23 risposte a "3 Stelle a 2, e non ci sarà il girone di ritorno – 84"

  1. @ fla

    mi spiego meglio.

    questi hanno una maggioranza abbastanza solida in parlamento e non ha proprio nessun senso per loro andare a fare nuove elezioni per governare fino al 2024 anziché fino al 2023, tanto più che un conto sono i sondaggi che propinano a noi e un altro conto quelli veri che vedono loro; e in questi, scommetto, sta scritto – come si vede quando si vota davvero – che la maggioranza della gente è scazzata e sta aspettando solo un’alternativa credibile.

    quindi, se si va alle elezioni è soltanto perché loro avranno perso, e allora certamente le elezioni le vince qualcun altro.

    certo, puoi continuare a dire che hai vinto quando vota soltanto la metà degli elettori, quando va bene…

    a urne chiuse, peraltro, il gioco è soltanto matematico e non puoi barare più di tanto – a meno che non si facciano dei brogli.

    "Mi piace"

    1. intendevo le europee. Pensano di cambiare il mondo. Magari vedono lontano loro. Pure il fascismo veniva un po’ deriso mi pare prima di diventare una tragedia mondiale

      "Mi piace"

      1. ti ho dato una risposta assurda: ovvio che si parlava di europee…

        tutta la questione, per queste elezioni, è al momento se le destre riusciranno a costringere i popolari ad allearsi con loro (al momento non ne hanno molta voglia, pare, anche perché capiscono che si suiciderebbero) oppure se ci sarà una grande alleanza europeista dai liberali ai socialisti.

        nel caso vincessero loro (nel senso detto sopra), sarebbe interessante però vedere che cosa farebbero, dato che i sovranisti sono terribilmente divisi tra un paese e l’altro, come è ovvio.

        a me pare che l’ipotesi più probabile è che questa Unione Europea rimanga come mercato comune o poco più e ne nasca un’altra più ristretta al suo interno, come vera unione politica (e senza l’Italia, ovviamente), ma si accettano scommesse, dopotutto la storia non è troppo razionale.

        "Mi piace"

        1. di sicuro, con tutti i poveracci che c’erano, finalmente strappati alla povertà, l’Italia vivrà un secondo miracolo economico, dopo quello degli Zecchini d’oro di Pinocchio al Campo dei Miracoli…

          "Mi piace"

          1. fu così che gli italiani scoprirono con stupore che erano in verità molto benestanti. Tutti gli esclusi dal reddito devono gioire… non importa se non hanno un lavoro e/o una casa… bisogna crepare con “dignità”

            "Mi piace"

            1. be’, basta girare un po’ il mondo per accorgersi, non bastasse l’osservazione diretta in loco mescolata ad un poco di memoria storica, che gli italiani, parlando in generale e della maggioranza, siano non soltanto benestanti, ma vivano scandalosamente in un lusso che ritengono assolutamente indispensabile.

              ma tutte le ricerche di psicologia sociale dimostrano che la povertà è un fatto assolutamente soggettivo e che povero non si sente chi vede attorno a sé persone che vivono in condizioni peggiori delle sue.

              il paradosso finale è dunque che, se davvero si eliminasse o anche si riducesse di molto la povertà, il risultato finale sarebbe un aumento fortissimo di coloro che si sentono poveri, dato che non vedrebbero più persone più povere di loro.

              insomma la lotta alla povertà produce un aumento della povertà percepita, e questo spiega forse il clima sociale folle in cui vive là’Italia di oggi e le ondate di rancore che la attraversano.

              "Mi piace"

              1. se ne potrebbero dire tante sulla ricchezza degli italiani. Mi pare di aver sentito che in media viene dopo quella degli arabi… eppure loro hanno montagne di petrolio sotto al sedere. Che sia vero? Da dove arriva allora questa ricchezza? Qualche sospetto ce l’ho ma non mi voglio sbilanciare.
                Parlano di nuova manovra da 9 o 10 miliardi. In pratica tutto tasse per finanziare quanto fatto prima. Però dirlo subito non avrebbe fatto bella figura.

                "Mi piace"

                1. vedremo dove colpiranno con le tasse, e allora ci sarà da ridere…

                  quanto alla ricchezza degli italiani è noto che gli italiani hanno una ricchezza personale, o chiamalo patrimonio familiare, piuttosto elevato, e da dove viene è presto detto: dall’evasione fiscale elevata, che è la stessa che causa il livello elevato del debito pubblico. TUTTE le forze politiche italiane senza eccezione si sono sempre mosse entro il quadro culturale di un popolo che preferisce il lusso in casa propria ai servizi pubblici efficienti, o per dirla con una citazione i vizi privati alle pubbliche virtù.

                  per esperienza diretta, a parte questo, si deve aggiungere che il tenore di vita dell’italiano benestante è molto superiore a quello del tedesco di pari livello, che pure guadagna di più e appartiene ad un paese più ricco: questo sembra un assurdo logico, ma credo dipenda dal fatto che le differenze sociali in Italia sono molto più marcate: quindi l’italiano povero è molto più povero del tedesco povero, ma il riccastro italiano spende e spande perché deve esibire la sua ricchezza, cosa che nel mondo tedesco è sentita come sconveniente.

                  "Mi piace"

                  1. andando ad esclusione dalle dichiarazioni le tasse e tagli riguarderanno i beni e servizi primari rispettivamente. In genere questi gravano maggiormente sui meno abienti. In questo modo si peggiora la situazione dei poveri senza aiuti statali e si vanifica il beneficio che riceveranno gli altri (pochi con 780).
                    Gli italiani, quelli benestanti, non rimunceranno alla propria ricchezza personale anche al costo di far fallire l’intero mondo :). Quindi non ci sarà mai una patrimoniale.

                    "Mi piace"

                    1. delle dichiarazioni non mi fido per nulla, io continuo a leggere di progetti di tasse sulla casa e temo, perché potrebbe essere la volta che fallisco davvero (non è mai troppo tardi per farsi una nuova esperienza).

                      naturalmente potrebbero semplicemente far aumentare l’IVA oppure, che dico?, togliere gli 80 euro esecrabili…

                      ma questo va contro al tabù dell’aumento ostinato dei consumi, cioè del PIL, in una popolazione che cresce ed invecchia, e adesso cerca anche di bloccare l’immigrazione, segando il ramo su cui sta seduta…

                      naturalmente QUALUNQUE aumento delle tasse, anche di quelle sulla casa o sui depositi bancari, va contro ai consumi, ma vallo a spiegare che il denaro che gira è sempre quello.

                      ma adesso aspetta che nazionalizzano la Banca d’Italia e si mangiano fuori anche le riserve in oro…

                      nei miei ultimi anni ho deciso che mi basta continuare a ridere di questo popolo demente e così facilmente manovrabile, per il resto ogni giorno che passa ho qualcosa di meno da perdere…

                      e quindi sono oramai perfettamente entrato nella parte nazionale del pensionato che se ne sbatte del futuro e desidera godersela fin che dura: nonnolibero, simbolo del paese.

                      "Mi piace"

                    2. dopo le elezioni libereranno i cani. Con nessuna preoccupazione prestazionale imminente, tireranno il paese dritto contro un muro.
                      Chissà a cosa porterà poi il delirio generale. Una cosa tira l’altra… magari dichiaranno guerra a qualcuno

                      "Mi piace"

                    3. ho qualche sospetto che anche se perdessero un modo per farlo passare per un grosso successo lo troverebbero comunque. Tanto il popolo è un bambino…

                      "Mi piace"

    1. e finirà ancora 3 a 2 e poi ancora e ancora e ancora… e sai perché? perché non esistono più regole. e quando esistono si leggono con il “buon senso” e non con la competenza. Siamo al delirio. Alla dissoluzione più totale. Weimar in confronto era il paradiso.

      "Mi piace"

      1. so bene che rischio di fare la fine del don Ferrante dei Promessi Sposi, quello che morì di peste dimostrando che la peste non esisteva, in base alla filosofia di Aristotele, perché non era né sostanza né accidente, eppure continuo a pensare che la situazione attuale è molto migliore di quella di dieci anni fa, anche se i media convergono tutti nel volerci far credere il contrario.

        prima di tutto perché nel 2009 Berlusconi aveva delle percentuali di consenso molto maggiori di quelle di Salvini oggi, e poi perché, all’interno della demenza cronica dell’elettorato di destra italiano, comunque Salvini in se stesso è decisamente molto meglio di Berlusconi.

        chi vivrà vedrà: anche Renzi è stato un fuoco di paglia; Salvini ha qualità e difetti diversi, resto convinto che però chi è contro la Chiesa in Italia non abbia vita politica lunga; forse ho un modo antiquato di vedere i problemi, ma non sono alla disperazione.

        rileggo il mio blog di dieci anni fa e respiro di sollievo, da tanto le cose sono migliorate, comunque.

        "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.