

ma coloro che non hanno voluto mettere in stato d’accusa il presidente della repubblica Napolitano per non avere sciolto il parlamento eletto illegittimamente e dichiarato tale dalla Corte Costituzionale, metteranno sotto accusa il suo successore, che hanno contribuito ad eleggere, anche se eletti a loro volta in modo illegittimo?

torno alla memoria del lombrico: Di Maio si e` mai ricordato nella precedente legislatura di essere vice-presidente di una Camera dei Deputati illegittima?

. . .

il colpo di stato lo sta tentando chi chiama la piazza a decidere.

purtroppo un colpo di stato simile alla marcia su Roma e` in questo momento possibile e potrebbe essere realizzato tra pochi giorni, il 2 giugno, in occasione delle manifestazioni indette da Salvini, Di Maio e Meloni, cioe` dalla destra fascista italiana, in questo momento maggioritaria nell’opinione pubblica, come lo era nel 1922.

in questo caso che cosa e` meglio augurarsi?

che il colpo riesca oppure che intervenga l’esercito agli ordini del Presidente della Repubblica per difendere i suoi poteri?

temo che il 2 giugno festa della repubblica possa essere anche l’ultima festa di una repubblica durata 72 anni e di una Costituzione gia` fatta ampiamente a brandelli e che questo popolo ha ampiamente dimostrato di non meritare.

ma speriamo che la mia sia soltanto una fantasia malata: dopotutto siamo sempre un paese di sbruffoni…

 


9 risposte a "Di Maio, e i lombrichi – 200"

  1. Il parlamento ovviamente era libero prima che non lo rendessero più libero come mi pare fosse il senso del mio dire.

    Chiudo e soffio sul ferro caldo in attesa che si raffreddi… in politica la verità sono sempre assolute…

    "Mi piace"

    1. caro Silvano, tu che mi conosci anche di persona sai che amo lo schietto parlare, a volte faticoso da sopportare, lo ammetto.

      qui forse il mio commento e` stato troppo impulsivo, pero` volevo chiedere se puo` dirsi libero un parlamento eletto in un paese dove esiste un monopolista dell’informazione.

      quindi, dobbiamo risalire a quando, per datare la morte di un libero parlamento? alla legge Mammi` del 1990, sotto il governo Craxi, che liberalizzo` le televisioni di Berlusconi, cadute sotto la mannaia della Corte Costituzionale con una sentenza che dichiarava illegittima la facolta` delle televisioni private di trasmettere di fatto a livello nazionale?

      oppure alla legge precedente del 1985, che dava loro questa facolta`?

      oppure al momento in cui venne aggirata la sentenza della Corte Costituzionale del 1994, che dichiaro` che un soggetto privato non poteva possedere piu` del 25% delle reti nazionali assegnate?

      ricordo che Mattarella, allora ministro del governo Craxi, fu nel 1990 tra i 5 democristiani che diedero le dimissioni per protesta contro questa legge del 1990, dalla quale data a mio parere la morte del libero parlamento e della democrazia reale in Italia…

      ma, come vedi, a parere mio, occorre risalire davvero molto indietro, almeno a 28 anni fa, per datare la morte di un parlamento che pero` non fu libero neppure allora, dato che Craxi, al soldo di Berlusconi, uso` lo strumento del voto di fiducia per far passare la legge.

      il libero parlamento in Italia non muore certo in queste ore: come testimonia anche D’Alema, per avere subito a suo tempo l’intervento di Scalfaro presidente come primo ministro incaricato, e` sempre stato normale che un Presidente della Repubblica discutesse il nome di qualche ministro, e non e` neppure tenuto a spiegare pubblicamente perche` (anche se Mattarella l’ha fatto), dato che le sue scelte non sono sindacabili e lui gode del privilegio costituzionale della irresponsabilita` politica; e i presidenti del consiglio incaricati hanno sempre tenuto conto silenziosamente o quasi dei rilievi che venivano loro fatti.

      questo intervento di Mattarella puo` essere oggetto di valutazione politica, naturalmente, ma non si e` mai visto che qualcuno contestasse al presidente della repubblica questo suo diritto costituzionale, pubblicamente e in forme cosi` sguaiate…

      quindi Mattarella si e` mosso nell’alveo della Costituzione e non ha in nulla esautorato il Parlamento – che si e` gia` ampiamente esautorato da se stesso; forse i duumviri ignoranti che gli hanno dato addosso vengono informati in queste ore della cazzata che hanno fatto, spero, a giudicare dalla loro altrettanto improvvida marcia indietro in corso, si direbbe.

      aggiungo che la peggiore delle forme di esautoramento del parlamento sarebbe l’eliminazione del voto secondo coscienza dei parlamentari, fortemente voluta dai 5Stelle.

      "Mi piace"

      1. Moral suesion oK, nessun problema se accettata,
        in caso invece di conflitto
        due le interpretazioni sul diritto costituzionale di rifiuto di nomina da parte del PDR verso un ministro proposto:

        una che limita a casi di indegnità o conflitto di interesse e e questi sono i casi precedenti di cui si sa;

        L’altra sostiene che lo può fare a suo discrezionale valutazione ( tradotto: per motivi di non condivisione politica).
        Questo è dichiaratamente il caso Savona in quanto esplicitamente illustrato da Mattarella.

        Pare proprio che il programma politico appartenga al primo ministro e al suo governo sorretto da accordi di maggioranza parlamentare.

        La questione è tutta qui.
        Tutto nasce da norma non completamente esplicita.
        Questa la questione formale.

        Dopo di ché esiste quella politica e sostanziale: con la sua decisione Mattarella fa saltare un governo di maggioranza e parte con un governo tutto suo che rispecchia il suo credo politico.
        Io penso che questo infici ulteriormente quella parvenza di democrazia che già entrambi crediamo fasulla.
        Siamo quindi piombati in un presidenzialismo di fatto che non può politicamente essere visto come frutto di una singola decisione perchè, per l’appunto, si privilegiano alcuni interessi e se ne cassano altri ( quando dico interessi intendo politici e nel concreto decine e decine di miliardi che possono cambiare destinazione)
        alla fine quindi l’assencondare Mattarella o meno è solo frutto di visione politico-economica.

        Quanto alla valutazione delle conseguenze di tale decisione, anche dal punto di vista della parte politica di Mattarella sia un disastro totale che consegnerà alla destra-destra per lunghissimo tempo l’Italia eliminando quel po di politica popolare e di correttezza presente nei 5s.
        Un vero autogol indipendentemente dagli eventuali giochi politici di Salvini.
        In ogni caso si avvera la mia previsione : mai sarà permesso ai 5s di andare al governo.

        "Mi piace"

        1. ecco una risposta come chiedevo: nel merito.

          come vedi, l’ipotesi della messa in stato d’accusa di Mattarella e` gia` tramontata: non stava ne` in cielo ne` in terra; la differenza di interpretazioni del diritto costituzionale non puo` essere la base per la destituzione di un presidente.

          con l’occasione mi sono riascoltato le parole di Mattarella quando Conte ha rimesso il mandato

          e le ho trascritte:

          La designazione del ministro per l’economia costituisce sempre un messaggio immediato di fiducia o di allarme per gli operatori economici e finanziari. Ho chiesto per quel ministero l’indicazione di un autorevole esponente politico della maggioranza [leggi: Giorgetti] coerente con lAccordo di programma, un esponente che, aldila` della stima e della considerazione della persona, non sia visto come sostenitore di una linea, piu` volte manifestata, che potrebbe provocare probabilmente, o addirittura inevitabilmente, la fuoruscita dell’Italia dall’euro, cosa ben diversa da un atteggiamento vigoroso nell’ambito dell’Unione Europea per cambiarla in meglio dal punto di vista italiano. A fronte di questa mia sollecitazione ho registrato con rammarico indisponibilita` a ogni altra soluzione e il presidente del consiglio incaricato ha rimesso il mandato.

          come si vede, la rappresentazione mediatica di un Mattarella che si oppone al programma politico del nuovo governo 5Stelle Lega e` del tutto fuorviante, anche perche` questo programma non prevede affatto la fuoriuscita dell’Italia dell’euro, che e` soltanto uno strumento progandistico per distrarre il popolo bue, ma e` totalmente irrealistica.

          Mattarella ha visto nella designazione di Savona, anzi, una mossa errata, dal punto di vista stesso del governo, che poteva mettere in pericolo proprio quel programma: giusta o sbagliata che fosse questa valutazione (ho qualche dubbio in proposito, anzi un Savona europeista sarebbe stato forse un buon colpo). ma era la sua e ha tutto il diritto di farla.

          Mattarella non e` Napolitano e non dobbiamo guardarlo come guardavamo al suo debordante e semi-monarchico predecessore: qui si e` mosso linearmente nel quadro della Costituzione e dei suoi poteri reali.

          non ha affatto contestato la linea politica del governo, ma ha soltanto dato un contributo a realizzarla meglio, almeno dal suo punto di vista.

          nessun presidenzialismo di fatto, ma quell’equilibrio tra poteri diversi, voluto dalla Costituzione, che aiuta il paese a fare scelte piu` equilibrate e condivise.

          e speriamo che questo equilibrio di giudizio e il rispetto dei ruoli ritrovi spazio in questo paese devastato dalla propaganda piu` rozza e bruta.

          e questo sia suggel ch’ogni uomo sganni… (Dante) 🙂

          "Mi piace"

          1. Un’ultima domanda: ho posto il problema del governo legandolo ai miliardi che possono cambiare destinazione cui tu non fai cenno alcuno…non ti viene il sospetto che dietro tutte le manfrine formali non ci sia questa sostanza visto il bailamme interno ed internazionale che si è sollevato ? Visto che tutto il vecchio sistema si oppone (vedi i media di tutto il mondo? Io credo che il vero motore politico sia sempre lì.
            La lega sposterebbe danaro verso la piccola industria in sofferenza togliendolo ai “grossi” ed i cinque stelle verso il sud e l’ambiente togliendolo ai parassiti economici di vario genere…..

            "Mi piace"

            1. il segreto di una buona comprensione dei problemi lo ha definito Cartesio 400 anni fa: sono le idee chiare e distinte, cioe` l’analisi per punti ben definiti.

              considero quindi chiuso (nel totale discredito del dilettante Di Maio) il discorso della messa in stato di accusa di Mattarella; cambiamo argomento.

              la Lega, come tutti i sostenitori dell’uscita dall’euro, lavora per una drastica redistribuzione del reddito dai ceti a reddito fisso (salariati vari e pensionati) a favore degli imprenditori e dei lavoratori autonomi, grazie alla colossale inflazione che ne deriverebbe: del resto e` anche l’effetto in atto della brexit.

              non occorrono nozioni stratosferiche di economia per capirlo; e del resto Mario Seminerio nel suo blog lo ha recentemente dimostrato in modo chiarissimo.

              i 5Stelle propongono una redistribuzione del reddito opposta, a favore dei disoccupati, anche se non e` mai stato davvero chiaro dove pensano di andare a prendere i soldi:

              quindi il famoso Contratto e` una sommatoria senza senso alcuno di due linee di politica sociale opposta: del tutto propagandistica; in compenso gli unici provvedimenti effettivamente finanziati li` dentro sono quelli voluti da Salvini contro gli immigrati.

              l’andamento della crisi dimostra che Salvini ha fregato alla grande i 5Stelle: ha sottoscritto un Contratto fasullo soltanto per farlo saltare e andare alle elezioni per governare da solo alla testa della destra.

              c’e` da aggiungere altro?

              la linea dei 5Stelle non e` mai stata un effettivo pericolo; Grillo e` uomo organicamente di destra e ha creato il movimento per distruggere la sinistra vera prima spingendo l’opposizione sociale su un binario morto ed ora facendone una massa di supporto del salvinismo: cosa che gli e` riuscita benissimo, grazie alla stupidita` totale dei dirigenti di questa sedicente sinistra che si sono ridotti a portavoce della finanza.

              per questa generazione la sinistra in Italia e` morta e noi due, caro Silvano, non ne vedremo rinascere un’altra, per quanta lunga vita io possa augurarti.

              "Mi piace"

  2. Esautorare il voto del popolo ed di un libero parlamento è la costante di questi anni.

    0 entrata nell’Euro senza referendum di approvazione popolare
    1 porcellum dei nominati
    2 leggi non più parlamentari ma decreti legge
    3 uso abnorme della fiducia da parte del governo per bypassare il dibattito libero parlamentare
    4 finta abolizione delle provincie togliendo il voto ai cittadini
    5 Napolitano non indice elezioni dopo caduta di Berlusconi
    6 governo Monti piovuto su diretto input politico di Napolitano
    7 governo Letta di Napolitano
    7 bis doppio mandato a Napolitano
    8 governo Renzi di Napolitano
    9 riforma costituzionale Renzi abbinata all’italicum dei rinominati per occupare ogni carica pubblica
    10 governo Gentiloni di Napolitano- Mattarella
    11 legge elettorale rosatellum dei nominati / anti M5s
    12 Negazione di Mattarella al governo di maggioranza elettorale e parlamentare M5s-Lega
    13 Governo anti maggioranza Mattarella-Cottarelli

    così è ..solo se vi pare ovviamente…
    E la chiamavano democrazia del popolo sovrano…
    Dove si dimostra che le regole tanto esaltate si tirano di qua e di là pur di mantenere
    il potere alla oligarchia plutocratico-corrotto-mafiosa interna ed esterna
    e che i modi, le parole ed i cavilli per portare avanti questa dittatura di sistema si trovano comunque sempre.
    Certamente il popolo è bue, sopratutto quando esce dai binari

    "Mi piace"

    1. un libero parlamento?

      un libero parlamento?

      un libero parlamento, hai detto?

      e poi fai l’elenco di tutte le nefandezze che questo parlamento, secondo te, libero, ha regolarmente approvato: TUTTE, sono state e sono, TUTTE, approvate dal tuo libero parlamento, ti rendi conto?

      questo stesso parlamento attuale non e` affatto libero, e` incostituzionale.

      quindi lasciamo perdere questo aspetto del discorso.

      le elezioni stesse sono viziate in partenza dal conflitto di interessi: e il risultato di anni di manipolazione dell’opinione pubblica e` l’impazzimento globale del popolo italiano, la sua degenerazione morale e politica che pare irrecuperabile e rende necessaria oramai e comunque inevitabile una dittatura per evitare che il popolo si autodistrugga.

      chi ha alimentato narcisismo, arroganza, maleducazione, mancanza del senso della realta` e del rispetto per gli altri, chi ha reso il nostro popolo barbaro e incivile e razzista con anni di propaganda martellante, certo non si aspettava questi risultati, ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi e gli apprendisti stregoni finiscono travolti dalle loro stesse creature impazzite.

      il fatto e` che chi si mette nelle mani degli strozzini smette di essere libero.

      e le forze politiche italiane, TUTTE, altro non sanno proporre che aumentare il debito con gli strozzini, dicendo che questo ci aiutera` a pagarli.

      in mezzo metti anche qualche sciocchezza dal punto di vista istituzionale, scusami: quale referendum popolare per l’entrata nell’euro? la Costituzione nostra vieta i referendum sui trattati internazionali, lo sai?

      in ogni caso, si fosse fatto allora, sarebbe stato stravinto alla grande, per quel che posso ricordare.

      "Mi piace"

    2. e in ogni caso, anziche` fumose prediche generali, apprezzerei di piu` risposte specifiche sui punti toccati:

      sulle balle di Di Maio e Di Battista, ad esempio; e su tutti gli altri argomenti di questo post, che non si occupa dell’universo mondo e altro…

      😉 🙂

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.