le elezioni finlandesi della destra antipopulista italiana – 181

voi che ne dite delle elezioni finlandesi, dove i Verdi hanno preso il 10,3 per cento e l’8,4% l’ha preso la Coalizione di sinistra (che Repubblica definisce sinistra popolare/radicale lontana erede del partito comunista): insieme fanno il 18,7%, vero?

e quanto ha preso il Partito Socialista Europeo, che ha vinto le elezioni secondo Repubblica? il 17,7%.

e i “Veri finlandesi” sovranisti, quelli che fin dal nome devono avere lo spessore culturale delle renne?

download

quelli che, sempre secondo questo giornale, sono la vera rivelazione delle elezioni? il 17,5%; ma si guarda bene dal dire che sono in calo da due elezioni consecutive.

. . .

la linea di politica propagandistica di Repubblica è chiara, chiarissima: spingere per il governo della destra, in Italia Salvini, e presentarlo come un pericolo invincibile per tenersi stretti gli oppositori e impedire che sciamino verso alternative più credibili.

sì: questo è quello che vogliono i poteri che possiedono quel giornale: che governi la destra e che la sinistra si raccolga tremante attorno a loro, unica alternativa.

ci stanno riuscendo, ma per quanto? il vento mondiale soffia in modo diverso da quello che i nostri media ci rappresentano.

spero che almeno i pochissimi ma affezionati lettori di questo blog se ne accorgano.


4 risposte a "le elezioni finlandesi della destra antipopulista italiana – 181"

  1. Sono d’accordo, tra i 5S e la Lega sembra che gli avversari siano principalmente i 5S, perché con la Lega e’ più facile il giochetto noi belli e buoni loro brutti e cattivi… e soprattutto perché i metodi di gestire il potere sono gli stessi.
    Le proposte concrete e alternative però ancora non si vedono, e del resto questi si fanno governo e opposizione da soli (hanno imparato bene dalla DC) e di spazio ne lasciano poco.
    Io penso ancora che bisogna incunearsi tra 5S e destra-destra, proponendo un programma più avanzato del Flat tax si-no…

    "Mi piace"

    1. l’idea di spostare una parte della tassazione dal reddito ai consumi di lusso sarebbe uno dei modi possibili di dare sostanza alla progressività delle imposte stabilita dalla Costituzione. ma te le immagini le strida dei difensori del PIL? (oltre che dei propri privilegi).

      potrebbe essere uno dei modi di fare quella manovra di accerchiamento sui lati che proponi?

      "Mi piace"

  2. “la linea di politica propagandistica di Repubblica è chiara, chiarissima: spingere per il governo della destra, in Italia Salvini, e presentarlo come un pericolo invincibile per tenersi stretti gli oppositori e impedire che sciamino verso alternative più credibili.”

    riflessione acuta, complimenti, tuttavia il copyright non appartiene a Repubblica, la strategia di crearsi un potente nemico da demonizzare e capitalizzare è in uso da anni su più fronti.

    "Mi piace"

Lascia un commento, soprattutto se stai scuotendo la testa. Un blog lo fa chi lo commenta. E questo potrebbe diventare il tuo blog.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.