brexit: la più bella farsa di sempre – 140

così finalmente qualcuno si è accorto che è indecente rifiutare un secondo referendum sulla brexit tre anni dopo, in condizioni profondamente cambiate, perché il popolo si è già espresso (non si capisce allora perché fare elezioni ogni 4 o 5 anni e a volte anche anticipate), ma però far votare il parlamento sulla stessa mozione più volte a distanza di pochi giorni e a condizioni invariate.

questo qualcuno è lo speaker della Camera dei Comuni, che ha fatto presente che lo impedisce una norma del 1604.

quindi l’idea della May di prendere il parlamento per estenuazione, facendogli ripetere il voto fino a che dice di sì, al momento è bloccata.

naturalmente i giornali italiani rinfacciano al simpaticissimo John Bercow un eccessivo protagonismo.

BBS2h1O

ma sembra che basti dichiarare chiusa questa sessione del parlamento inglese e aprirne un’altra, per aggirare l’ostacolo.

. . .

intanto si aspetta la riunione del Consiglio Europeo che dovrà decidere se accettare la richiesta di rinvio della brexit oppure no.

basterà anche soltanto il voto contrario di uno stato per mettere in modo l’hard brexit, che viene oramai apertamente auspicata da diverse parti, costi quel che costi, per porre fine alla farsa.

qualcuno si aspetta, teme o spera, a seconda dei casi, che sia quello dell’Italia.

del nostro governo sovranista, per fare un favore ai sovranisti inglesi della brexit.

 


5 risposte a "brexit: la più bella farsa di sempre – 140"

  1. Non so bene a cosa possa servire un rinvio, certo prendere tempo è sempre una possibilità… magari gli inglesi pensano che con il nuovo parlamento europeo potranno trovare accordi diversi (più favorevoli?).
    Non me la sento di colpevolizzare chi voterà contro il rinvio… hanno avuto tre anni per mettersi d’accordo con le loro teste, e non ce l’hanno fatta!
    Adesso saranno sicuramente capaci di strillare che sono i cattivi europei che vogliono buttarli fuori… gli inglesi a mio avviso hanno sempre lavorato contro l’Unione Europea e ne sono stati i principali picconatori.
    Ma che vadano a ramengo una volta per tutte!

    "Mi piace"

    1. ecco, la tua prima osservazione è cruciale: un rinvio non può in nessun caso spingersi oltre il 23 maggio, data delle elezioni europee, perché in caso contrario il Regno Unito dovrebbe parteciparvi, e questo significherebbe che le istituzioni europee dei prossimi cinque anni sarebbero elette anche da un paese che ha deciso di non fare più parte dell’Unione: folle!

      ogni decisione presa da un parlamento europeo eletto in questa maniera sarebbe inficiata alla base, e aggiungi che con i conservatori inglesi i vari sovranisti europei sarebbero un peso molto maggiore, tanto più ora che la CDU ha in pratica giubilato la Merkel e si è spostata a destra, senza escludere un accordo con loro, dopo le elezioni.

      quindi il Regno Unito può partecipare alle elezioni soltanto se RITIRA la domanda di brexit; in caso contrario deve uscire subito: qualunque RINVIO creerebbe un parlamento europeo che rischia di essere illegittimo e non possiamo organizzare elezioni europee che rischiano di essere nulle sia nel caso che il Regno Unito poi esca, sia che che decida all’ultimo momento di rimanere.

      ma un rinvio di due mesi non cambierebbe le cose, salvo forse per il fatto che si aprirebbe una nuova sessione del parlamento inglese che potrebbe deliberare diversamente.

      ma questo soltanto se gli hard brexiter dovessero rinunciare ad una vittoria che hanno già in mano, e perché dovrebbero?

      un breve rinvio servirebbe soltanto a prepararsi meglio all’hard brexit: ma hanno avuto quasi tre anni di tempo per farlo!

      quindi, meglio un taglio chirurgico tra 10 giorni, anche se sarà costoso anche per noi: i rischi per l’Unione Europea di questa situazione confusa sono troppo alti.

      quindi, anche io spero come te che ci sia qualche capo di governo in Europa, ne basta uno, che voti contro.

      (in ogni caso la nostra personale opinione non vale niente, per fortuna… 🙂 ).

      Piace a 1 persona

  2. la dimostrata incapacità dei pragmatici e presuntuosi inglesi di accordarsi x uscire dal club dei prepotenti in 2 anni è storia… la perfida albione non sa cosa e come ottenere sempre condizioni di favore. siano cacciati senza alcun accordo, ovvero si ristabiliscano le regole pre comunità fino a nuovi eventuali accordi commerciali. ma senza privilegio alcuno x i perfidi!!

    l’Italia è molto diversa, se vorrà uscire basta faccia reset del debito pubblico trascinando l’intero sistema finanziario mondiale al collasso!!

    "Mi piace"

    1. ci hai messo un po’ di colore in più, ma hai sostanzialmente detto le stesse cose che si leggevano ieri anche su articolo dello Spiegel: basta parlare di brexit, l’Europa ha problemi ben più importanti.

      mi fa riflettere il peso della storia dei popoli anche nelle scelte del presente: gli inglesi non riescono proprio a smettere di pensare di essere (coloniale) ancora il centro del mondo.

      "Mi piace"

Rispondi a giomag59 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.