supercoppa a #Gedda o superputtanata razzista? – 8

il vero problema dell’Arabia Saudita e` che le donne vanno allo stadio in settori separati, capite?

non sono la guerra e i massacri nello Yemen compiuti dalla monarchia Saudita, o meglio Sadistica ne` la mancanza globale di democrazia.

non le armi che noi continuiamo a vendere a questi assassini sia per lucrarci su, sia perche` sono i migliori alleati americani e a Trump noi ci siamo legati come servi obbedienti.

neppure l’omicidio del giornalista dell’opposizione all’estero ordinato a Istanbul personalmente dal principe reggente, e gia` dimenticato, come fosse la puntata di un serial horror trasmesso la settimana scorsa alla tv.

. . .

oh che disquisizioni, tutte mosse dalla bava razzista di chi e` ancora neo-colonialista nel cuore e non sa accettare i modi di pensare e i valori altrui neppure “a casa loro”.

trasmettere o non trasmettere la partita?

dai, che si muove la Vigilanza sulla RAI del parlamento, che forse i telegiornali violano la costituzione trasmettendo da quello stadio:

quando trasmettono compiaciuti gli attacchi tutti italiani agli accampamenti zingari, gli omicidi degli ultras, i pestaggi condominiali del frocio, invece no.

soltanto l’altroieri nella nostra inquinatissima Bassa hanno sparato agli zingari di notte e ne hanno ridotto uno in fin di vita cin una pallottola alla base della nuca…

. . .

la ministra  della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno dice, uscendo anche lei dal suo campo, tanto per sparare cavolate propagandistiche al popolo bue che muggisce contento:
“Chi accetta le discriminazioni ne diventa complice”.

brava, anche la Bongiorno.

e chi accetta le bombe e ci guadagna su, invece, e` innocente?

aggiunge la Bongiorno, che fino ad oggi credevo comunque persona seria:
“Non bisogna accettare queste discriminazioni”. 

intende quelle dell’Arabia, dove le donne stanno allo stadio separate dagli uomini, figurarsi che dramma; non quelle para-naziste dell’Italia contro immigrati, zingari, omosessuali,

le bombe e gli omicidi politici sauditi invece li accetta!

. . .

Bongiorno, Italia, povera gente uscita completamente fuori di testa…

e guardare alla trave del razzismo nel nostro occhio, piuttosto che cercare qualche pagliuzza in quello degli altri?

feltri-video-fb-di-la7


4 risposte a "supercoppa a #Gedda o superputtanata razzista? – 8"

  1. Ciao Mauro , ho scritto un po’ in italiano ed un po’ in francese perché ho vissuto anche in Francia con mio marito, in un paesino, vicino Verdun,
    Molti italiani si erano trasferiti là, sin dai tempi della Grande Guerra per lavorare nelle miniere, nella zona erano tutte di ferro.
    Ho conosciuti diversi minatori,il più anziano ora ha 99 anni.
    Che belle persone i minatori con i quali ci incontravamo sempre.
    Tante storie, tante fatiche, tanti sacrifici, tante lotte, tanta onestà e tanta umanità.
    Amici che tengo stretti nel cuore e nella mente.
    La mente non puo’ fare a meno di negare la realtà,condivido completamente le tue considerazioni.
    Evidentemente ho sbagliato qualcosa, la tecnologia è strumento utile ma io non sono pratica, non amo essere anonima, scusami, grazie

    Sono Darina,buona notte

    "Mi piace"

    1. ciao Darina, ci si conosce a poco a poco, allora.

      la mia amica italiana vissuta in Francia, una nostra coetanea, era appunto figlia di uno di quei minatori di cui tu parli cosi` bene.

      scusa se ti parlo di lei, ma l’ho persa un poco di vista, le ho scritto per Natale, ma non ho avuto risposta, a purtroppo so che aveva problemi familiari piurtosto gravi e sono un poco peoccupato per lei; e al suo posto sei comparsa tu con la tua storia parallela.

      forse non e` piacevole per te sentirti dientificare un pochino con un’altra persona, ma preferisco dirti le mie sensazioni per come sono…

      la tua storia che mi racconti e` importante: testimonianza umana contro il razzismo al contrario, di chi e` stato migrante, ma non se lo ricorda piu`.

      ma che dire contro la stupidita`?

      ciao, a presto.

      "Mi piace"

  2. Amico mio lontano trattasi sempre e solo di propaganda. Sono particolarmente ignoranti e arroganti molto ingiusti e disumani.
    Glissare su situazioni meno importanti, per non parlare di ciò che viene prima è una vecchia tecnica.
    Anche l’informazione dovrebbe occuparsene.
    Ma noi facciamo i ribelli da perfetti ignoranti come loro, i governanti e tutti i lecchini, questo è il guaio prioritario. Concordo pienamente e dolorosamente. Mi si rivoltano le budella di fronte a tanta ipocrisia e falsità .Scriverò con la mia seconda lingua,da autodidatta, sinceramente. Fino ad un anno fa ero in Lorena con mio marito, francese là era nato e là voleva sempre tornare ma amava tantissimo l’Italia così facevamo i pendolari.

    Un monde de merde, tout est évident aux niveaux politique italien et international, voyez les États-Unis avec de fortes implications raciste.

    Je ne suis pas raciste, le monde n’a jamais été juste à cause de la malhonnêteté.
    Sans conscience, il ne peut y avoir d’existence.
    Excusez-moi si je m’étire un peu mais c’est le résumé
    Merci
    Bonsoir,à la prochaine fois

    "Mi piace"

    1. tu as raison, e fai bene ad arrabbiarti per queste cose: mi arrabbio anche io.

      ovvio che si inventano queste polemiche stupide per distrarre l’attenzione dai problemi veri, ma io ho scritto il post per provare a capovolgere l’inganno e rimettere i problemi veri al loro posto…

      non so chi tu sia, ho un’unica amica che sa parlare il francese, ma lei e` cresciuta in Francia da bambina, da genitori italiani; forse ci conosciamo qui per la prima volta?

      Sans conscience, il ne peut y avoir d’existence: senza coscienza non puo` esserci esistenza, hai ragione di nuovo.

      ma siamo circondati da strani esseri che non desiderano affatto avere un’esistenza: gli basta avere lusso e comodita`, il resto e` troppo complicato per loro o semplicemente inutile per menti che non possono sentirlo.

      ciao, a` la prochaine fois.

      "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.