fe-, come felicità, fecondità, festa, femminilità. – 238

felicità e fecondità hanno la stessa radice, che del resto rimanda anche alla femminilità, e alla festa.

felicità è l’espandersi nel mondo, è il generare, è il produrre.

è felice il campo che moltiplica l’erba e l’essere umano che sa moltiplicare i sorrisi.

felicità è crescere un bambino, produrre qualcosa, avere degli allievi, scrivere è felicità.

in questo non sono buddista: nirvana è serenità, ma non felicità.

la felicità trascina con sé l’infelicità, il suo contrario, la serenità invece non ha un vero contrario, è asettica.

la felicità non sa difendersi dagli abusi, e quelli che la raccontano lo fanno per venderne qualche surrogato.

il benessere anche ottuso e tetro si maschera da felicità spesso e volentieri.

la felicità non si scrive sui muri, non si racconta, si vive e si lascia vivere.

l’unica vera forza della felicità è che è contagiosa.

ma, come diceva la Morante, felici pochi, e così gli infelici tanti la nascondono e le creano attorno barrriere per difendere tutta la loro ostinata e impotente tristizia del vivere.


9 risposte a "fe-, come felicità, fecondità, festa, femminilità. – 238"

  1. Felicità contagiosa….

    QUEI TRE

    Salti, grida, risate infinite,
    Smorfie, solletichi e rotoloni.
    Ore di vera ed insensata allegria.
    Parole e gesti immaturi
    Densi di vita libera che scaldano più della fiamma,
    Cancellano i neri fumi della città perversamente adulta.
    Mi godo la loro follia acerba
    Perché so che domani correranno in salita.

    Quei tre, quassù, mi trascinano in subitanea serenità
    Non mi trattengo e mi unisco a loro.

    Felicità + serenità ?
    54
    LEGGEREZZA

    Il verde leggero che ricopre la primavera,
    I rivoli di ruscello di monte,
    Il piacere intimo del fare,
    I problemi non subiti,
    L’aria frizzante della fantasia,
    Gli occhi allegri di sorriso.

    Non voglio portare
    In altro modo il peso del vivere …

    "Mi piace"

    1. non controllo lo spam quasi mai, ma oggi l’ho fatto e ci ritrovo dentro – speditoci da wordpress per arcani motivi – questo commento molto bello, che oramai passerà purtroppo del tutto inosservato anche dai miei sparuti lettori.

      ma non da me, certamente!

      "Mi piace"

  2. Avrei molto da obiettare ma in sintesi non condivido questa enfasi sulla felicità un po’ tutto e niente..
    ” che del resto rimanda anche alla #femminilità” io direi ‘ rimanda anche al femminile’…
    Magnifico tramonto una vaga Brezza il riflesso del sole che cala sul palazzo color ocra… un sorso di vino bianco ecco questo aggettivo benessere mi procura una puntura lieve di felicità..no è una zanzara.

    Shera

    "Mi piace"

    1. 🙂

      il fraintendimento è sempre in agguato, perché parli di enfasi?

      mi sono limitato a risalire al significato originario della parola: felix era molto simile a fertilis (analogia che ho dimenticato nel post) e anche al significato originario del verbo fero: che significava portare, ma nel senso di produrre.

      intesa così, a me la felicità sembra tutt’altro che enfatizzata, e infatti può essere anche soltanto di un momento (esattamente come l’ha vista Goethe nel Faust, mi accorgo adesso, che nel finale la identifica con l’operosità produttiva).

      anzi, la felicità diventa per definizione uno stato transitorio, che necessariamente cede anche all’infelicità, ho accennato, in contrasto con la serenitè che invece pretende di essere una conquista definitiva.

      trovo giusta invece la tua critica sull’uso del termine femminilità, ma ho voluto fare una forzatura e sottrarre la parola al dominio maschilista che l’ha stravolta: per me femminilità significa appunto essere femminile, per non dire addirittura femmina, cioè feconda e generatrice.

      giusto il contrario della femminilità bastarda che vuole vedere la donna come oggetto del desiderio feticista maschile.

      – ah, ho dimenticato anche l’inquietante vicinanza di felix con ferox, ma aprirebbe discorsi sconfinati.

      ferocia rischia di essere il lato maschile della felicitas, che è tipicamente femminile, invece.

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.