il genocidio yemenita in corso – 208

io non riesco neppure piu` a leggere le notizie che riguardano l’atroce e silenziosa strage che sta distruggendo lo Yemen.

forse perche` quella terra meravigliosa (allora) l’ho visitata undici anni fa, e quel popolo fiero ed ospitale mi accolse con straordinaria amicizia, il sangue che li`si sparge e` anche il mio e tra i cuori feriti elencate pure anche il mio.

[YEMEN.NORTH 26275] 'Peaks in the fog.'

. . .

quasi 8 milioni e mezzo di persone in questo momento stanno patendo la fame in quel paese martoriato dall’attacco delle monarchie reazionarie del golfo: Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

la colpa dello Yemen e` di essersi ribellato nel 2015 al presidente Hadi, candidato unico alle elezioni del febbraio 2012 ed eletto con un mandato provvisorio di due anni quasi col 100% dei voti del 65% di partecipanti al voto, e di averlo deposto nel gennaio del 2015.

per la verita` il colpo di stato che ha posto termine al suo potere e` stato fatto dagli Houthi, un movimento politico che ha l’appoggio dell’ex presidente precedente Saleh, ed e` prevalentemente ma non esclusivamente sciita, e dunque viene combattuto – come alleato dell’Iran, similmente sciita in prevalenza – dagli integralisti sunniti, che hanno il loro punto di riferimento nelle monarchie assolute della penisola arabica appena ricordate, appoggiate dagli Stati Uniti, oltre che in Al Qaida.

. . .

la guerra aperta tra gli uni e gli altri dura da piu` di tre anni e i tre quarti della popolazione dello Yemen, che era di 24 milioni di abitanti nel 2012, ma che cresce a ritmo quasi esponenziale, sono oggi in situazione di pericolo e necessitano di assistenza.

nel paese, come e` noto, e` in corso la piu` grande epidemia di colera della storia, con un milione di casi a fine 2017.

si fa fatica a credere che nei paesi dell’interno la situazione possa essere ulteriormente peggiorata da come appariva ai miei occhi di viaggiatore un decennio fa: eppure non ci sono limiti alla disperazione.

. . .

al confine tra l’Arabia Saudita e lo Yemen stanno gia` intervenendo i berretti verdi americani, su richiesta dell’Arabia Saudita, dopo la perdita di 600 soldati uccisi, oltre che di migliaia di altri, feriti; e hanno stabilizzato la situazione.

ora gli Emirati Arabi Uniti cercano di dare una svolta a questa guerra senza risultati e hanno dato l’attacco a al-Hudayda, il porto sul Mar Rosso attraverso il quale passano quasi tutti i rifornimenti per la zona sotto il controllo degli Houthi, che e` quella centrale e settentrionale del paese, ​e piu` concretamente “il 70 per cento delle medicine e beni essenziali per salvare vite”.

l’assedio alla citta` portuale e` gia` iniziato, ma gli houthi oppongono una forte resistenza e gia` decine di soldati degli Emirati sono caduti negli scontri.

ecco dunque la richiesta agli Stati Uniti di assistenza diretta, come quella gia` prestata all’Arabia Saudita.

. . .

un funzionario del dipartimento di Stato, rimasto anonimo, sul  Wall Street Journal ha espresso dubbi sull’intervento perché “non siamo sicuri che la coalizione sia in grado di evitare una catastrofe” in caso di attacco.

Trump invece sarebbe più propenso a intervenire, anche perché ha già autorizzato un aiuto diretto sull’altro fronte fra Arabia Saudita e Yemen.

la prossima settimana, per fermare la battaglia ormai alle porte della città, l’Onu presenterà il piano di pace del nuovo inviato speciale, Martin Griffiths, che prevede la sospensione dei raid contro gli Houthi in cambio della loro rinuncia ai missili balistici e alle armi pesanti in vista di un “governo di transizione”, rappresentativo “di tutte le parti”

. . .

un intervento prima di allora significa naturalmente far saltare anche questo precario piano di pace dell’Onu.

 

 

 


12 risposte a "il genocidio yemenita in corso – 208"

  1. 1739 mld di dollari di spesa militare nel 2017… siamo tutti in mano loro, dei pazzi, dei criminali alfa;
    prima o poi, come nel passato, endemicamente ci portano al massacro… e noi singoli a spararci l’un l’altro addosso senza sapere nemmeno il vero perché.

    1245
    TEATRO DI GUERRA

    Smettetela di viverla
    Come gioco lontano.

    Non consideratela
    Teatro di guerra,
    Di guerra si muore.

    Chi anzitempo è ucciso
    Scompare e
    Con lui svanisce
    Il mondo intero.

    Con lui finisce
    Il diritto nostro alla vita,
    passivi di fronte alla strage
    La guerra ci fa colpevoli, ci uccide.

    "Mi piace"

    1. il discorso torna alla biologia:

      pan troglodytes, lo scimpanze`: uno degli animali piu` aggressivi che si conoscano;

      pan paniscus, o bonobo: variante pacifica;

      pan sapiens (che si autodefinisce homo, ma senza grandi fondamenti): la bestia piu` feroce del pianeta e molto peggiore dello scimpanze`: capace, grazie al pensiero simbolico, di uccidere i propri simili anche senza nessuna autentica motivazione e programmando l’azione, e non solo nel corso di un conflitto istintuale.

      temo che le armi siano ineliminabili.

      dovrebbe esserne limitata, semmai, la potenza tecnologica: ma inutile pure proporlo fino a che qualcuno avra` tecnologie che altri non hanno.

      "Mi piace"

  2. Temo di sapere come si risolvono questi accordi… con la parte più debole che depone le armi e viene annientata.

    Comunque, la difficile situazione da te ricostruita smentisce chiunque dica che l’Islam è una forza unica e unitaria, direi.

    "Mi piace"

    1. la visione dell’islam che accenni e` frutto di una altezzosa e criminale ignoranza occidentale del mondo islamico (e parlo da ignorante anche io sul tema, ma almeno desideroso di conoscere).

      da decenni e` in corso li` una durissima guerra civile, che coinvolge le sue due varianti principali, il sunnismo e lo sciismo: una vicenda che nel mondo cristiano ha qualche analogia soltanto con le durissime guerre di religione che sconvolsero l’Europa tra il Cinquecento e il Seicento e si conclusero soltanto alla fine della guerra dei Trent’anni; e noi occidentali ignoriamo questa vicenda enorme, se non per strumentalizzarla per le nostre esigenze di potere e di controllo del petrolio.

      inoltre continuiamo a dare una versione caricaturale e rozzissima dell’islam.

      facendo vaghe analogie lo sciismo potrebbe essere piu` vicino al mondo protestante cristiano, mentre il sunnismo rappresenta la versione per cosi` dire ortodosso-cattolica; con la variante chelo sciismo afonda le sue radici nel momento stesso in cui l’islam si e` formato, e questo dissidio ha dunque radici molto profonde; e inoltre che il ruolo che ha avuto storicamnte in Vaticano in questa guerra civile cristiana, nell’islam e` svolto dalla monarchia saudita nella quale non e` ancora avvenuta la separazione fra potere religioso e potere politico, da noi realizzata 150 anni fa con la fine dello Stato Pontificio.

      Piace a 1 persona

        1. si`, l’Europa moderna e lo stato laico sono nati da questa piu` che secolare guerra civile cristiana e dal rifiuto delle guerre di religione; che cosa nascera` dalla guerra civile islamica non puo` saperlo nessuno, anche perche` c’e` una differenza sostanziale, che spiega molto dell’involuzione civile islamica: l’interferenza dell’Occidente mentre nell’Europa del post-Riforma protestante non ci furono interferenze esterne.

          non si spiega molto dell’attuale situazione dell’islam senza prendere atto che l’Occidente e` stato un elemento di interferenza molto attiva nel mondo islamico e ha costantemente agito per spingerlo verso posizioni di chiusura religiosa integralistica e di conservatorismo sociale e culurale: prima ha liquidato tutti i leader piu` laici del mondo islamico da Mossadeq a Nasser, da Hussein a Gheddafi, e l’unico sopravvissuto della serie e` Assad; poi ha agito e agisce a favore dei sunniti guidati dalla monarchia oscurantista saudita contro gli sciiti che hanno il loro centro in Iran.
          ed e` oramai molto chiaro il doppio gioco fatto con Al Qaida, sostenuta sottobanco fino a che faceva comodo per cercare di abbattere Assad.

          l’Occidente che si lamenta dell’integralismo religioso islamista a contribuito in prima persona a crearlo, e del resto l’islamismo fanatico fa molto comodo come elemento di divisione dei ceti popolari e per la contrapposizione fra migranti e originari e dei migranti fra loro.

          "Mi piace"

          1. E, a sua volta, ha creato i leader laici che poi ha abbattuto col colonialismo…

            Certo, è una storia che comincia dall’appoggio ai talebani per sconfiggere i sovietici durante l’invasione dell’Afghanistan, e probabilmente anche prima.

            "Mi piace"

            1. certo che comincia prima (soprattutto se si hanno settant’anni come me): comincia con l’abbattimento di Nasser con la guerra lampo dei sei giorni del 1967 e prima nel 1956 col tentativo di invasione dell’Egitto nasseriano di Francia Inghilterra e Israele, bloccato dall’URSS di Kruscev con la minaccia di usare le atomiche su Londra e Parigi; anzi inizia con la guerra di Algeria della Francia per negarle l’indipendenza; anzi no, inizia con Mossadeq in Iran nel 1952, abbattuto dopo che aveva nazionalizzato il petrolio, togliendolo agli inglesi; anzi no, comincia con la creazione dello stato di Israele nel 1948 e l’inizio dell’espulsione dei palestinesi dalla loro terra; anzi no, comincia con la spartizione dell’impero ottomano alla fine della prima guerra mondiale, anzi no, comincia con la colonizzazione europea dal 1830 (la Francia in Algeria) al 1911 (l’Italia in Libia).

              non sono affatto sicuro che Nasser, Mossadeq, Gheddafi, Assad padre, Ben Bella, il primo capo del governo algerino che aveva guidato gli 8 anni di guerra per l’indipedenza, ottenuta nel 1962, fossero invenzioni occidentali: tutt’altro!

              Piace a 1 persona

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.