una Rosa col pugno che profuma da cento anni – 31

“Chi non si muove, non può rendersi conto delle proprie catene”.

“Restare un essere umano è la cosa più importante di tutte… Restare un essere umano, cioè gettare, se necessario, gioiosamente tutta la propria vita sulla grande bilancia del destino, ma allo stesso tempo rallegrarsi per ogni giornata di sole, per ogni bella nuvola… Il mondo è così bello malgrado tutti gli orrori e sarebbe ancora più bello se non vi fossero sulla terra dei vigliacchi e dei codardi”.
lettera dal carcere, 1916

“La libertà solo per i sostenitori del governo, solo per i membri di un partito – per quanto numerosi possano essere – non è libertà. La libertà è sempre libertà di chi pensa diversamente. Non per fanatismo per la «giustizia», ma perché tutto quanto vi è di istruttivo, di salutare, di purificatore nella libertà politica dipende da questo modo di essere, e perde la sua efficacia quando la «libertà» diventa privilegio.
La Rivoluzione Russa, 1918

Qualche volta ho la sensazione di non essere un vero e proprio essere umano, ma appunto qualche uccello o un altro animale in forma di uomo; nel mio intimo mi sento molto più a casa mia in un pezzetto di giardino come qui, oppure in un campo tra i calabroni e l’erba, che non… a un congresso di partito. A lei posso dire tutto ciò: non fiuterà subito il tradimento del socialismo. Lei lo sa, nonostante tutto io spero di morire sulla breccia: in una battaglia di strada o in carcere. Ma nella parte più intima, appartengo più alle mie cinciallegre che ai “compagni”. E non perché nella natura io trovi, come tanti politici intimamente falliti, un rifugio, un riposo. Al contrario, anche nella natura trovo ad ogni passo tanta crudeltà, che ne soffro molto.
lettera a Sophie Liebknecht, 2 maggio 1917

ed effettivamente Rosa Luxemburg, una ebrea polacca, nata Rozalia Luksenburg, fu uccisa, a 47 anni, con un colpo alla testa nella notte tra il 15 e il 16 gennaio 1915 da un capitano dei Freikorps, squadroni della morte, incaricati di reprimere la rivolta spartachista dal cancelliere socialdemocratico Ebert.

. . .

il suo era un socialismo al femminile: l’alternativa alla visione maschilista del socialismo di Lenin, Trotskij, Mao: in una parola, a tutta la tradizione storica comunista, di cui abbiamo ben visto che disastri ha fatto.

era piu` giovane di 4 anni di Maria Skłodowska, nota come Marie Curie, dal cognome del marito, sposato in Francia dopo essere emigrata: due donne polacche egualmente straordinarie.

rosaluxemburg


2 risposte a "una Rosa col pugno che profuma da cento anni – 31"

    1. era un socialismo al femminile: l’alternativa alla visione maschilista del socialismo di Lenin, Trotskij, Mao: in una parola, a tutta la tradizione storica comunista, di cui abbiamo ben visto che disastri ha fatto.

      grazie del commento, cristina.

      Piace a 1 persona

Rispondi a cristina bove Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.