perche` Bergoglio non si dimettera` da papa – 298

viganò-papa-758x426

monsignor Vigano`, che fu nunzio del Vaticano negli USA e scateno` il primo scandalo pedofilia che costo` il papato a Ratzinger, da killer consumato al servizio del governo americano del momento e da uomo di chiesa conservatore organicamente collegato agli ambienti piu` reazionari della chiesa cattolica statunitense, ha lanciato un attacco parallelo a papa Bergoglio ripercorrendo oggi la stessa sceneggiatura di qualche anno fa:

come Ratzinger, Bergoglio avrebbe coperto la pedofilia nella Chiesa, e dunque deve dimettersi.

a me capito` di sentire nell’aria le dimissioni di Ratzinger ben prima del tempo; fiuto l’aria e pero` non sento odore di dimissioni di Bergoglio al momento.

. . .

i motivi sono tanti.

il primo e il piu` potente e` il Codice Canonico.

secondo questo Codice le dimissioni del papa sono valide soltanto se spontanee, altrimenti sono nulle.

per un paradosso incredibile, proprio chiedendo pubblicamente le dimissioni di Bergoglio, Vigano` le ha rese tecnicamente impossibili: se ora ci fossero, sarebbero chiaramente non spontanee, e dunque nulle.

tuttora Ratzinger, anche se ci sono validi motivi di dubitare del carattere del tutto spontaneo delle sue dimissioni, volute da Obama, come dimostrano documenti dell’ambasciata USA a Roma recenetemente resi pubblici, deve riaffermarlo ogni volta che ne parla, altrimenti dovremmo ammettere che e` lui il papa ancora in carica e che Bergoglio e` un usurpatore, peraltro neppure volontario.

del resto, definendosi semplicemente papa emerito, Ratzinger lascia sempre dubitare di ritenersi ancora il papa legittimo, seplicemente ritiratosi a vita non piu` attiva, e di avere lasciato gestire il papato ad un suo sostituto, piu` che ad un papa vero e proprio, proprio perche` in cuor suo sa benissimo che le sue dimissioni non sono state del tutto spontanee.

. . .

ma che nella storia millenaria della Chiesa cattolica possano esserci le seconde dimissioni papali consecutive, dopo secoli che non se ne vedevano, e` assolutamente impensabile.

che poi queste dimissioni siano chiaramente volute da Trump, a cui Bergoglio e` dichiaratamente ostile, rende di nuovo lo scenario assolutamente irreale.

sancire proprio pubblicamente, anche per i gonzi che non vogliono vederlo, che il papato e` tenuto ad accompagnare servilmente l’andamento delle elezioni presidenziali americane, cambiando papa ogni quattro o otto anni come loro cambiano il presidente, e` totalmente impensabile: tanto varrebbe sciogliere la Chiesa cattolica.

aggiungiamo, come ciliegina sulla torta, che Bergoglio, politicamente, e` un populista coe Trump; solo che Trump e` un populista di destra, mentre Bergoglio ha le sue radici nel populiso sociale di Peron in Argentina, da dove viene: populismo sociale.

insomma, Trump e` l’equivalente di un sovranista tipo Lega, mentre Bergoglio sarebbe piu` vicino a certo populismo sociale a 5Stelle.

piu` probabile che vadano d’accordo, alla fine, piuttosto che farsi la guerra a oltranza, se Trump non fosse quello che e`.

. . .

un ulteriore motivo per non credere che Bergoglio possa dimettersi per le nuove ondate di scandali pedofili che sconvolgono la Chiesa cattolica e` che e` di fatto molto meno compromesso con loro di Ratzinger, che ha addirittura un fratello sacerdote toccato personalmente dall’accusa di scarsa vigilanza.

e` che il vero papa che ha coperto ostinatamente la pedofilia ecclesiastica e` stato Wojtyla, al quale nulla importava che un prelato fosse gay o anche che desse sostanza alle sue pulsioni, purche` fosse anticomunista: Ratzinger era soltanto il suo esecutore, a capo della Congregazione che doveva occuparsene; dunque effettivamente Ratzinger si e` dovuto occupare per decenni di insabbiare i casi che gli arrivavano, seguendo le direttive del capo, dalle quali non si e` mai discostato, anche se poi, diventato papa, ha avuto un atteggiamento un poco piu` severo, ma oramai era tardi.

Bergoglio e` del tutto estraneo a questi maneggi, invece; semmai potrebbero essegli rinfacciate certe indulgenze verso i generali argentini a spese di preti contestaori: ma di questo non iporta nulla a nessuno, e tanto meno a Trump.

quindi, i proiettili che onsignor Vigano` lancia conro di lui sono a salve.

e a maggior ragione, perche` lui stesso e` un personaggio poco credibile, sfiorato da scandali diversi.

. . .

giustamente Bergoglio ha alzato alle spalle e ha semplicemente detto ai giornalisti, della lettera pubblicata da Vigano`: leggetela e giudicate da soli.

non mi pare che nessuno lo abbia fatto finora, e allora lo faccio io, in due righe: stiamo parlando del cardinale Mc Carrick, che aveva rapporti sessuali con preti e seminaristi, e monsignor Vigano` accusa papa Bergoglio di averlo coperto.

a vediamo meglio come, nei dettagli di quel che dice: racconta di un colloquio in Vaticano del 2013, poco dopo eletto papa e dice che Bergoglio gli chiede informazioni su quel cardinale, non che e` lui a parlargliene; lui gli risponde soltanto, evasivo, che ci sono dei rapporti scritti e Bergoglio allora cambia discorso; non risulta del resto che Vigano`, che li aveva, glieli abbia mandati, pero`; e Bergoglio pero`, qualche tempo fa, ha addirittura tolto il cardinalato a Mc Carrick, e prima delle denunce di Vigano`.

di che cosa stiamo parlando, dunque?

soltanto del fatto che ha impiegato un po’ troppo tempo a fare i suoi accertamenti?

. . .

anche il vescovo di Avellino ha dovuto sospendere, di recente, un giovane parroco, ufficialmente per motivi di salute (mentale?): dopo un’indagine interna risultava che questo mandasse messaggi a uoini sposati con avances sessuali esplicite; e una volta denunicato, si e` esso a distribuire di nascosto volantini in giro, per vendetta, per denunciare a sua =voilta altri parroci che avevano relazioni con donne sposate.

insomma, con monsignor Vigano`, che doveva vendicarsi con Bergoglio del mancato cardinalato, non siamo molto lontani da questo scenario di ripicche ecclesiastiche sconsiderate.

. . .

ma l’ultimo e alla fine piu` potente degli argomenti contrari e` che se Trump cerca di arrivare alle dimissioni di Bergoglio, credo sia molto piu` probabile che ad essere rimosso dalla carica, prima sia lui, tanto e` circondato da ogni parte dalle indagini che sis tanno svolgendo sul suo conto.

a se questo proprio non dovesse succedere, e Trump dovesse restare in sella e incaponirsi a fare la guerra a Bergoglio, la fine di questo papato non verra` per dismissioni; aspettatevi piuttosto qualche altro tipo di soluzione.


Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.