il sovranismo in cucina: un mondo senza galline e senza polenta – 62

scoperto un antico ricettario dei Sumeri, 2000 avanti Cristo, Mesopotamia, cioe` l’attuale Iraq: nessuna ricetta per cuocere il pollo, le galline non erano arrivate ancora.

le galline infatti sono state addomesticate in Cina: in Europa e in Medio Oriente sono immigrate dunque meno di 4.000 anni fa.

stessa cosa, pare, per gli spaghetti: forse li ha portati dalla Cina Marco Polo, e dunque li mangiamo probabilmente da meno di 800 anni.

e le pesche? loro sono piu` antiche: persica si chiamava il frutto in latino, quindi sono immigrate piu` di 2.000 anni fa: persiane perfino nel nome (e lasciamo perdere le persiane e i tappeti persiani, vero? le lasciamo da parte assieme alle ottomane…).

immigrato e` anche il limone, in arabo laymun; e furono i romani ad introdurlo tra noi, anche se lo chiamavano malum citreum, ma poi la coltivazione si deve essere persa e sono ritornati in Italia da arabi, i limoni…

ma l’hashish? da dove altro pensate che venga l’hashish? che genero` perfino la parola assassini per indicare, nelle crociate, chi ne faceva uso, dall’altra parte, tra i musulmani…

dall’America, scoperta da Colombo, sono immigrati in Europa il grano turco o mais:

e adesso immaginate, se potete, una Padania senza polenta: li si chiama polentoni, ma e` un insulto alla polenta, che non e` padana…

e immaginate dei leghisti sovranisti che rinunciano alla polenta, perche` non e` originaria del posto.

e i pomodori della pizza, i peperoni della paprica, le melanzane, le arachidi (coltivabili anche da noi)…?

tutti immigrati dal Sud America,

cosi` come in America sono immigrati a loro volta mucche e cavalli: ma li immaginate dei cow boy senza?

e le patate! il tabacco! ah, se li avessero fermati in tempo…

https://maurobort48.wordpress.com/2017/04/01/citta-del-messico-il-palacio-nacional-videoclip-n-613/

. . .

comodo cercare di chiudere le frontiere dopo avere lasciato entrare il meglio, vero?

ed ora immaginate un mondo padano senza immigrati in cucina: senza polli, senza pasta, senza salsa al pomodoro, senza polenta, senza pesche, peperoni, melanzane, patate.

mais-2

ma se volete un mondo non globalizzato dovete rinunciare anche al caffe`, al cotone, al cioccolato…

senza sigarette.

al caffe` ​e al cioccolato no, non e` possibile rinunciare, vero?

e allora tenetevi anche l’immigrato che sta portandovi il cuscus e il kebab e la marijuana, e non fate tante storie.

. . .

romanticissimi trampolieri stanno colonizzando i fiumi della Val Sabbia e fanno strage di pesci, a scorno dei pescatori del Chiese.

arrivano per l’effetto serra che sta cambiando il clima, e niente li potra` fermare.


Una risposta a "il sovranismo in cucina: un mondo senza galline e senza polenta – 62"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.